Quilling o Filigrana di Carta

Breve storia del Quilling

Il Quilling ha origini molto antiche: in Italia e in Francia, durante il Rinascimento, monaci e suore utilizzavano questa tecnica come decoro per copertine di libri e articoli religiosi. Dalle strisce ricavate si creavano delle forme, semplicemente arrotolandole e modellandole con le dita. Nei secoli a seguire, il Quilling trovò grande interesse anche tra le nobildonne inglesi e americane perché, da come si legge in un giornale del 1786, "il Quilling offre alla mente femminile un divertimento in grado di riempire un'ora di tempo libero, con una ricreazione innocente".

Il Quilling fu anche oggetto di due importanti mostre: la prima si svolse a Londra nel 1927 e l'altra nel 1988 a New York, alla Galleria Florian-Papp, dove furono esposte e vendute alcune importanti opere. L'arte del Quilling ha, poco alla volta, preso piede un po’ ovunque e si sono svolti anche dei festival internazionali, tra cui quello di Liverpool nel 2013.

Quilling

Art Plast 332 Pannello portautensili in plastica, Nero/Giallo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Tutto quello che serve per fare il Quilling

Quilling Uno dei vantaggi del Quilling è che rappresenta un hobby molto economico, anche se poi si finisce con l’acquistare tutti gli strumenti speciali.

Attraverso questa tecnica è possibile realizzare tanti oggetti utili e divertenti, come: biglietti d'auguri, quadri, decorazioni natalizie, applicazioni per scatolette portagioie o tutto ciò che ci suggerisce la fantasia. Il Quilling è un tipo di decorazione molto versatile che può andare ad arricchire e a impreziosire anche gli oggetti più anonimi e inusuali.

Uno dei consigli per realizzare le proprie opere con il Quilling senza spendere troppo è quello di ritagliare la carta da soli. In vendita, infatti, esistono già delle strisce tagliate di carta Quilling, ma il loro costo è maggiore rispetto a quello dei fogli singoli.

I materiali necessari per dedicarsi a questo tipo di hobby, sono: un taglierino, una tavoletta o un tagliere per tagliare le strisce, matita, righello, cerchiometro, colla vinilica, bastoncino per spiedini, forbici a punta fine, ago, pinzetta e, soprattutto, dei fogli di carta adatti. La scelta di quest’ultimo elemento è molto importante e si può optare fra tante diverse soluzioni: cartoncini colorati, fogli già scritti o stampati. Si possono acquistare in confezioni di più fogli (con diverse tonalità di colore) o anche singolarmente.


  • carta da parati Fin dai tempi antichi l’uomo ha sempre sentito la voglia di migliorare l’ambiente in cui viveva e di adattarlo alle proprie necessità e alle proprie esigenze, in modo tale da poterne ricavare sempre m...
  • applicare carta da parati La posa della carta da parati non è difficile: bisogna però avere una buona precisione e lavorare con una certa attenzione. In commercio sono disponibili un gran numero di versioni di carte da parati:...
  • angioletto di carta Uno dei materiali più usati per realizzare piccoli lavori fai da te è certamente la carta, rigida o flessibile. Essa può certamente essere utilizzata con successo per la realizzazione di bellissimi an...
  • rimuovere carta da parati In passato, in particolar modo nelle famiglie appartenenti alle fasce medio basse della società, la maggior parte dei lavori di casa veniva svolta direttamente dagli appartenenti al nucleo familiare, ...

Art Plast 332 Pannello portautensili in plastica, Nero/Giallo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Pratici trucchi per realizzare le creazioni con il Quilling

Quilling Quando s’inizia a lavorare con la tecnica del Quilling, la parte probabilmente più noiosa è quella della realizzazione delle strisce di carta: spesso, infatti, ne servono in gran quantità e occorre diverso tempo solo per prepararle. Un suggerimento utile e rapido è quello di adoperare il classico "distruggi-documenti". Il limite di questo metodo è che la larghezza della carta è limitata a un certo tipo di formato e quindi non si possono creare delle strisce molto lunghe. I bordi della carta che sono tagliati in questo modo, tra l’altro, tendono a essere un po’ ruvidi anziché lisci.

Se non si dispone di un distruggi-documenti (non è il caso di acquistarlo appositamente perché costoso) si può usare un semplice taglierino. Questa tecnica necessita solo di un taglierino e un righello come optional, strumenti che la maggior parte delle persone possiede normalmente in casa. A dispetto del primo metodo, i vantaggi di questo strumento sono che: è più economico e si possono realizzare delle strisce di carta della larghezza che si desidera. Il rovescio della medaglia è che, a volte, è difficile ottenere delle strisce assolutamente diritte.


Quilling o Filigrana di Carta: La tecnica base del Quilling

Quilling Prima di iniziare a cimentarsi con questa tecnica è necessario cominciare a fare pratica con le forme base del Quilling. Per iniziare, bisogna avere a disposizione delle strisce di carta e uno strumento per arrotolarle (va bene anche una penna o uno spiedino). Si prende una strisciolina di carta e si avvolge attorno alla penna, dopodiché si rilascia la strisciolina e si modella il ricciolo ottenuto secondo la forma che si desidera. Fatto ciò si chiude la forma con un po’ di colla vinilica. Ad esempio, se si vuole realizzare un cuore, si prendono due strisce di carta e, dopo averle arrotolate, si formano due semi-cuori. Le parti ottenute si fissano con una goccia di colla, in modo da chiudere le due forme ottenute, e poi s’incollano tra loro. Partendo da questo facile esercizio è possibile realizzare forme sempre più complesse e creare dei piccoli capolavori.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO