Verniciatura elettrostatica

Le informazioni di base necessarie ad una buona verniciatura elettrostatica

La verniciatura elettrostatica rappresenta una tecnica assai diffusa e anche, potremmo dire, una delle tecniche preferite e più apprezzate da tutti coloro che ne fanno uso. Di certo non si tratta di una tecnica universalmente conosciuta né di una delle operazioni più diffuse al mondo ma è altrettanto vero che la verniciatura elettrostatica è una delle tecniche più famose per tutti coloro che ne fanno uso. E, di conseguenza, il nostro obiettivo diventa in questa occasione un obiettivo duplice in quanto se da un lato il nostro intento consisterà nel fornire tutte le informazioni di base sulla verniciatura elettrostatica per tutti coloro che si avvicinano a tale tecnica per la prima volta nella loro vita, dall’altro il nostro obiettivo consisterà anche nel fornire qualche consiglio in più a tutti coloro che hanno già sperimentato tale tecnica e che semmai sono incappati negli errori più frequenti che la larga maggioranza degli utenti è solita ripetere al momento di procedere con la verniciatura elettrostatica di qualche oggetto in particolare.
Come funziona la verniciatura

VEVOR Sistema di Verniciatura a Polvere 40W 50L Capacity Spray Elettrostatica Polvere Rivestimento in Vernice Pistola a Spruzz 550g /min WX-101 Powder Coating Machine (50W 45L)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 559,99€


Le caratteristiche tecniche della verniciatura elettrostatica

I componenti chimici della verniciatura elettrostatica Ma, come è nostra buona abitudine consolidata ormai da lungo tempo, procediamo con ordine e iniziamo a comprendere a cosa è giusto fare riferimento ogni qual volta sentiamo parlare di verniciatura elettrostatica. A conti fatti alla base del concetto di verniciatura elettrostatica vi è la giustapposizione dei concetti di base della verniciatura e della saldatura: in altre parole alcuni elementi propri delle tecniche classiche di saldatura vengono sposati alle esigenze di verniciatura con degli ottimi risultati. Ovviamente, in maniera intuibile, non si tratta di processi che possono essere eseguiti a mano da un verniciature per quanto esperto: alla base della verniciatura elettrostatica vi è infatti l’impiego della pistola. Perché c’è bisogno di un qualcosa, la pistole per l’appunto, in gradi di applicare l’effetto elettrostatico alla vernice che viene sparata sulla superficie in questione.

    GOWE Gema opti Pistola per verniciatura a polvere elettrostatica

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 796,02€


    Verniciatura elettrostatica: Tutti i lati positivi della verniciatura elettrostatica

    Come procedere ad una buona verniciatura elettrostaticaTramite la pistola, infatti, le particelle di vernice, che fuoriescono sottoforma di polvere, vengono mischiate all’acqua e vengono caricate negativamente mediante un elettrodotto posto all’imboccatura della pistola stessa. Al contempo la superficie da verniciare viene caricata positivamente in quanto collegato ad un polo positivo. Il risultato che si viene così a creare è quello di un vero e proprio campo elettrico che vede nei suoi due estremi i due poli: quello negativo costituito dalle particelle di vernice sparate dalla pistola e quello positivo rappresentato da nient’altro che la superficie da verniciare. In altre parole le particelle di vernice sono irrimediabilmente attratte dalla superficie da verniciare con il risultato che anche la distribuzione della vernice avverrà in modo uniforme sull’oggetto che vorremo verniciare attraverso questa tecnica di verniciatura elettrostatica.