Tipi di giardini

Chi si occupa di “fai da te” saprà sicuramente che, tra le pratiche rispondenti al nome di “bricolage”, una di quelle “per eccellenza” è sicuramente il giardinaggio. Il giardinaggio è un' attività molto utile, sia per l' ambiente che circonda l' uomo, sia per l' uomo stesso il quale, attraverso di esso, può venire a contatto con la natura, imparare a prendersene cura nel modo migliore e quindi ad ottenere da essa anche particolari soddisfazioni, ma non solo: una pianta ben coltivata offre all' uomo anche dei frutti o delle verdure che contribuiscono al suo sostentamento. Si tratta, quindi, di un' attività molto utile, che, allo stesso tempo, permette anche di rilassarsi e di distrarsi.

Ovviamente, per occuparsi di giardinaggio il primo requisito, quello di base, è possedere un piccolo giardino. Non tutti i giardini sono uguali, e di conseguenza sono variabili anche le modalità di coltivazione e i mezzi attraverso i quali è possibile prendersene cura. Riconoscere le varie tipologie di giardino è quindi necessario, ... continua


Articoli su : Tipi di giardini


1          3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
1          3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , per chi si occupa di fai da te nel campo del giardinaggio, per saper distinguere le varie esigenze che caratterizzano e differenziano un giardino dall' altro, e quindi saper sopperire ad esse. Inoltre, è anche necessario per saper scegliere quale è il più idoneo ai propri mezzi, alle proprie capacità e alle proprie aspettative, prima di proseguire alla sua creazione. Un giardino può essere, quindi, formato in tantissime tipologie. Ovviamente, chi si occupa di giardinaggio deve conoscerle tutte per poter scegliere la più idonea ai propri mezzi e quella che più permette di soddisfare le proprie preferenze o anche, in alcuni casi, le esigenze estetiche che possono venirsi a creare. “Creare” un giardino non è una cosa molto semplice. Innanzitutto, è bene spiegare che il termine “creare” è inteso non nel senso letterale del termine, ma piuttosto “figurato”: in questa sezione, infatti, sarà spiegato come “partire” con la coltivazione di una tipologia di giardino, ovvero da come trattare il terreno, da quali piante seminare per prime, quali dopo e via dicendo.

Per quanto riguarda la difficoltà di questo processo, essa dipende sopratutto dalla tipologia di giardino che si sceglie, e quindi dalla tipologia di pianta che si richiede: considerato il terreno, il clima e la resistenza all' adattarsi ad un determinato ambiente di una pianta, spesso una pianta può richiedere molto tempo per svilupparsi, oppure può addirittura non nascere. Altri tipi di giardini, invece, composti da piante caratterizzate da una capacità di adattamento più elevata, possono subito dare le prime “soddisfazioni”.

In questa sezione, saranno spiegati i metodi e i processi attraverso cui si deve trattare il terreno e seminare le piante, e saranno indicati i “tempi di attesa” standard, oltre a delle indicazioni su quali sono le piante che tendono a svilupparsi con più facilità.

Come è stato già detto, le tipologie di giardino che possono essere scelte sono davvero tante. Chi si occupa di giardinaggio deve dapprima conoscerle tutte per poi poter proseguire alla scelta di una di questa tipologia.

Ovviamente, prima di procedere alla scelta è anche bene ponderare vari fattori, che, se trascurati, potrebbero far si che si prenda una decisione sbagliata o molto difficile da realizzare.

Infatti, è molto importante tenere in conto quali sono i fattori che determinano la crescita salutare o meno di una pianta, quali sono le piante più idonee ad adattarsi a quei requisiti di cui il territorio su cui si intende creare il proprio giardino dispone. E' quindi necessario informarsi in modo accurato sulle varie tipologie di giardino, sulle piante che esse possono contenere, su quali sono le esigenze di queste piante e sul grado di difficoltà che la loro coltivazione comporta. Questo naturalmente al fine di impedire una scelta che poi possa risultare fallace, difficile da realizzare, se non impossibile.

Oltre ad informarsi sulle varie piante e sulle loro esigenze, è anche bene fare un' attenta analisi del territorio di cui si dispone e delle sue caratteristiche per poter capire quali sono le piante più adatte a quel tipo di territorio.

Inoltre, in alcuni casi, si devono anche tenere in considerazione fattori come la grandezza del territorio di cui si dispone per la creazione del proprio giardino ed eventuali esigenze estetiche: spesso, infatti, il giardino nasce non solo dalla volontà di occuparsi di giardinaggio, ma anche come fonte di ornamento per la propria abitazione.

Ovviamente i vari fattori, che in alcuni casi possono rivelarsi limitanti nella scelta del giardino, sebbene siano da tenere in forte considerazione, non sono da ritenersi determinanti: grazie alle nuove tecnologie presenti nel campo del giardinaggio, è sempre possibile creare una tipologia di giardino anche ove le naturali caratteristiche del territorio non lo permetterebbero. In questa sezione sarà dunque possibile venire a conoscenza di quali sono i fattori da tenere in considerazione nella scelta del giardino e saranno presenti vari consigli su come scegliere.

Guarda il Video