Impianto geotermico

Gli impianti geotermici: come funzionano?

In greco, Geo significa terra e Terme significa calore. Da qui, si evince che le centrali geotermiche sfruttano il calore della terra per produrre energia elettrica. Secondo l'Energy Information Administration, in tutto il mondo sono stati generati 15 miliardi di chilowattora di energia utilizzando le centrali geotermiche. L'impianto geotermico utilizza il calore proveniente dal nucleo della Terra per produrre energia elettrica utilizzabile. Poiché la Terra ha sostanzialmente molta energia termica che può essere utilizzata o estratta da impianti geotermici, gli scienziati considerano la geotermia una pratica sostenibile. Lo sfiato geotermico è la prima componente dell'impianto. Vi è poi un pozzo molto profondo, che la centrale usa per sfruttare il calore della Terra. Gli impianti geotermici più avanzati tecnologicamente, denominati propriamente Flash, portano l'acqua ad altissima pressione verso l'alto. Gli impianti a vapore secco, invece, sfruttano pozzi profondi ben tre chilometri, per raggiungere un punto in cui la Terra è abbastanza calda per far ribollire l'acqua. Un'altra componente chiave di un impianto geotermico è l'unità di produzione di vapore, che può assumere molteplici forme. In uno sfogo di vapore Flash, l'acqua surriscaldata è tratta dal suo luogo sotterraneo tramite serbatoi a bassa pressione. La pressione della Terra mantiene l'acqua in forma liquida, nonostante l'elevata temperatura. Questo dispositivo elimina la pressione, in modo che l'acqua possa trasformarsi in vapore.

Indipendentemente dal tipo di impianto, il vapore viene pompato dalla bocca geotermica e trasportato a una grande turbina. La turbina è collegata ad un generatore elettrico, e appena essa comincia a girare, il generatore trasforma l'energia meccanica in elettrica, convertendo così il calore della Terra in energia elettrica utilizzabile. Dopo che il vapore ha attraversato la turbina, continua il suo viaggio fino alla camera di condensazione, che lo trasforma nuovamente in acqua liquida, raffreddandolo molto velocemente. Il calore in eccesso può essere utilizzato per altre applicazioni, come ad esempio le serre. L'acqua raffreddata viene poi generalmente pompata di nuovo nel terreno per riavviare il processo di bollitura di vapore a secco o per ricostituire la falda acquifera naturale.

Impianto geotermico

Bilderdepot24 Carta da parati in TNT "Morning Glory Pool - nero bianco" 265x200 cm - pasta incluso - direttamente dal produttore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 54,54€
(Risparmi 55,41€)


Pro e contro della Geotermia

Pro e contro della GeotermiaL'energia geotermica è una delle fonti energetiche più pulite e con basso impatto ambientale. Per questo motivo si sta diffondendo sempre di più in molteplici settori. Purtroppo, le centrali geotermiche sono piuttosto costose da realizzare, e ancora di più da gestire, rispetto alle centrali tradizionali. Nonostante il suo grande potenziale, al giorno d'oggi viene sfruttato solo circa l'1% delle risorse idrotermali della Terra. Le emissioni della centrale geotermica non sono assolutamente dannose, in quanto sono costituite essenzialmente da acqua e vapore. L'acqua inoltre, non viene consumata, perché una volta trasformata prima in vapore e poi in energia, viene comunque reintrodotta, per una buona parte, nelle falde acquifere dalle quali è stata estratta inizialmente.

  • impianto I tradizionali impianti di riscaldamento, stanno per essere sostituiti da nuovi impianti, apostrofati come “geotermici”. Nel Nord dell’Europa e negli stati Uniti, già da diverso tempo, il riscaldament...
  • Riscaldamento geotermico A livello industriale, la geotermia sfrutta Il calore endogeno terrestre originato dalla spinta delle onde magmatiche che fratturando il sottosuolo permettono all'acqua di infiltrarsi e di vaporizzare...

Bosch PTD 1 Pistola Termica

Prezzo: in offerta su Amazon a: 116,89€
(Risparmi 13,06€)


Impianto geotermico: Il futuro della Geotermia

Con la tecnologia attuale, le centrali geotermiche possono essere costruite solo dove esistono fonti di vapore o acqua calda geotermica naturali. Gli scienziati però, stanno lavorando su metodologie più avanzate, volte a creare centrali economicamente efficienti, che possano utilizzare le fonti geotermiche create artificialmente. La geotermia ha altri usi oltre alla produzione di energia elettrica. Le fonti geotermiche di acqua calda, possono essere usate per riscaldare gli edifici in modo funzionale ed efficiente: l'acqua calda viene pompata attraverso tubi situati nelle pareti dell'edificio, per poter creare calore. Oltre a ciò, si può anche sfruttare come fonte di acqua calda, sempre in ambito domestico. Sia il calore che l'acqua provenienti dalle centrali geotermiche, non devono essere riscaldati, e si rivelano quindi una fonte pulita ed economica. Per tutti questi motivi, il futuro della geotermia appare senza ombra di dubbio roseo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO