Il camino

Cos'è:

Attraverso il fai da te è possibile occuparsi di varie attività, tra cui anche la propria casa, il proprio ufficio o altre strutture. Tali edifici possono essere costruiti o rimodernati, facendo in modo che rispecchino i gusti e la personalità di chi li possiede e di chi vi trascorre molto tempo. Quando si vuole inserire un elemento di riscaldamento nella propria casa, generalmente una delle opzioni maggiormente prese in considerazione è quella del camino. Il camino è un elemento che permette il riscaldamento di un ambiente ed è il più antico mezzo di riscaldamento inventato. Questo si può vedere, ad esempio, visitando grandi castelli o abitazioni molto vecchie: in queste si può osservare che in quasi ogni stanza, anticamente, c'era il camino, che era l' unica fonte di riscaldamento delle abitazioni. Il grandezza è un elemento che è possibile trovare in varie dimensioni, forme e che può essere edificato in moltissimi materiali. In genere sono costruiti in una parete o possono fare angolo all' interno di una stanza, e sono collegati ad una canna fumaria, all' interno del quale viene convogliato il fumo che iene prodotto dalla combustione del carburante (generalmente legna). Questo sistema fu inventato dai Normanni, i quali cercarono una soluzione a quello che era il problema del tempo, ovvero il fatto che, allora, alla combustione del fuoco veniva dedicata una vera e propria sala all' interno dell' abitazione, in genere l' altro, il che era non solo pericoloso, ma inoltre limitava l' utilizzo della propria abitazione. Oggi, il camino è presente in varie soluzioni, vi sono i camini a camera aperta e chiusa, ma un' altra distinzione è quella dei camini in base al carburante che sfruttano. Vi sono camini, quelli tradizionali, che utilizzano ancora la legna, mente altri utilizzano altri carburanti, innovativi e anche alquanto vantaggiosi, che sono stati integrati negli ultimi anni, per rendere più agevole l' uso del camino per tutti. Stesso discorso per il modello architettonico dei camini: da quelli tradizionali che si creano nelle pareti a quelli che possono essere spostati facilmente da una parte all' altra dell' abitazione. Anche questo per dare a tutti la possibilità di utilizzare il camino come elemento di riscaldamento che, si sa, riesce a creare un' atmosfera che nessun altro elemento di riscaldamento riesce a trasmettere.

Camino a camera aperta:

Il camino a camera aperta corrisponde al primo camino mai inventato nella storia, quindi al camino più antico. Si tratta dunque del camino tradizionale che è possibile trovare in qualsiasi casa antica o anche su documenti storici. I camini a camera aperta sono stabiliti a ridosso della parete, o nell' angolo, e il luogo in cui la fiamma brucia, detto braciere, è aperto da un lato, ovvero il lato che da sulla stanza da riscaldare, in modo che la fiamma del camino possa diffondere liberamente il suo calore nella stanza. Questi camini non si sono molto evoluti dai primi camini, fatta eccezione per i nuovi design, che rendono i camini anche tradizionali contemporanei ed adatti a case in stile moderno e per quegli accorgimenti atti a renderne migliore l' efficienza, quindi atti a limitare il calore che esce dalla canna fumaria, cercando di convogliare quanta più aria calda possibile nell' ambiente. Questo scopo si persegue con un adeguato ridimensionamento della canna fumaria e del braciere.

camino

Gel ed Etanolo Caminetto Caminetti Camino Paris Deluxe Royal Scegli il colore (Bianco)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 189€


Camino a camera chiusa:

camino modernoIl camino a camera chiusa è di invenzione più recente rispetto al camino a camera aperta. La sua peculiarità, come si evince dal nome stessso, è che questa tipologia di camino non comunica direttamente con l' ambiente che deve riscaldare, ma è diviso da esso per mezzo di uno “schermo”, quindi di una parete, che generalmente è il vetro, in modo da permettere di godere della visione della fiamma, la quale crea sempre un' atmosfera calda e particolare. Il genere, i camini a camera chiusa sono più costosi, ma in compenso presentano anche molti vantaggi. Essi sono composti in ghisa e in lamiera di ferro e per lo più la loro forma è rettangolare o quadrata. Questi camini assicurarno una maggiore efficienza, una maggiore autonomia e minore bisogno di manutenzione, quindi sono molto comodi e pratici e impiantabili in qualsiasi tipo di abitazione.

  • case nella neve L’inverno, si sa, è una stagione particolare. C’è chi la odia e c’è chi la ama: si tratta di un periodo particolare proprio per questo: o lo si odia o lo si ama, non ci sono vie di mezzo, soprattutto ...
  • camino centrale Il camino richiama concettualmente l’idea del focolare, della legna che scoppietta, dell’odore acre del vino, del silenzio; il camino è il file rouge che collega sentimenti, emozioni, sensazioni, pers...
  • termocamino Nei tradizionali impianti di riscaldamento a circuito, l’acqua, prima di raggiungere i termosifoni, transita attraverso uno scambiatore di calore collocato all’interno di una caldaia. La stessa cosa a...
  • camino ecologico Oltre ad essere disegnato per arredare in modo elegante gli ambienti utilizzando la fiamma, il camino a bioetanolo può essere considerato un vero e proprio dispositivo di riscaldamento che può arrivar...

Kamino-Trend 337061 - Set di attrezzi per il camino in acciaio pressofuso, altezza 73 cm, 4 pz

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,13€


Camino a camera aperta:

Il camino a camera aperta corrisponde al primo camino mai inventato nella storia, quindi al camino più antico. Si tratta dunque del camino tradizionale che è possibile trovare in qualsiasi casa antica o anche su documenti storici. I camini a camera aperta sono stabiliti a ridosso della parete, o nell' angolo, e il luogo in cui la fiamma brucia, detto braciere, è aperto da un lato, ovvero il lato che da sulla stanza da riscaldare, in modo che la fiamma del camino possa diffondere liberamente il suo calore nella stanza. Questi camini non si sono molto evoluti dai primi camini, fatta eccezione per i nuovi design, che rendono i camini anche tradizionali contemporanei ed adatti a case in stile moderno e per quegli accorgimenti atti a renderne migliore l' efficienza, quindi atti a limitare il calore che esce dalla canna fumaria, cercando di convogliare quanta più aria calda possibile nell' ambiente. Questo scopo si persegue con un adeguato ridimensionamento della canna fumaria e del braciere.


Il camino: Combustibile:

In genere, almeno per quanto riguarda i camini tradizionali, ma anche per i camini più innovativi, il combustibile che viene utilizzato è il legno. Questo generalmente dovrebbe essere stagionato almeno due anni e non dovrebbero essere resinosi, poiché non riuscirebbero a bruciare completamente ma produrrebbero molto fumo. Per aumentare l' efficienza del camino, però, oltre al camino standard è stato inventato anche il termocamino o camino a pellet, che contiene un serbatoio con il pellet che viene convogliato regolarmente nel braciere, dove brucia e produce la fiamma e quindi il calore. Inoltre, sono anche disponibili in commercio i biocaminetti, che utilizzano alcol etilico come carburante, non necessitano di canna fumaria e sono completamente innocui per l' ambiente, in quanto non utilizzano come carburante la legna prelevata dai boschi, ne disperdono nell' aria il fumo prodotto dalla combustione.



COMMENTI SULL' ARTICOLO