Cerasarda

Cosa sono le pianelle cerasarda

Prima di passare a raccontarvi quali possono essere le accortezze da rispettare per poter pulire e mantenere al meglio il vostro rivestimento in cerasarda è d'obbligo raccontare che cosa sia questo tipo di materiale e quali sono le sue caratteristiche.

La cerasarda prende il nome dal luogo in cui ha avuto origine, essendo una tecnica inventata nel 1963 ad Olbia; è un particolare tipo di cotto smaltato che prende i colori e la solarità della Costa Smeralda.

Questo tipo di materiale viene impiegato per allestire degli ambienti colori ed effetto, con pianelle dall'aspetto unico ed inconfondibile, che richiamano i colori del mare. Ovviamente, data l'esclusività del rivestimento, i prezzi non sono propriamente economici, ma, con una corretta manutenzione, questo rivestimento risulterà essere una scelta duratura e dal fascino indiscutibile.

esempio di bagno rivestito con cerasarda

Attrezzi da camino Z120 Oro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 57,95€


Come evitare di rovinare la cerasarda

mattonelle in cerasarda Prendersi cura di questa particolare tipologia di piastrelle può essere molto difficile, e pertanto è bene sapere come evitare di rovinarle.

Come prima cosa, quando si decide di pulire la cerasarda, risulta essere necessario evitare a tutti i costi l'utilizzo di prodotti chimici o acidi: questi infatti non fanno altro che corrodere la cerasarda, o addirittura scrostare i disegni o ancora danneggiarli in maniera irreparabile, cosa che, come detto prima, deve essere assolutamente evitata.

Allo stesso tempo, bisogna assolutamente evitare prodotti generici sgrassanti o spugnette in metallo che potrebbero causare danni irreparabili al rivestimento.

La pulizia quindi richiede moltissima attenzione: se tutti questi prodotti possono danneggiare i pavimenti in cerasarda, quelli che effettivamente possono pulirli correttamente, senza causare problemi sono pochi e sopratutto difficili da trovare.

Da evitare anche acqua e sopratutto stracci sporchi, i quali, ovviamente, potrebbero rovinare l'effetto che possiede la cerasarda.

  • esempio di gres porcellanato lappato Il fai da te permette di eseguire moltissime operazioni in svariati campi, quindi tutti, qualsiasi siano i propri interessi, le proprie necessità e le proprie capacità, possono occuparsi di fai da te...
  • pavimenti in gomma posa I pavimenti in gomma costituiscono una tipologia di pavimentazione prettamente moderna spesso molto utile. I pavimenti in gomma, infatti, permettono di usufruire dei tantissimi vantaggi che sono in gr...
  • legno Quando si varca la soglia di una casa, si sa, ci si può trovare di fronte ogni tipo di materiale: è una questione di gusti, di legami, ma anche di esigenze specifiche, spesso legate all’ubicazione del...
  • camminare Ci sono fortune che abbiamo, indiscutibilmente abbiamo, e di cui non ci rendiamo mai conto. Ci facciamo prendere dalla frenesia quotidiana, dai ritmi stressanti che ci impongono il lavoro e la vita in...

HOMEGARDEN Kit di pulizia per tubi da camino kit spazzacamino 8 pz

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,26€


Come e quali prodotti scegliere per pulire la cerasarda

esempio di pavimento in cerasarda Come si possono scegliere quindi i prodotti per la pulizia di questi particolari pavimenti? Come è facilmente intuibile, vista la delicatezza che li contraddistingue e caratterizza, i pavimenti in cerasarda richiedono particolari prodotti che permettono appunto una pulizia perfetta ed allo stesso tempo evitano al proprietario di una casa di rovinarli: uno di questi prodotti specifici è rappresentato dai prodotti a base neutra che, grazie alla loro particolare quanto semplice composizione, non hanno particolari agenti che potrebbero in un qualche modo danneggiare la cerasarda.

Per proteggere il loro particolare effetto invece, è opportuno acquistare i prodotti che proteggono l'effetto craquelè: questo infatti è caratteristico della cerasarda, e grazie al prodotto, l'effetto dovrebbe rimanere intatto e incontaminato per sempre.

Per permettergli di poter mantenere intatta la loro lucidità, bisogna invece acquistare il prodotto specifico per trattare questo tipo di materiale: grazie ad esso, il pavimento risulterà essere impermeabile e manterrà così intatta la sua integrità.

Infine vi sono altri due prodotti molto utili per prendersi cura della cerasarda: uno di questi è il protettore dei colori, una soluzione che consente di proteggere la bellezza delle pianelle e di evitare che scoloriscano, mentre il secondo è il prodotto che permette di rimuovere ogni singola macchia senza provocare aloni o segni indelebili che comprometterebbero tutto il rivestimento.

Per acquistare questi prodotti è possible rivolgersi ai tanti store dedicati al fai da te o ai negozi che forniscono questo tipo di rivestimento, che ben sapranno consigliarvi sulla migliore soluzione.


Cerasarda: Come pulire la cerasarda

rivestimento in cerasarda Per pulire i pavimenti in cerasarda non occorrono particolari accorgimenti, oltre alla scelta dettagliata dei vari prodotti: occorre semplicemente utilizzare innanzitutto acqua e stracci puliti poiché, come detto prima, contrariamente si rovinerebbero i pavimenti.

Un altro aspetto fondamentale, spesso trascurato, è quello di leggere con attenzione, quali siano le indicazioni presenti sul prodotto per ciò che concerne il suo corretto utilizzo, per evitare di utilizzarlo in concentrazioni troppo elevate.

Diluiti i prodotti, bisognerà procedere come se si trattasse di un semplice pavimento, cercando ovviamente di non strofinare con troppa veemenza: bisogna infatti cercare di essere delicati, in quanto in questo modo si eliminerà lo sporco o si proteggerà la cerasarda, senza il rischio di provocare segni e macchie indesiderate.



COMMENTI SULL' ARTICOLO