Camini ghisa

Come pulire un camino in ghisa

Un camino in ghisa porta un tocco di eleganza a qualsiasi casa. Perché si mantenga bello come appena acquistato, è opportuno eseguire una regolare pulizia.

Sistemate dei fogli di giornale intorno al bordo del camino per evitare che la fuliggine sporchi tappeti e piastrelle. Indossate guanti, una mascherina e occhiali di sicurezza per evitare che la polvere possa arrecarvi danni.

Rimuovete i residui di carbone dal camino. Se è stato utilizzato di recente, aiutatevi con una pala e un secchio di metallo. Spazzate i detriti dalla superficie dal camino con una spazzola metallica. Questa azione preparerà il caminetto alla pulizia più profonda che eseguirete successivamente.

Eliminate la polvere residua con un panno di cotone inumidito con una piccola quantità di acqua ragia minerale. Ripristinate poi il colore originale della ghisa con una pasta specifica per l'annerimento, che stenderete utilizzando un pennello a setole morbide o un panno privo di lanugine. Non dimenticatevi le parti esterne del caminetto. Pulite il pannello centrale con una spugnetta e una miscela composta da acqua minerale e un misurino di detergente liquido, meglio se neutro. Sciacquate accuratamente e asciugate. La mensola superiore solitamente si annerisce a causa del fumo. La sua pulizia deve essere quindi più aggressiva e mirata. Preparate in una ciotola 1 parte di aceto di mele e 2 parti di acqua. Passate su tutta la superficie un panno imbevuto con questo prodotto schiarente homemade. Ripetete l'operazione una seconda volta. Se notate che il metodo non funziona, sostituite all'aceto un misurino di candeggina. Quando siete soddisfatti del risultato, sciaquate con acqua molto calda e asciugate. Passate infine alla struttura esterna del camino. Sarà sufficiente un panno e un po' di detergente sgrassante. Fate però attenzione a non graffiare l'area e a non utilizzare prodotti a base alcolica, che potrebbero arrecare dei danni al materiale di rivestimento.

Camini ghisa

Vintage Living-Griglia in ghisa, con supporto in legno, carbone-Cesto legna per camino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,02€


Caminetti in ghisa: quali sono gli attrezzi necessari per il loro corretto funzionamento?

Caminetti in ghisaGli attrezzi del camino devono essere realizzati con materiali in grado di resistere a improvvisi sbalzi di temperatura. La ghisa è sicuramente la soluzione perfetta.

Tenete a disposizione un poker, ovvero un attrezzo costituito da un lungo manico appuntito, che viene usato per spostare i materiali che bruciano all'interno del focolare. Può essere utilizzato inoltre per i regolare i registri di posizione, per portare nuova brace e per avvicinare o recuperare velocemente il materiale incombusto caduto lontano dalla fiamma. Spostare i carboni ardenti con il poker permette anche di avere più aria e calore supplementare. Le pinze in ferro consentono di sollevare e spostare tronchi ardenti, senza doversi avvicinare troppo al fuoco. Infine, procuratevi un soffietto per alimentare la fiamma.

  • caminetto sospeso moderno Uno dei mezzi di riscaldamento più apprezzati e più utilizzati, sin dall’ antichità, è sicuramente il camino. Si tratta, infatti, di un metodo che unisce funzionalità a bellezza estetica, creando del...
  • caminetto rustico in pietra I caminetti sono delle soluzioni per il riscaldamento che sempre più spesso sono sostituite da altri mezzi, come, ad esempio, i condizionatori deumidificatori che consentono di raffrescare la casa dur...
  • I caminetti in pietra non sono altro che dei caminetti rustici, caminetti quindi che rispecchiano la tradizione, ma che sanno integrare anche bene tutte le esigenze del momento, grazie alle nuove tecn...
  • I caminetti sono delle struture in grado di integrare l’ efficienza pratica alla bellezza estetica, come molti altri elementi di riscaldamento, ma inoltre sono anche elementi in grado di creare atmosf...

Set attrezzi camino in ghisa L23xPR19xH75 cm finitura ruggine anticata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 82,99€
(Risparmi 67,01€)


Camini ghisa: Come sostituire l'inserto del camino in ghisa

Gli inserti possono essere realizzati in acciaio o in ghisa. Alcuni di essi sono anche dotati di ventilatori, che migliorano la circolazione dell'aria calda nella stanza. Con l'usura e il passare del tempo possono arrugginirsi e corrodersi, richiedendo una sostituzione.

Quando vi apprestate a togliere l'inserto, chiedete ad una seconda persona di aiutarvi a sorreggerlo, perché è piuttosto pesante. Posizionate un cartone sopra il focolare per evitare che si graffi a causa dello spostamento dell'inserto stesso. Dopo la sua rimozione, pulite l'area con una scopa di saggina.

Tagliate poi il calafataggio intorno al lato esterno dell'inserto. Allentate le viti di fissaggio sul lato del pannello superiore. Le viti dovrebbero variare da un minimo di 6 a un massimo di 12 elementi, a seconda della larghezza del camino.

A questo punto slacciate la linea di sfiato, posizionandovi all'interno del camino. Per proteggervi dalla fuliggine, sarebbe bene indossare degli occhialini e una mascherina.

Estraete il nuovo inserto dalla scatola di imballaggio e posatelo delicatamente sul cartone. Posizionate il nuovo elemento in sede, assicurandovi che le sue dimensioni siano corrette. Rimettete le viti di fissaggio e accendete il camino per verificare che la sostituzione sia andata a buon fine.



COMMENTI SULL' ARTICOLO