Pitture antimuffa

Alcuni suggerimenti prima di iniziare

Se la parete da trattare è già intonacata, potete rimuovere l'intonaco grattandolo via con carta abrasiva. Solo quando la parete sarà perfettamente pulita, potete procedere alla stesura della pittura antimuffa. Tuttavia, se la parete non presenta tracce di muffa è possibile applicare la pittura antimuffa direttamente sull'intonaco. Una parete priva di intonaco e libera da muffe può essere immediatamente verniciata.

Tutti i tipi di supporto possono essere trattati con pitture antimuffa: l'intonaco, il legno, il ferro, l'alluminio, la plastica, ecc. Affinché il risultato sia ottimale è necessario che, in fase di stesura e di asciugatura della pittura, la temperatura dell'ambiente non sia mai più bassa di cinque gradi e che non superi i trentacinque.

pittura antimuffa

PITTURA IDROPITTURA TRASPIRANTE ANTIMUFFA "BIO WHITE" BIANCA LT. 12 MAX MEYER

Prezzo: in offerta su Amazon a: 50€


Prima di procedere alla stesura

pittura antimuffa Procuratevi gli elementi necessari: un secchio, un rullo, una griglia, un pennello, dell'acqua e ovviamente la pittura antimuffa. Tenete presente che con un litro di pittura riuscirete a ricoprire circa cinque metri quadri di superficie.

Le pitture antimuffa in commercio sono bianche, ma è possibile aggiungere al composto dei pigmenti colorati. Possono anche essere sovraverniciate con pitture colorate.

Diluite nel secchio la pittura con l'acqua. Il composto non deve essere troppo liquido ma neppure presentare grumi. Di solito sulla confezione di pittura antimuffa è presente una scheda tecnica che riporta le percentuali di acqua e di pittura necessarie per quel tipo di prodotto. Ad ogni modo, per testare la validità del composto immergete il rullo nel secchio: se il rullo si impregna con facilità vuol dire che la densità del prodotto è corretta. Adesso posizionate il rullo sulla griglia e lasciatelo scolare. Affinchè rilasci tutto il liquido in eccesso esercitate una tenue pressione.

  • muffa su pareti Quella che comunemente viene definita "muffa sui muri", in edilizia è conosciuta come "efflorescenza", termine usato per indicare quelle macchie biancastre e lanuginose che intaccano le pareti in piet...
  • rimuovere muffa La muffa è un tipo di fungo che si forma in presenza di scarsa esposizione al sole o alla luce e prolifera soprattutto nelle zone ricche di umidità. La presenza di questo indesiderato ospite è quindi ...
  • bricolage Il bricolage, comunemente chiamato anche “fai da te”, consiste nell' occuparsi di tanti vari lavori manuali senza vestire le vesti di un professionista. Il bricolage può, infatti, essere annoverato tr...
  • parete in pietra La parete è uno degli elementi fondamentali di un' abitazione. Essa è sempre verticale, ma la sua superficie può essere lavorata fino a prendere le più varie tendenze, infatti può essere sia rettiline...

Paintbox 10153L - Pittura a base di argilla naturale di Rügen, antimuffa, 2,5 l, bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€


La fase della stesura

pittura antimuffa Prendete il rullo e fatelo scorrere sulla parete, in modo da ricoprire di liquido ogni punto. Per ottenere un risultato omogeneo fate attenzione a non passare mai due volte sopra la stessa zona.

Adesso inzuppate il pennello nella pittura e con esso ricoprite di pittura antimuffa anche gli angoli, i bordi e le rifiniture.

Solo quando la pittura antimuffa sarà asciutta (generalmente dopo ventiquattro ore) si potrà procedere ad una seconda passata. Una terza passata è necessaria solo in caso di muffa persistente.

Non soggiornate nella stanza fino a quando non sarà stata arieggiata, e comunque mai prima di quarantotto ore.

Pulite perfettamente gli attrezzi con acqua. Se la pittura è ben sigillata riponetela in un luogo fresco: sarà possibile conservarla per un anno e mezzo.


Pitture antimuffa: Se la muffa ha già intaccato la parete

pittura antimuffa Se la muffa è già presente sulla superficie da trattare, prima di procedere alla tinteggiatura è necessario rimuoverla. Se stendete la vernice direttamente sulla muffa, aspettatevi di vederla riapparire in breve tempo.

Un buon prodotto per rimuovere la muffa, oltre a quelli specifici in commercio, è la candeggina. Va mescolata con l'acqua e successivamente stesa sopra e intorno alla parte da trattare.

Dovrete poi attendere circa dodici ore prima di rimuoverla, raschiando la superficie con una spatolina o con carta vetrata. Adesso risciacquate perfettamente e applicate una seconda volta la soluzione. Terminato il lavoro di rimozione della muffa, lavate in candeggina sia gli attrezzi che gli indumenti utilizzati.

Prima di verniciare la parete con la pittura antimuffa intervenite, se possibile, alla fonte per risolvere il problema della muffa: se la causa della muffa è, ad esempio, un tubo che perde, potete rimuovere le macchie e tinteggiare con specifiche pitture la parete in questione quanto volete, l'umidità tornerà a provocare la comparsa della muffa. Procedete perciò a ripararlo per risolvere definitivamente il problema.



COMMENTI SULL' ARTICOLO