Gazebo Fai da Te

Gazebo fai da te

Il gazebo è un elemento che in genere viene posto come elemento ornamentale per gli spazi esterni, ma utile ovviamente anche dal punto di vista funzionale. SI tratta, infatti, comunque di un elemento molto bello dal punto di vista estetico, soprattutto quando viene realizzato in legno perché è in grado di omogeneizzarsi bene con un ambiente naturale quale magari può essere il proprio giardino, ma anche quando è in ferro, anche perché in questo caso è molto resistente.

Avere un gazebo per alcuni rappresenta una vera e propria “benedizione”, dal momento che il gazebo è una struttura molto utile per chi vuole ricevere gli amici ,consumare un pasto, leggere un libro, ascoltare musica, stare in relax, guardare giocare i propri figli o nipoti.. all’ aperto.

Questo perché ovviaemtne grazie al gazebo non ci saranno i soliti problemi che si presentano quando ci si trova all’ esterno senza protezione dagli agenti atmosferici: ad un certo punto bisogna entrare perché inizia a piovere, oppure bisogna spostarsi continuamente in cerca di un angolo all’ ombra per non prendersi un’ insolazione.

I gazebi possono essere installati un po’ in tutti gli ambienti aperti: nei cortili, nei giardini o sui terrazzi, e possono avere forme e dimensioni davvero molto varie, che bisogna scegliere in base allo spazio a disposizione e alle proprie preferenze: si passa dai gazebi tradizionali, di forma quadrata, a quelli circolari e rettangolari, da quelli fissi a quelli mobili, da quelli in legno a quelli in ferro o in plastica, da quelli ampi un metro a quelli ampi anche il triplo.

gazebo fai da te

ROTOLO 10mt TELONE OMBREGGIANTE FRANGIVISTA VERDE - H 100 - PER RETE METALLICA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8€


Costruire gazebo

Costruire gazebo La prima cosa da fare, quando si vuole costruire un gazebo, è chiedere le necessarie autorizzazioni al comune di residenza, ovvero bisogna presentare all’ ufficio tecnico comunale la DIA, ovvero la denuncia di inizio attività. Una volta ottenuta tale autorizzazione, si deve scegliere il luogo in cui esso andrà installato, e valutare lo spazio a disposizione per stabilirne poi la forma e le dimensioni.

Inoltre, per stabilire il tipo di ancoraggio, bisogna analizzare bene la situazione in cui si trova il suolo: se il terreno è soffice si può scegliere di interrare direttamente i montati, servendosi di strutture metalliche porta pali di forma appuntita che facilitano molto la posa in opera, e che proteggono la parte del montate che viene interrata , mentre se il terreno è invece duro e non permette tale operazione (ad esempio se è cementato), ma si vuole comunque un ancoraggio solido, i montati possono essere ancorati in una colata di cemento.

Qualora non si vuole un gazebo ancorato al suolo, è possibile ottenerlo nel gazebi di plastica, che si comprano già realizzati e assemblabili facilmente, caratterizzati dal corpo di plastica che poggia su una sorta di piedistallo rotondo.

Ovviamente, il passaggio successivo riguarda la progettazione.


  • gazebo in legno Inserire un gazebo in legno in un ambiente circostante l'abitazione permette alla casa di essere ben arredata sia all'interno che all'esterno e mette in risalto alcuni aspetti del carattere di chi la ...
  • gazebo in legno Costruire un gazebo, è un’operazione molto semplice, che può essere effettuata anche la sola creatività abbinata ad una minima manualità. Il primo passo, è quello di disegnare la struttura, effettuand...
  • Tende per gazebo I materiali utilizzati per le tende da gazebo sono molti ma, alla base, tutti i materiali devono garantire resistenza agli strappi, agli agenti atmosferici e totale impermeabilità. Inoltre devono esse...
  • vela ombreggiante Per poter sfruttare appieno il proprio giardino e renderlo pratico e confortevole è bene pensare alla predisposizione di sistemi in grado di mitigare l'effetto dei raggi solari, soprattutto quando que...

