Pitturare casa

Pitturare casa, come iniziare

Pitturare casa non è un'operazione poi così complessa, soprattutto se non si desidera ricreare effetti particolari sulle pareti. Ci sono infatti delle tecniche di tinteggiatura che è meglio lasciare ai professionisti del campo, come ad esempio lo stucco veneziano. Se si desidera dipingere la casa utilizzando la classica vernice a tempera, o anche lo smalto o le pitture viniliche, non serve una grande esperienza. È comunque opportuno scegliere con cura le tinte da utilizzare, che dovrebbero armonizzarsi con il mobilio e i complementi d'arredo presenti nelle stanze e adattarsi ai gusti personali dei padroni di casa. Sulle confezioni di qualsiasi tinta viene indicata la quantità di parete che potrà ricoprire, in metri quadrati. Conviene quindi avere un'idea precisa della metratura di ogni stanza, per non restare senza colore nel bel mezzo dei lavori.
Pitturare casa

PITTURA ANTIFUMO LT.0,750 RUALAIX CUBREPLUS RX-403

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23€


L'attrezzatura per pitturare casa

Imbiancare casa Se l'operazione è stata fatta in precedenza è possibile che in casa sia già presente buona parte dell'attrezzatura necessaria per pitturare casa, altrimenti la si dovrà acquistare tutta in una volta, insieme con la vernice. Come prima cosa servono dei rulli per dipingere: la maggior parte dei professionisti utilizzano questi strumenti per applicare la pittura sulle pareti, perché è il più rapido e pratico. Serviranno poi dei teli in pvc sottile, per coprire mobili e pavimento. Sono necessari anche dei teli in feltro, da porre sotto l'eventuale scala, in modo da renderla stabile e da evitare incidenti. Per preparare la casa è anche importante avere a disposizione del nastro adesivo di carta e diverse tipologie di rotoli in pvc, utili per coprire i diversi punti che non si devono dipingere. Sono utili anche diverse tipologie di pennelli, ad esempio un modello con setole poste a cilindro per dipingere negli angoli, un pennello per i termosifoni, una pennellessa per terminare alcune pareti nelle zone più scomode della casa.

  • vernici lavabili Spesso, soprattutto quando si hanno dei bambini piccoli, è possibile che la pittura utilizzata per le pareti si macchi, cosa che può essere antiestetica e sgradevole alla vista. Nel caso si utilizzi...
  • pitturare casa Quando ci si occupa di fai da te spesso e volentieri si iniziano a compiere dei lavori non solo di piccola taglia, ma anche per determinati ambienti, ovvero si inizia a cimentarsi nei lavori di ediliz...
  • Prima di parlare di quelle che sono le caratteristiche dei serramenti in legno, e di tutte le accortenzeche è bene avere affinchè questi siano ben curati e quindi funzionali, non si può che fare un br...
  • pittura per esterno al quarzo Spesso, quando ci si occupa di fai da te, soprattutto nel campo edile, si può avere la necessità di effettuare lavori di manutenzione riguardanti l’estetica di una casa, di un piccolo edificio o di q...

Smalto acrilico spray Arexons Fai Tu - Nero Opaco - 400 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,7€


I preparativi per pitturare casa

Pitturare casa Dopo aver acquistato tutto il necessario, prima di iniziare la vera attività di pittura, è importante preparare la casa. Come prima cosa è opportuno spostare tutti i mobili dalle pareti. Si possono riunire al centro della stanza, coprendoli con l'apposito telo, oppure si possono anche spostare in un'altro ambiente della casa. Tutte le parti che non dovranno essere dipinte vanno coperte con nastro di carta, o con qualsiasi tipo di copertura sia disponibile. Parliamo di battiscopa, interruttori, vetri delle finestre, infissi, porte. Coprendo le parti da non dipingere si accelera ampiamente il lavoro, perché si potrà dipingere senza preoccuparsi di queste parti. I lampadari possono essere coperti, anche con carta di giornale ad esempio; oppure li si può rimuovere, coprendo i cavi con del nastro isolante.


Iniziare i lavori

Pitturare casa Prima di iniziare la stesura della vernice è importante preparare le pareti, pulendole dalla polvere e da eventuali incoerenze del precedente rivestimento. Se la vernice tende a scrostarsi conviene rimuoverla totalmente, utilizzando un raschietto. Nel caso in cui ci siano segni di muffa o risalite di umidità è importante passare sulla parete appositi prodotti antimuffa. Si procede poi stuccando ogni foro o asperità presente sulla parete. A questo punto si può iniziare a dipingere, cercando di stendere la vernice in modo omogeneo. In commercio sono disponibili vernici di alta qualità, già premiscelate, che vanno semplicemente stese sul muro, evitando di stenderle in modo eccessivo. Sono prodotti molto coprenti, ma in ogni caso conviene sempre stendere almeno due mani di pittura, per ottenere un effetto ottimale. Tra le due mani conviene attendere almeno 12 ore, perché il primo strato di vernice possa asciugare perfettamente. In genere il tempo di attesa è indicato sulla confezione della pittura scelta e può variare ampiamente da prodotto a prodotto.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO