Piastrelle per bagno

La scelta deve essere guidata da una serie di considerazioni specifiche. Anche il momento della posa è leggermente più complesso della posa di piastrelle in qualunque altra stanza, vediamo pertanto come orientarci nella scelta e nelle operazioni che porteranno a scegliere il giusto rivestimento per le pareti del nostro bagno.
piastrelle per bagno

Fugenial "Fuginator®" Spazzola per fughe tra le piastrelle in bagno / cucina e per vari usi domestici - Per pulire efficacemente le fughe ed eliminare la muffa - Setole blu (uso universale)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


La scelta del materiale e delle dimensioni

piastrelle per bagnoInnanzitutto è bene considerare l’ambiente di cui stiamo parlando: il bagno a causa della sua elevata umidità dovuta alla presenza di doccia, lavandini, elettrodomestici come lavatrice e asciugatrice necessita di piastrelle molto più robuste e durature perché è sempre soggetto a condizioni particolarmente sfavorevoli.

La scelta deve forzatamente ricadere su piastrelle resistenti all’acqua e all’umidità, e altrettanto deve trattarsi di piastrelle che una volta bagnate o umide non siano scivolose per non incorrere in incidenti domestici quando si entra o si esce dalla vasca o dalla doccia appoggiando i piedi direttamente sul pavimento. Le piastrello dovranno pertanto essere scelte in ceramica o porcellana, materiali che rispondono al meglio a queste caratteristiche fondamentali.

Per quanto riguarda le dimensioni delle piastrelle del bagno si possono scegliere piastrelle di grandi dimensioni solamente per le pareti, mentre per il pavimento è indispensabile optare per quelle di dimensioni più contenute (al massimo trenta centimetri di lato) per evitare che il vapore si condensi sul pavimento creando antiestetici e pericolosi accumuli nel centro delle piastrelle.

In ogni caso è meglio utilizzare piastrelle più piccole sia sul pavimento che sulle pareti, a meno che la stanza da bagno sia davvero grande, altrimenti in una stanza da bagno di piccole dimensioni le piastrelle di grandi dimensioni possono creare un effetto visivo negativo, facendo sembrare la stanza ancora più piccola.


  • piastrelle bagno mosaico Le piastrelle a mosaico hanno un grande impatto visivo e grazie al fatto che non è necessario fissare i tasselli singolarmente si possono montare in maniera semplice e veloce con effetti del tutto par...
  • mettere mattonelle Installare correttamente le mattonelle non è difficile, ma richiede attenzione e molta precisione durante la procedura. In questa guida vi spiego come fare passo per passo. Vi serviranno della carta v...
  • rivestimenti bagno Il rivestimento adoperato per il bagno è sottoposto a diversi tipi di stress come ad esempio il costante tasso elevato di umidità presente nell’ambiente. Non solo le piastrelle devono soddisfare i gus...
  • Alcune note Le piastrelle per interni prezzi rappresentano uno di quegli elementi di arredamento, se poi è giusto parlare di elementi di arredamento in un caso come questo, che hanno conosciuto e, a dire il vero,...

BHF FDB50027 - Bordo autoadesivo per cucina e bagno, effetti piastrelle

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,47€
(Risparmi 0,02€)


La scelta dello stile

piastrelle per bagnoIl bagno è una stanza un po’ particolare, e se è possibile scegliere una pavimentazione comune per tutte le stanze della zona giorno e della zona notte è indispensabile differenziare quelle della stanza da bagno, ma facendo attenzione a scegliere dei colori e delle decorazioni che pur discostandosi creino una certa armonia con le altre stanze della casa.

I colori chiari sono preferibili perché riflettono al meglio la luce, indispensabili nelle quotidiane operazioni di cura del corpo che si volgono in questa stanza. Inoltre anche se si scelgono colori piuttosto scuri l’importante è che siano colori brillanti, per rendere più gradevole l’ambiente.

La scelta sarà molto semplice se si scelgono quelle in porcellana, perché si trovano in commercio numerosissime varietà di colori e misure. Inoltre sono piastrelle rispettose dell’ambiente perché completamente naturali e in materiale riciclabile, sono semplici da posare, molto solide e resistenti nel tempo, sia per quanto riguarda le loro caratteristiche di completa non assorbenza, sia alla normale usura che al rischio di antiestetici graffi.

Inoltre e’ bene tenere conto di un importante fattore che riguarda la posa delle piastrelle: lo stile e il colore andranno scelti anche tenendo conto del fatto che durante la posa la fuga tra le piastrelle dovrà essere ridotta al minimo indispensabile, per far si che la capacità assorbente della porcellana non venga meno o non diminuisca in maniera troppo consistente.


Piastrelle per bagno: L’operazione di posa delle piastrelle

La scelta delle piastrelle in porcellana o gres porcellanato è anche la migliore in caso che si decida di posare con le proprie mani le piastrelle della pavimentazione, si tratta infatti delle piastrelle più semplici da posare in quanto lo strato superficiale di smalto non solo le rende particolarmente lucide ma ne aumenta la resistenza e rende quasi invisibili le eventuali scheggiature.

L’operazione di posa non è un lavoro impegnativo ma può essere svolto anche da chi si dedica al fai da te seguendo alcuni semplici passi:

- Rimuovere le vecchie piastrelle, sia dalle pareti che dal pavimento, prima di iniziare i lavori tutto deve essere sgombro

- Rimuovere anche i complementi d’arredo come il porta salviette a parete o le basi di appoggio dei sanitari, non si deve effettuare la posa girando intorno agli oggetti

- Effettuare i controlli sugli impianti e le eventuali riparazioni prima della posa

- Livellare il cemento in modo da avere un piano di posa liscio e asciutto

- Cominciare la posa dal centro della stanza o dalla parete che ospita la porta, in questo modo le piastrelle che andranno tagliate e posate saranno le più esterne e lontane alla vista; eventualmente è bene posare a secco le piastrelle sul primo lato per capire la posizione finale e modificare il punto di partenza della posa

- Evitare i tagli troppo piccoli delle piastrelle che vanno a rifinire i lati della stanza, sono più difficili da posare ed esteticamente meno attraenti

- Stendere uno strato di colla pre-miscelata per piastrelle, passare con una spatola dentata per livellare

- Posare le piastrelle nella posizione prestabilita sullo strato di colla partendo dal centro della stanza e ruotando leggermente ed effettuando una leggera pressione

- Utilizzare delle crocette per distanziare le file di piastrelle e procedere con la posa riga per riga

- Non calpestare le piastrelle posate per almeno un paio di giorni, attendere il tempo di asciugatura.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO