Geotermico

Il settore geotermico si riferisce agli impianti che sfruttano il calore della crosta terrestre per produrre energia. La Terra, infatti, ma mano che si scende in profondità e ci si avvicina alla crosta, presenta temperature elevate. Questo calore è, dunque, intrappolato in una parte del pianeta difficilmente raggiungibile dall’Uomo. Se così fosse, però, l’energia geotermica sarebbe difficilmente utilizzabile. In realtà, sfruttando alcune “falle” della superficie terrestre, si può utilizzare gran parte del calore proveniente dalla crosta e dal mantello del pianeta. Uno studio americano ha, infatti, evidenziato che con l’energia geotermica si potrebbero soddisfare i bisogni energetici dell’Uomo per altri 4 mila anni. L’energia geotermica complessivamente prodotta dal pianeta è ingente, ma solo una parte è estraibile ed utilizzabile. La porzione di calore terrestre utilizzabile per produrre energia è quella che si trova in prossimità di zone vulcaniche o termali. In questi territorio, ... continua

Articoli su : Geotermico


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
  • Casa geobiologica

    geobiologia  L'inquinamento terrestre mette sempre più a rischio la salute di ognuno di noi. Tra i tanti modi per mettersi al riparo da questi pericoli c'è la costruzione di case geobiologiche
  • Energia geotermica

    Energia geotermica Con l’espressione " energia geotermica " si intende comunemente il calore di alcune parti dell’invol
  • Impianto geotermico

    Impianto geotermico In greco, Geo significa terra e Terme significa calore. Da qui, si evince che le centrali geotermich
  • Riscaldamento geotermico

    Riscaldamento geotermico A livello industriale, la geotermia sfrutta Il calore endogeno terrestre originato dalla spinta dell
  • riscaldamento geotermico casa

    impianto I tradizionali impianti di riscaldamento, stanno per essere sostituiti da nuovi impianti, apostrofat
  • Termografia

    Termografia La termografia ad infrarosso è un'indagine assolutamente non invasiva utile a capire quanta dispersi
  • termografia ad infrarossi

    Energia geotermica
ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , la superficie del suolo è collegata a porzioni di crosta terrestre da cui emerge vapore e calore. Questi due elementi vengono ampiamente usati nei centri termali a scopo curativo, ma grazie ad impianti chiamati “geotermici”, questi vapori vengono trasformati in energia elettrica e in calore per il riscaldamento dell’acqua di casa e dell’intera abitazione. Le centrali geotermiche si compongono di turbine speciali che catturano e trasformano i vapori geotermici provenienti dalla crosta terrestre. L’energia geotermica, anche se causata dalla naturale radioattività terrestre, è un’energia ecosostenibile e rinnovabile. Le centrali geotermiche, come già detto, sfruttano i vapori emessi da alcune zone della superficie terrestre. Queste zone, dette “sorgenti geotermiche”, possono essere idrotermiche, geopressurizzate e petrotermiche. Le prime si trovano a una profondità di circa mille o duemila metri e presentano vapore misto ad acqua. Le seconde si trovano a una profondità compresa tra tremila e diecimila metri e presentano acqua a pressioni molto elevate. Le ultime si trovano a profondità superiori ai diecimila metri e non presentano acqua, ma solo materiale roccioso molto caldo. L’energia geotermica si può estrarre dalle sorgenti idrotermiche o geopressurizzate, mentre è più difficile estrarla dalle sorgenti petrotermiche. Quando le centrali riescono a raccogliere e trasformare l’energia geotermica, si possono ottenere forme di energia utili per le case, le industrie e le serre. Se l’estrazione riguarda maggiormente il vapore, si otterrà energia elettrica; se riguarda l’acqua calda, si otterrà calore per gli impianti di riscaldamento. Gli impianti geotermici che producono calore vengono detti anche impianti di “teleriscaldamento”.