Cavolaia

Perchè conoscerla:

Il giardinaggio è un' occupazione capace di dare, a chi se ne occupa, molte soddisfazioni e molti vantaggi. Attraverso questa pratica, infatti, è possibile rilassarsi, imparare nuove tecniche, imparare il rispetto per le piante, trascorrere del tempo a contatto con la natura e, in alcuni casi, crearsi uno spazio da adibire a qualsiasi evenienza, utile e sempre bello. Il giardino, infatti, può essere facilmente reso un piccolo parco-giochi casalingo ove far divertire in modo sano i propri bambini, oppure può essere un luogo ove trascorrere alcuni dei propri pasti, in modo da mangiare all' aperto, ricordandosi di mantenere uno stile di vita sano, oppure dove, semplicemente, passeggiare e rilassarsi. Occuparsi di giardinaggio, inoltre, facilmente si traduce in poter vedere crescere in modo sano le proprie piante, che, essendo sane, saranno anche belle: questo regalerà all' ambiente un miglioramento estetico indiscutibile. Ma per far si che le proprie piante progrediscano e si sviluppino senza problemi, c'è anche bisogno di cure e attenzioni, che bisogna attuare in modo giusto e secondo le esigenze della pianta. Si tratta di cure naturali, di cui la pianta ha bisogno poiché, in quanto essere vivente, presenta delle precise esigenze, che devono essere soddisfatte per garantirle una vita sana. Ma vi sono anche cure di cui la pianta può necessitare quando si trova in condizioni problematiche, causate dalla presenza di infestazioni o di malattie. In questi momenti, è bene saper dare alla pianta le giuste cure, utilizzando i giusti metodi e mezzi, poiché, se non curate in tempo o curate in modo sbagliato, patologie o infestazioni potrebbero avere gravi conseguenze sulle piante, anche letali.

larve di cavolaie

XENTARI INSETTICIDA BIOLOGICO A BASE DI BACILLUS THURINGIENSIS VARIETA' AIZAWAI IN CONFEZIONE DA 500 GRAMMI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25€


Informazioni:

cavolaia adulta A produrre non pochi problemi alla propria pianta può esserci un insetto, più specificamente un lepidottero, facente parte della famiglia delle Pieridae, chiamata Cavolaia. Per combattere bene questo nemico, che può comportare gravi conseguenze alle piante, anche letali, bisogna conoscerlo in modo approfondito. La cavolaia è un insetto che attacca, come dice il nome, sopratutto il cavolfiore, ma non disdegna le altre piante, anzi, è particolarmente attiva anche su quelle. Si tratta di un insetto che si presenta dapprima come larva, poi come crisalide e, successivamente, come adulto, quindi come farfalla. La cavolaia trascorre tutto l' inverno come crisalide, che si posiziona nei ripari procurati dalle cortecce o dai muri ecc ecc. Gli adulti, quindi, è possibile vederli a partire dall' inizio della primavera, periodo in cui prosegue lo sfarfallamento fino a maggio, quando esse spiccano il primo volo. Gli adulti capaci di volare, si accoppiano e depongono le uova sulla pagina inferiore delle foglie. Dopo circa quindici giorni dalla fecondazione, nascono le larve, destinate anch'esse a incrisalidarsi e a formare, poi, la seconda generazione di cavolaie. In genere, la cavolaia produce tre o quattro generazioni all' anno.


  • alberi Chi si occupa di giardinaggio sa che questa “sottosezione” del fai da te, include il sapersi occupare delle varie specie di vegetali, sapendole riconoscere, conoscendo le loro esigenze e i vari metodi...
  • malattia pianta Chi si occupa di fai da te nel campo del giardinaggio sa quanto le piante vanno curate secondo le loro esigenze, e quanto queste siano fragili e vulnerabili all' attacco di parassiti e malattie, a cau...
  • potatura kiwi Dedicarsi al giardinaggio è un' occupazione che richiede impegno, pazienza e tanta dedizione, ma anche e sopratutto una certa esperienza. Per riuscire in questo “hobby” bisogna avere una certa cognizi...
  • coleottero Chi si occupa di fai da te nel campo del giardinaggio sa bene quanto, al di la della loro bellezza e del loro valore ornamentale, quando si compera una pianta bisogna tenere in considerazione anche il...

DELTAPLAN SC 1LT. Insetticida Deltametrina Afidi Cavolaia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,9€


Come riconoscerla:

Il primo metodo per combattere un problema, è quello di individuarlo. Questo, in qualsiasi settore, ma anche e sopratutto nel giardinaggio, in cui, per difendere le piante dai moltissimi pericoli cui sono esposte ogni giorno, bisogna saper individuare in tempo e, sopratutto, nel modo giusto, i vari problemi. Per riconoscere la cavolaia la prima cosa da fare è sapere come si presenta ai vari stadi del suo essere: come uova, esse sono reperibili nella pagina inferiore o superiore delle foglie delle piante; le larve, assumono una colorazione tra il verde e il giallo e sono presenti tutto l' anno, ma vivono ben mimetizzate nlla vegetazione. E' possibile confonderle con il pieris napi a causa della somiglianza con quest' ultimo, ma è possibile distinguerlo grazie ad una linea giallastra sul dorso. La pupa, poi, è anch' essa presente tutto l' anno, sopratutto in presenza di una stagione molto rigida, mentre l' adulto ha un' apertura alare di circa 50 mm e una colorazione chiara, fatta eccezione per le generazioni primaverili, più scure. Per quanto riguarda i sintomi, questi si riscontrano sopratutto sulle foglie, che vengono mangiate quasi completamente.


Cavolaia: Prevenzione e cura:

Spesso, il metodo più efficace per curare una malattia o un ' infestazione della propria pianta, è quello di prevenirlo. Infatti, spesso non si è capaci di rimediare tempestivamente o nel modo giusto ai problemi che la pianta presenta, e questo potrebbe determinare un' aggravamento della situazione, comportando delle gravissime conseguenze. Invece, con la prevenzione, si può essere un po' più sicuri. Un repellente naturale per la cavolaia, è la menta: basta piantare quest' ultima vicino a una determinata pianta per tenere lontano la cavolaia. Inoltre, è possibile trattare il terreno periodicamente con l' uso di repellenti specifici.

Per quanto riguarda la lotta vera e propria, è possibile rimuovere le uova quando queste sono riconosciute (presentano un colore giallo scuro), anche manualmente. Inoltre, per evitare la formazione di larve o di pup, è possibile lavorare il terreno con operazioni di sarchiatura.


  • cavolaia Le piante possono essere attaccate da parassiti e malattie. I parassiti sono spesso insetti che divorano alcune parti ve
    visita : cavolaia

COMMENTI SULL' ARTICOLO