TENDA PER GAZEBO A BRATELLA ECRU CM.160x270 H

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,69€


Costruire un gazebo in legno

Costruire un gazebo in legno Noi daremo delle indicazioni circa la realizzazione di un gazebo a pianta quadrata (240cmx240cm) con struttura in legno e tetto spiovente, da ancorare ad un pavimento in terra battuta.

Per questo tipo di struttura, bisogna considerare che esso sarà alto, anteriormente, circa 260 cm, e posteriormente circa 230 cm. La copertura sarà di lastre in policarbonato color fumè spessa due centimetri, e l’ ancoraggio avverrà tramite colata di cemento. Per creare poi una barriera alle folate di vento, saranno posizionate delle lastre di policarbonato trasparenti che occuperanno lo spazio a partire da cinquanta centimetri dal pavimento fino a 150 cm,quindi che chiuderanno quasi completamente il gazebo.

L’ abbinamento tra legno e policarbonato è un ottimo compromesso tra rustico e moderno, una soluzione elegante e anche molto funzionale, dal momento che il policarbonato ha la trasparenza del vetro ma una resistenza agli urti circa 250 volte superiore a quella di quest’ ultima.

Ovviamente queste sono indicazioni di massima che possono essere impiegate anche con l'utilizzo di materiali con differenti finiture.


Attrezzi gazebi fai da te

Attrezzi gazebi fai da te Ovviamente, prima di procedere con la realizzazione del gazebo fai da te, la prima cosa da fare è munirsi di tutti gli attrezzi necessari e di tutto il materiale che poi servirà per la realizzazione di una struttura completamente solida e di buona qualità, e per l’ esecuzione impeccabile del lavoro, senza intoppi ne problemi di sorta.

Per quanto riguarda gli attrezzi necessari, essi saranno:

1. Una rotella metrica;

2. Quattro paletti;

3. Una corda;

4. Un martello,

5. Una vanga;

6. Un piccone;

7. Un secchio da muratore;

8. Una cazzuola;

9. Un badile;

10. Una chiave inglese;

11. Un segaccio;

12. Un trapano con la punta per il legno da 12 mm;

13. Uno scaletto professionale.

Questi attrezzi possono essere facilmente reperiti presso ferramenta o punti vendita che si occupano della vendita di prodotti per il bricolage, come ad esempio Brico o Leroy Merlin, solo per citare alcuni nomi importanti.


Materiale per costruire gazebo

Per quanto riguarda invece il materiale indispensabile, ecco la lista:

1. Malta cementizia;

2. Otto bulloni a testa tonda per fissare le travi in legno (12 mm di diametro e 30 cm di lunghezza);

3. Otto bulloni per fissare il pannello di copertura (17 centimetri di lunghezza e 12 mm di diametro);

4. 1 pannelli di policarbonato fumè (2 cm di spessore, 270cm x 270, quindi quadrato);

5. 3 pannelli di policarbonato trasparente (100 cm x 240 cm e 2 cm di spessore);

6. 4 pali ( 15cm x 15 cm e 310 cm di lunghezza);

7. 8 travi (12 x 12 cm e 240 cm di lunghezza);

Questi materiali possono essere reperiti nei centri per il bricolage e possono essere tagliati usufruendo del servizo di taglio legno interno. In assenza di esigenze particolari si può optare anche per un kit prefabbricato già completo di tutto.


Come fare un gazebo in legno

Come fare un gazebo in legno Ecco una breve ma essenziale guida su come montare e realizzare un gazebo in legno dalle dimensioni suddette:

1. La prima cosa da fare, ovviamente, è preparare tutto il materiale e tutti gli attrezzi necessari per la realizzazione del gazebo.

2. A questo punto, con quattro paletti, un martello, una corta e una rotella metrica, bisogna segnare il perimetro del gazebo.

3. Terminata questa operazione, si andrà a scavare, con l’ ausilio di una vanga,agli angoli della base 4 buche di 35x35 cm e profonde circa 45 cm. Se il terreno è particolarmente duro, ci si può munire di un piccone.

4. Bisogna sistemare, ora, uno strato di ghiaia spesso circa 7 cm sul fondo di ogni buca per agevolare il drenaggio dell’ acqua.

5. A questo punto bisogna impastare la malta, scegliendo la malta premiscelata. Questa si può preparare una volta per ogni buca, impastando nel secchio per muratore con la cazzuola, oppure una volta sola, quindi usando un badile.

6. Preparate le buche, bisogna sistemare i quattro pali nelle rispettive buche, allineandoli perfettamente con la corda e puntellando ognuno di essi ad un’ altezza di 1, 5 m circa dal suolo, con due travetti inchiodati frontalmente su due lati opposti al palo, dopo averli posizionati a piombo con la livella.

7. Ora i quattro pali vanno “affogati” con la colata di cemento e bisogna attendere 24-36 ore per continuare il lavoro.

8. Ora, utilizzando uno scaletto e un segaccio, si devono segare i due pali anteriori a 260 cm dal suolo e quelli posteriori a 230 cm. Alla loro estrmità, con bulloni passanti, dopo aver eseguito dei fori con il trapano bisogna ancorare delle travi da 12x12x240 cm. Le travi anteriore e posteriore saranno fissate esternamente ai pali, mentre quelle laterali saranno fissate internamente.

9. Vanno poi fissate le restanti quattro travi, di sezione 12cm x 12 cm x 240 cm, distanziandole 80 cm una dall’ altra. Questa serviranno a sostenere i pannelli di copertura. Anche queste ultime trav sono da fissare con bulloni a testa tonda dopo aver effettuato i fori.

10. Alle travi di copertura andranno quindi fissati i pannelli di policarbonato, facendo in modo che ogni lato fuoriesca dalla struttura di almeno 15 cm, a mo di pensilina, ancorandoli sempre con i bulloni.

11. Alle pareti laterali, a questo punto, come anche alla parete posteriore, partendo da cinquanta centimetri dal suolo e cento centimetri di altezza, bisogna fissare i pannelli di policarbonato trasparente.

12. A questo punto, il gazebo può essere arredato come meglio si crede: con un tavolo e delle sedie, con un tavolino e delle poltroncine, con un divano ecc ecc.


Gazebo Fai da Te: Manutenzione

conservare gazebo in legno Ricordiamo che sia si realizzi un gazebo in legno che lo si realizzi in ferro, o anche se lo si comperi, bisogna trattare la struttura per proteggerla da vari elementi che potrebbero gravemente danneggiarla e portarla ad un progressivo deterioramento.

Sappiamo tutti, per quanto riguarda il legno, che si tratta di un elemento vivo, soggetto a muffe e batteri, al deterioramento dovuto dagli agenti atmosferici e all’ attacco di insetti parassitari come i tarli. Pertanto, non basta che la copertura sia di materiale impermeabile ed ignifugo, resistente allo strappo, ma, affinchè il gazebo duri nel tempo, è indispensabile averne la giusta cura.

Per conservare un gazebo in legno, bisogna trattare le travi prima della posa in opera, in modo da poter raggiungerne tutte le parti, con dell’ impermeabilizzante e con del liquido antitarlo. Questa operazione va ripetuta a distanza di qualche anno, per fare in modo che il gazebo sia sempre ben conservato e sia esposto il meno possibile agli agenti degradanti.

Se invece il gazebo è in ferro, bisogna trattarlo con un liquido antiruggine, dal momento che sappiamo che il ferro, a contatto con l’ acqua, tende ad arrugginirsi con effetti sia antiestetici che degradanti per la struttura.

Non bisogna preoccuparsi se invece il gazebo è stato già trattato con tali elementi, quindi quando lo si compera già preparato dalle aziende produttrici, stessa cosa vale per quello in legno.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO