Saldatura

Perchè conoscerlo:

Il fai da te permette di ottenere moltissimi vantaggi dalla sua pratica, per cui si tratta di un hobby sempre più praticato e apprezzato nei suo i vari settori. Ma, prima di parlare di quelli che sono i vantaggi che occuparsi di fai da te comporta, può risultare necessario imparare ad conoscere il fai da te, e provare a rispondere alla domanda “cos’è il fai da te?”. Spesso si sente parlare del fai da te come se si trattasse di una vera e propria operazione, in genere associata a quei lavori di edilizia leggera, come una piccola ristrutturazione che può essere realizzata facilmente senza l’ ausilio di un professionista del settore. In realtà, il fai da te non è un ‘operazione, ne un insieme di operazioni, bensì è la pratica attraverso la quale queste operazioni vengono eseguite. E la tecnica che viene utilizzata per i lavori di fai da te è quella che prevede l’ assoluta assenza di professionisti del settore sul campo da lavoro, e quindi la realizzazione del risultato cui si aspirava semplicemente attraverso il lavoratore dilettante, che tra le altre cose si occupa di quel determinato lavoro soltanto per ottenerne un interesse proprio , quindi il suo campo di azione si limita alle cose di propria proprietà. Anche quando esso è diventato ormai esperto, infatti, il fai da te non è colui che commercializza il proprio lavoro , come fanno i professionisti, ma colui che realizza determinati lavori per diletto e per una propria utilità. Ovviamente fanno eccezione coloro che non vendono le proprie prestazioni, ma, per così dire, le proprie realizzazioni, come ad esempio chi fa dei bijou di bigiotteria a partire da materiali molto semplici ed economici. In genere, infatti, questi lavori vengono anche venduti, e a dei prezzi anche piuttosto vantaggiosi, sia nei negozi fisici che via internet. Comunque, il fai da te, proprio perché è una tecnica attraverso le quali occuparsi di un lavoro non diventa una sorta di professione, ma rimane nel campo del divertimento e della propria utilità, esso permette a tutti, indipendentemente dall’ età, dagli interessi, dalle necessità e dalle competenze, di occuparsi di lavori attraverso questa tecnica, ovvero la tecnica del fai da te. Per chi ama le piante può prendersene cura tramite il giardinaggio, chi ama i motori può effettuarne la manutenzione tramite l’ apposito settore, chi ama la personalizzazione può occuparsi del restauro ecc, sia di oggetti che di grandi strutture. Questo comporta un altro vantaggio del fai da te, che probabilmente è una delle chiavi di successo del fai da te più importanti: il fai da te, infatti, permette di risparmiare moltissimo denaro per ogni operazione eseguita. Indipendentemente dalla sua entità, infatti, senza il fai da te questi lavori sarebbero dovuti essere affidati a dei professionisti del settore, dei quali, in seguito, sarebbe stato poi necessario remunerare anche la manodopera. Grazie al fai da te, invece, questi lavori possono essere svolti investendo in essi un budget davvero minimo, che comprende soltanto la spesa dei materiali, oppure, partendo dallo stesso budget che veniva utilizzato nel caso si interpellasse un professionista del settore a svolgere il lavoro, è possibile investire maggiormente nella qualità dei mateirlai, in mod che il lavoro sia eseguito con materiali anche più esteticamente belli e piacevoli alla vista,ma anche pià resistenti e comunque migliori sul piano funzionale. Attraverso il fai da te, poi, è possibile colivare una propria passione, imparando nuove tecniche nuove al riguardo, che poi possono essere utilizzate anche in futuro: infatti occupandosi del settore che si sceglie, è possibile perfezionarsi in quel settore ed apprendere tecniche sempre maggiori e migliori, e perfezionare, giorno dopo giorno, le proprie conoscenze, oltre che accumulare esperienza. In questo modo, è possibile partire da dilettanti e diventare esperti in un determianto lavoro, con l’ ausilio del lavoro ma anche dell’ informazione. IL fai da te, inoltre, risulta un hobby molto allettante anche per chi possiede del tempo libero da sfruttare nel migliore dei modi:attraverso il fai da te, infatti, è possibile rilassarsi, divertirsi e compiere dei lavori utili, facendo in modo che il proprio tempo libero diventi un periodo di tempo fruttifero e produttivo. Il fai da te, infatti, permette di tenere occupata la mente in operazioni tanto piacevoli che, seppur richiedono concentrazione e quindi evitano alla mente di tornare col pensiero alla vita caotica, stressante e, spesso, preoccupante di tutti i giorni, non la stressano minimamente, anzi, spesso e volentieri la aiutano ad eliminare lo stress. Allo stesso tempo, la piacevolezza di queste operazioni fa si che esse assicurino anche un certo divertimento a chi le pratica. Per cui il fai da te si pone come un hobby i cui vantaggi ono davvero moltissimi e allettanti, e ovviamente, variano da campo a campo.

Per fare in modo che un ‘operazione sia davvero eseguita nel migliore dei modi, tuttavia, bisogna che essa sia eseguita con cognizione di causa. A questo scopo, bisogna imparare ad effettuare tutte le operazioni necessarie, imparando i procedimenti e come svolgerli. Inoltre risulta necessario imparare a conoscere i materiali da utilizzare nei vari lavori, in modo da riuscire ad individuare sempre il materiale più idoneo a quel determinato tipo di lavoro. Infine, bisogna imparare a maneggiare ed utilizzare con perizia tutti gli strumenti da lavoro, in quanto un loro errato utilizzo potrebbe comportare delle gravi conseguenze al materiale utilizzato e lavorato il lavoro, tramite di essi e, più in generale, richiedendo irrimediabilmente una nuova spesa, di soldi quanto di fatica.

saldatura

Max-Power 040207 Supporto Robot Terza Mano per Lavori di Precisione, Saldatura, Elettronica

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Cos'è:

saldareLa saldatura è una tecnica che permette di tenere strettamente uniti due elementi solidi tra loro, in una morsa tanto salda, appunto, che essi sembrano essere stati fabbricati già uniti, come se fossero uno il continuo dell’ altro. La saldatura propriamente detta è quella tecnica attraverso la quale due materiali vengono collegati fra loro attraverso il calore, che, nei punti di giunzione fra i due elementi da unire, permette di fondere il loro materiale, per poi unirli, in modo che, una volta raffreddato il tutto, essi saranno saldamente uniti. Oltre a questa tipologia di saldatura, che viene chiamata autogena in quanto il materiale che si fa fondere e che quindi è utilizzato come una specie di legante fra i vari oggetti è lo stesso materiale degli elementi da unire, vi è anche la saldatura eterogena, o anche chiamata brasatura, in cui a tenere insieme gli elementi da collegare è un materiale fuso diverso dal materiale degli elementi stessi, chiamato quindi “materiale di apporto”. Si tratta di una tecnica che trae le sue origini dal Medio Evo, in cui essa era utilizzata per unire le parti in ferro riscaldandone le estremità su di una forgia, per poi martellarle fino a renderle perfettamente omogenee, o quasi. Tuttavia, per ottenere una saldatura perfettamente omogenea, è stato necessario aspettare fino al 1901,anno in cui è stata integrata la saldatura ossiacetilenica, che appunto prevedeva la fusione dei lembi dei materiali.

Per ottenere una saldatura resistente e tecnicamente ottima, bisogna che il materiale fuso sia perfettamente deprato da impurità e che sia protetto da fenomeni di ossidazione, quindi deve avvenire in un atmosfera priva di ossigeno , ovvero in una zona in cui siano presenti gas, borace, silicate e carbonati, capaci di creare una sorta di protezione. Per quanto riguarda il calore utilizzato per il processo di ossidazione, questo può provenire da una fiamma prodotta da una combustione di gas; da un arco elettrico formato con due elettrodi; da una resistenza elettrica ottenuta tramite effetto Joule; da un laser molto potente.

  • utilizzo cannello a gas Il cannello a gas è un attrezzo alimentato, per l’ appunto, a gas, che ha la funzione di riscaldare superfici per fare in modo che si prestino a vari tipi di lavorazione, come ad esempio la piegatura,...
  • Saldatura ad arco L’utilizzo della saldatura ad arco riguarda grossi lavori di ferro battuto, ferramenta e assemblaggio di pezzi di metallo con lo spessore superiore a 1,5 millimetri. Presenta alcuni vantaggi, come l’e...
  • saldatura Normalmente per quanto riguarda le tubazioni di acciaio inossidabile, di spessore minore, con la saldatura TIG si eseguono sia la passata di radice che le passate di riempimento, mentre per quanto rig...
  • Saldatura a filo Il materiale che viene apportato con la saldatura a filo consiste in una vera e propria matassa di filo metallico.La saldatura a filo viene chiamata diretta oppure autogena quando i due pezzi da col...

Silverline 868731 Magnete di saldatura 100 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,03€


Saldatura ad arco:

oggetti saldati Questa particolare tipologia di saldatura si esegue tramite una saldatrice “ad arco”, da cui deriva, appunto, il nome della tipologia di saldatura. Questa saldatrice provoca la formazione di un arco elettrico e di una luce e un calore molto intensi, le cui temperature sfiorano anche i 4.000 °C, in modo da poter fondere e unire nel migliore dei modi il materiale. La saldatrice si forma di due morsetti, uno dei quali viene assicurato, tramite una pinza, al pezzo da saldare, mentre l’ altro è mantenuto dal porto elettrodo, ed è un elettrodo a forma di barretta, la cui anima è un filo metallico dello stesso metallo da unire, coperto di una guaina in parte (la parte senza guaina deve essere posizionata verso la pinza porta elettrodo). Questo elettrodo, una volta strofinato sul pezzo da saldare, crea un corto circuito che produce luce e calore in grado di fondere il materiale da fondere. In questa tipologia di saldatura, per ottenere un buon risultato , risulta necessario mantenere sempre costante la velocità con cui si sposta l’ elettrodo e la distanza dal materiale. Una volta raffreddato il tutto, vanno eliminate le scorie tramite una spazzola metallica. Per eseguire questa saldatura si necessita di maschera, occhiali e guanti di protezione.


Saldatura a gas:

oggetto saldato La saldatura a gas si esegue con un apposito cannello a gas, composta da un‘ impugnatura che prevede anche una manopola che permette di regolare quanto gas emettere tramite il cannello, il bruciatore e il tubo flessibile. Con questa tipologia di saldatura possono essere effettuate sia saldature autogene che brasature. L’ eventuale metallo di apporto viene posizionato in corrispondenza dei materiali da unire, che poi vengono riscaldati con la fiamma, fino a che questa non fonde il materiale. Per effettuare la fusione del materiale, bisogna che questo sia portato alla sua temperatura di fusione. Prima dell’ operazione e anche dopo le parti da saldare vanno pulite con carta abrasiva. Infine, in modo da evitare fenomeni di ossidazione, bisogna applicare sulle parti da saldare con un pennello della pasta decapante.




COMMENTI SULL' ARTICOLO