viti autofilettanti

Caratteristiche tecniche principali delle viti autofilettanti

Le viti autofilettanti sono costituite da un corpo centrale a forma conica o cilindrica e da una parte terminale ben appuntita foggiata a regola d’arte per entrare all’interno di un foro già opportunamente praticato.

Le viti autofilettanti servono per collegare fra di loro in maniera semplice, veloce e stabile sottili lamiere metalliche, plastiche oppure leghe leggere.

Le geometrie delle loro filettature vengono appositamente disegnate per massimizzare i vantaggi dell’auto filettatura.

Le viti autofilettanti offrono una buona resistenza allo strappo e ancorandosi in maniera perfetta alle lamiere a cui vengono fissate risultano alquanto difficili da togliere una volta inserite.

Permettono di assemblare diverse tipologie di lamiere con poco lavoro iniziale ma con risultati ottimali.

viti autofilettanti

KS Tools, Set di viti a testa svasata / autofilettanti con calotta - 970.042

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,28€


Viti autofilettanti per metalli

viti autofilettantiLe viti autofilettanti per metalli sono studiati per essere impiegate sulle lamiere d’acciaio, materiali plastici o altre tipologie di leghe senza previa operazione di maschiatura e senza la necessità di impiegare dadi.

La filettatura può essere presente fino sotto alla testa per consentire un serraggio ad hoc soprattutto per spessori sottili.

Talvolta, queste particolari tipologie di viti possono avere un tagli a croce in testa che consente una presa migliore nel momento del serraggio e vengono utilizzate su lamiere con uno spessore massimo di cinque millimetri.

Per resistere alla corrosone possono essere sottoposte ad una zincatua bianca spessa otto micron: un vero e proprio trattamento antigalvanico.

Sono viti che non creano trucioli ma bensì riescono a inglobare il materiale in eccesso nella filettatura divenendo molto stabili e garantendo al contempo una aderenza ideale fra le due lamiere collegate.

Inoltre si possono unire lamiere aventi spessori dissimili fra di loro e l’aderenza perfetta aumenta in maniera considerevole la resistenza alle vibrazioni anche di grande entità.

  • viti a brugola Le viti a brugola sono state brevettate e inventate da Allen negli Stati Uniti nell'estate del 1910 ma in Italia portano tale nome perché Egidio Brugola riscoprì l’idea brevettandola a sua volta nel 1...
  • viti in plastica Spesso per varie esigenze tecniche e di sicurezza ci si trova costretti a eliminare potenziali conduttori elettrici e quindi in qualche modo si è costretti a ricorrere a materiali alternativi come la ...
  • tasselli chimici I tasselli chimici vengono impiegati in tutte quelle situazioni in cui non è possibile inserire tasselli meccanici o plastici. Talvolta si è in presenza di pareti troppo fragili che se penetrate da un...
  • viti a ricircolo di sfere Le viti a ricircolo di sfere vengono impiegate soprattutto nelle macchine industriali di estrema precisione e servono per trasformare il moto lineare in moto rotatorio e viceversa.In fase di costruz...

eBoot Viti per Legno Viti Autofilettanti, 3 Formati, 150 Pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€
(Risparmi 7€)


Viti autofilettanti per legno

viti autofilettanti In commercio esistono viti autofilettanti appositamente progettate per esser impiegate esclusivamente su superfici di legno sia in massello che lamellare. In genere sonno fatte in acciaio inossidabile e per un facile inserimento hanno la testa piatta e una punta molto affilata e tagliente.

Quelle di fattura italiana possono costare dai sessanta centesimi di euro fino ad un massimo di un euro e cinquanta mentre se si opta per viti autofilettanti prodotte in paesi orientali i prezzi scendono vertiginosamente e per una singola vite si pagano cifre attorno ai dieci o venti centesimi l’una.

Spesso per il legno si utilizzano le viti autofilettanti in acciaio zincato perché offrono una resistenza maggiore ma soprattutto perché sono molto più belle da vedere. In questo caso specifico i prezzo di base a un incremento del 20 o talvolta del 30%.


Differenze fra viti autofilettanti e viti auto foranti

Le viti autofilettanti adatte a fissaggi metallici hanno bisogno in genere di entrare in un foro già eseguito di un diametro inferiore a quello del filetto. Ad esempio se si ha una vite da otto millimetri il foro avrà un diametro di circa sette millimetri. Ovviamente i fori praticati sulle lamiere interessate dovranno combaciare alla perfezione. Le viti autofilettanti si caratterizzano per avere un minor bloccaggio e una presa inferiore rispetto alle auto foranti.

Inoltre le viti auto foranti hanno una maggiore resistenza già che alle viti stesse vengono impresse forze maggiori per poter essere collocate nella loro sede opportuna e hanno una punta appositamente disegnata per riuscire a bucare lamiera non troppo spesse o altre tipologie di materiale di origine metallica.

Le viti auto foranti si applicano con una maggiore velocità, col passare del tempo non perdono di aderenza e una volta inserite riescono a creare un filetto metrico preciso e in caso di necessità possono essere sostituite da normali viti.

Le viti autofilettanti vengono vendute sul mercato a costi superiori rispetto alle autofilettanti.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO