Costruzione muro

Cos'è:

Un muro è una struttura edilizia che serve per costituire una parete in pietre naturali o artificiali (mattoni).

Ovviamente, come tutti sapremo, un muro può essere realizzato in vari modi, anche tenendo presente quali sono le sue funzioni. Vi sono alcuni muri che hanno funzione portante, altri che servono da protezione dagli agenti atmosferici, altri che servono come isolamento termico, altri per l’ isolamento acustico, altri ancora per la sicurezza dal fuoco, e alcuni per sicurezza in caso di eventi sismici.

Generalmente, i muri, in base alla propria funzione, vengono divisi in tre categorie principali:

1. Muri portanti, ovvero quei muri che hanno la funzione di tenere in piedi la struttura;

2. Muri divisori, che invece sono quei muri che servono a dividere i vari ambienti dell’ abitazione;

3. Muri di tamponamento, quei muri che servono a chiudere gli spazi tra le travi e i pilastri elle strutture intelaiate.

Un’ altro tipo di classificazione che viene fatta dei muri è quella che fa riferimento ai materiali di cui sono costituiti. I muri, infatti, possono essere realizzati principalmente in tre modi: con le pietre, con i blocchi in laterizio e con il laterizio;

Per quanto riguarda la tecnica di costruzione con la quale un muro si può costruire, ve ne sono tre principali, e sono:

1. I muri a secco, che vengono costruiti senza l’ utilizzo di leganti;

2. I muri con le malte, che vengono realizzati con l’ utilizzo di leganti, ovvero proprio lemalte;

3. I muri di getto, realizzati con vari materiali, nelle cavità del terreno, con l’ utilizzo di casseforme.

In base alle forme che hanno, poi, i muri sono detti monostrato o multistrato, a seconda di quanti strati di materiale utilizzato si creano.

le murature possono essere classificate in vari modi, a seconda della funzione che svolgono o dei materiali e delle tecniche con cui vengono costruite. E’ possibile fare ancora altre distinzioni nei vari tipi di muratura: tra quelle perimetrali, ad esempio, è possibile distinguere tra muratura portante, e muratura non portante,quindi quella chiamata “tamponatura”; stesso tipo di distinzione si può fare tra i muri divisori, dal momento che anch’ essi possono essere portanti o non portanti,e in quest’ ultimo caso vengono detti tramezzi; vi sono poi murature di confine, che sono quelle che servono per tracciare la linea di confine di una proprietà e la muratura di sostegno.

Hepyc 12090100030 Marmolit – Punta / Corona per muro di costruzione, Ø 10 mm, L 300 mm, l 250 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,36€


Considerazioni preliminari:

Per determinare quale debba essere lo spessore del muro affinchè questo soddisfi tutte le proprie esigenze, bisogna eseguire varie verifiche.

Una prima verifica è quella che riguarda la resistenza statica: con il metodo della scienza delle costruzioni, infatti, si calcola quanto può essere caricata la trave;

Un’ altra verifica è quella che riguarda gli agenti atmosferici, ed è inerente ai materiali che devono formare il muro, a seconda di quanto questo è soggetto all’ acqua meteorica e al gelo;

Bisogna fare poi una verifica che riguarda l’ isolamento termico, dal momento che il muro costruito deve creare condizioni di vivibilità all’ interno delle abitazione, e quindi non deve creare una situazione di eccessivo calore in estate né di eccessivo freddo in inverno.

Infine, bisogna verificare la coibenza acustica, dal momento che il muro deve essere insonorizzato rispetto agli agenti acustici esterni ed interni.

Gli errori più comuni che è possbile commettere sono l’ utilizzo di pietrame di tipo diverso, l’uso di mattoni come zeppe o l’ utilizzo di calcestruzzo,malta e pezzi di scarta nell’ esecuzione di un muro a sacco.

Inoltre, nel caso voleste usare il calcestruzzo, vi invitiamo a considerare vari fattori.

L’uso del calcestruzzo comporta notevoli vantaggi, in termini di costi e di tempo, quando si realizza una costruzione, ma bisogna prevedere anche che si tratta di un elemento che può comportare una dilatazione notevole o un ritiro o anche una permeabilità considerevole.

Il calcestruzzo è di facile utilizzo nelle murature di spessore rilevante e anche nelle fondazioni, dove lo spessore non è mai inferiore ai 50 cm e il terreno permette una buona stagionatura. Quando invee il muro è a faccia a vista e di piccolo spessore, si hanno delle difficoltà, perché il rischio di ritiro e di crepe è molto alto. In ogni caso, per evitare che il muro presenti fessurazioni e crepe, bisogna correre ai ripari con queste soluzioni; armatura di ferro adeguata a maglia molto stretta; accurata previsione dei giunti di dilatazione; dosatura elevata di cemento; non cambiare la sezione della stessa facciata per nessuna ragione, perché ogni cambio comporterà una fessurazione.


  • armadio a muro interno In una casa, ogni singolo ambiente è dedicato ad una precisa destinazione d’uso: gli stessi complementi d’arredo, costituiscono una metodologia finalizzata alla personalizzazione dell’ambiente. Ogni s...
  • Molto spesso si sceglie di caratterizzare la propria casa dallo stile rustico. La parola “rustico” deriva dal latino, e vuol dire “di campagna”. Ed è proprio alle case di campagna che le case rustiche...
  • Sappiamo tutti che, oggi come oggi, il verde è sempre di meno, in particolare nelle città, essendo soppiantato da grandi costruzioni di mattoni e malte. Si tratta di uno dei tanti modi che l’ uomo h...

CSL - Ventilatore USB | ventilatore da tavolo / ventola | PC / notebook | in nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Costruzione muro: Come costruire:

Prima di tutto è necessario procedere con la creazione delle fondamenta, tracciando prima il perimetro della base del muro da realizzare e poi scavando. La profondità è relazionata all’ altezza del muro: per un muretto di 1, 5 m, lo scavo deve essere di almeno 40 cm. Bisogna quindi procedere nello scavo con un getto di calcestruzzo, preparato in una betoniera, finchè questo non eguaglia la soglia del terreno. Poi bisogna livellarlocon una livella e uno spianatoio.

Si possono utilizzare sia mattoni pieni che forati: i primi non avranno bisogno di essere riempiti con intonaco. Realizzata la prima fila, accostando i mattoni con le malte, bisogna procedere in modo che i mattoni della fila successiva risultino sfalsati rispetto a quello della fila precedente. Con l’ utilizzo della livella e del filo a piombo bisogna controllare che il muro sia perfettamente a piombo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO