Calcestere e pavimentazioni esterne

Cosa è il calcestere

Il calcestere, spesso utilizzato nella realizzazione di pavimentazione esterne, come ad esempio strade e sentieri outdoor, impianti e campi sportivi, vialetti nei giardini, è un prodotto granulare proveniente da cave. Frequentemente derivato da roccia calcarea, nel calcestere troviamo miscelati polvere fine e granelli lapidei poco più grandi di 2 centimetri. Generalmente può essere disponibile in due differenti tonalità di colore: una tipologia tendente al bianco scuro ed un'altra tipologia più chiara, quasi bianca. Il calcestere più scuro è composto da pietrisco calcareo mescolato a terra, è quest'ultima che conferisce alla pavimentazione esterna una colorazione più scura), ma questa scura colorazione, grazie al dilavamento pluviale, con il trascorrere del tempo si perde, diventando più chiara.
Calcestere pavimentazioni esterne

WPC piastrelle 1 m² teak - Effetto legno per balcone terrazza piastrelle di Gartenpirat®

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,9€


Dove si utilizza

Pavimenti esterni Il calcestere è un ottimo prodotto adatto a molteplici utilizzi per la creazione di pavimentazioni esterne che trovano collocazione in tanti diversi ambiti. Frequentemente il calcestere viene usato nelle piste ciclabili pubbliche ed in quelle ciclopedonabili, nei sentieri e nelle strade di grandi e piccoli parchi nei territori comunali e regionali anche per il suo basso impatto ambientale e costi di manutenzione. È possibile realizzare in calcestere anche strade bianche carrabili e percorsi in macadam, una tipologia di pavimentazione stradale formata da pietrisco e materiale collante compresso. Rientra fra i suoi utilizzi il compimento di parcheggi pubblici e piazzali per la sosta di autovetture, di campi sportivi e più genericamente di impianti sportivi. Nel privato è usato come pavimentazione esterna nella realizzazione di viali e sentieri per giardini.

  • pavimentazioni Le pavimentazioni sono i materiali edili che servono a rivestire una superficie calpestabile di uno spazio interno o esterno, sia esso privato o pubblico. Questi stessi materiali si compongono di pezz...
  • Pavimentazioni esterne in pietra La scelta delle pavimentazioni esterne deve essere fatta tenendo conto di numerosi fattori. Infatti queste superfici devono rispettare criteri funzionali ed estetici legati al luogo in cui sono instal...
  • esempio di gres porcellanato lappato Il fai da te permette di eseguire moltissime operazioni in svariati campi, quindi tutti, qualsiasi siano i propri interessi, le proprie necessità e le proprie capacità, possono occuparsi di fai da te...
  • pavimento in graniglia di marmo Il pavimento in graniglia di marmo è stato una tipologia di pavimentazione molto richiesta e apprezzata sopratutto durante il 1900, ma poi, già a partire dagli anni cinquanta del secolo scorso il suo ...

Mudder 6 Pollici Fascette Stringicavo Nylon in Bianco e Nero, 200 Pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,39€
(Risparmi 5€)


Dopo la posa

Pavimentazioni esterne Il calcestere, straordinario nella realizzazione di vialetti pedonali, nel piano di calpestìo (anche miscelato con la sabbia) mostra un composto perfettamente amalgamato, che aderisce molto bene al terreno. Si dovrà stendere nella sua sede con una vibrofinitrice, per creare la giusta pendenza nei bordi e occorrerà lavorarlo con un rullo ed una piastra vibrante. Una volta posato su viali, sentieri o stradine che conducono ad una villetta, il calcestere viene reso compatto grazie alla percentuale di parti fini. Questo non rende il calcestere impermeabile, infatti, la presenza nel suo composto di parti più grossolane, permette all'acqua piovana di filtrare. Il calcestere, così composto, in parte da materiali fini ed in parte più grossi, rimane perfettamente compatto drenando in maniera ottimale l'acqua.


Calcestere e pavimentazioni esterne: La manutenzione

Calcestere La superficie della pavimentazione esterna realizzata con il calcestere, va controllata abbastanza regolarmente dagli attacchi delle erbe infestanti, che potranno attecchire soprattutto nei casi di scarso utilizzo della pavimentazione esterna stessa. Occorrerà anche controllare la presenza di abrasioni e di possibili solcature sulla superficie della pavimentazione, ripristinando la parte eventualmente rovinata. Il calcestere ha bassi costi di manutenzione, un basso impatto ambientale, una tenuta nel tempo durevole ed è semplice nella sua lavorazione. Poiché è formato da strati di differente granulometria stabilizzati e compattati da cilindratura, ne risulta un prodotto molto bello alla vista e, seppur polveroso nella stagione estiva, in grado di sostituire la classica ghiaietta. Tutte queste caratteristiche rendono il calcestere sempre più apprezzato ed utilizzato come pavimentazione esterna.



COMMENTI SULL' ARTICOLO