Levigatura del marmo

Le informazioni di base sulla levigatura del marmo

Molto spesso quando si fa riferimento alle operazioni inerenti alla levigatura del marmo si fa un gran parlare di carta marmorizzata e di tutto quanto sia nei fatti legato al suo uso e alle possibilità di impiego della carta marmorizzata stessa. A ben guardare, in più di un’occasione, se ne sente solo parlare, nel senso che tutti, o quasi, saremmo pronti a definire per grandi linee a cosa è giusto fare riferimento quando si parla di carta marmorizzata, ma pochi tra noi sarebbero in grado di utilizzare pienamente e fino in fondo, con le possibilità e con la varietà che le tecniche oggi permettono, la carta marmorizzata in tutto e per tutto. Occorre dunque, nell’occasione di oggi, procedere secondo due differenti direzioni: da un lato è necessario comprendere in primo luogo che cosa è la carta marmorizzata, e, in un secondo momento, diventa interessante scoprire gli impieghi e le destinazioni più creative ed efficaci della carta marmorizzata oggi.
Alcune note

WET/DRY Dischi Diamantati 4" Per Lucidare marmi e graniti con sostenitore di gomma - Set 9 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€
(Risparmi 20€)


Le caratteristiche principali della levigatura del marmo

Pro e contro Ma, come è nostra buona abitudine consolidata ormai da lungo tempo, procediamo con ordine e cerchiamo di definire con la precisione del caso, ma facendo come sempre i conti con le ben evidenti ragioni di spazio e di sintesi, a cosa è giusto fare riferimento quando si parla di carta marmorizzata. La carta marmorizzata è una tipologia di carta lavorata che viene utilizzato allo scopo di abbellire qualcosa, tendenzialmente, nella larghissima maggioranza dei casi, la carta marmorizzata è impiegata per l’abbellimento di libri, quaderni e qualsiasi altro tipo di testo. A conti fatti la carta marmorizzata, o forse è meglio parlare di fogli marmorizzati è anche molto versatile: dal punto di viste delle mille destinazioni cui può servire ma anche per la quantità di carta che può essere marmorizzata anche in poche mosse.

  • pavimento in graniglia di marmo Il pavimento in graniglia di marmo è stato una tipologia di pavimentazione molto richiesta e apprezzata sopratutto durante il 1900, ma poi, già a partire dagli anni cinquanta del secolo scorso il suo ...
  • I battiscopa, come tutti sappiamo, sono nati per un’ esigenza prima funzionale e poi estetica: si tratta, infatti, di elementi che servono per evitare che l’ utilizzo di scope o stracci per la pulizia...
  • La lucidatura è una tecnica che serve,come si evince anche dal nome, per rendere più lucido un oggetto e per fare in modo che quindi, la sua superficie, brilli di luce riflessa. Per ottenere questo ef...
  • pulizia pavimenti marmo La pulizia e l’igiene dei pavimenti includono una serie di operazioni da effettuare quotidianamente per conservarne lo splendore e la lucentezza. La cura dei pavimenti viene eseguita effettuando dei l...

POLVERE LUCIDANTE PER MARMO AG 375 gr per ripristinare la lucidatura di piani cucina, pavimenti in marmo e travertino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,5€


Levigatura del marmo: Consigli pratici sulla levigatura del marmo

Pregi e difettiOvviamente, in maniera intuibile, le tipologie di carta da cui si possono realizzare i fogli marmorizzati sono parecchie, lo abbiamo già ribadito. Ma è altrettanto vero che la carta marmorizzata viene meglio se si considerano alcune caratteristiche di base dei fogli di carta da cui si parte, come, ad esempio, il fatto che i fogli di carta di partenza abbiano una grammatura o una trasparenza assolutamente degne di nota. Un discorso a parte è quello che va considerato per quanto riguarda l’uso del colore: un primo consiglio è quello di utilizzare colori ad olio. Ed un ulteriore consiglio è quello che riguarda la marca dei colori ad oli da utilizzare per realizzare una  di buon livello: devono essere impiegati dall’inizio alla fine del procedimento tutti colori della stessa marca in modo da limitare al massimo la possibilità di errori e di aumentare le probabilità di un buon esito del nostro lavoro finale. 



COMMENTI SULL' ARTICOLO