Bilancio ecologico di un edificio

Fasi del bilancio ecologico di un edificio

L'analisi dell'intera vita di ogni singolo elemento che compone l'immobile si articola generalmente in tre fasi. Un accurato bilancio tecnico, del rendimento e di valutazione consentirà di utilizzare i materiali che contribuiscono a dare il minore inquinamento ambientale generato dall'edificio. I singoli parametri di inquinamento sono generalmente indicati direttamente dal produttore, in unità di misura che, in base al tipo di materiale, possono essere espresse in metri cubi oppure chilogrammi. Un ruolo importante nella scelta del materiale da utilizzare viene svolto anche dalla sua capacità di durata nel tempo e di suo possibile riciclo a fine vita. In realtà quasi tutti i materiali si prestano ad un successivo riutilizzo, siano essi di legno, di plastica o di metallo un corretto smaltimento consente di dare loro nuova forma. La scelta di materiali riciclabili che consentano un tasso minimo di inquinamento ambientale rende possibile un minore spreco ed un risparmio notevole di energia necessaria per la fase di smaltimento.

edificio moderno ad Amburgo

ECVSW FANTINI COSMI 4G Software dedicato per configurare acquisire le letture e visualizzare tutti i dati dei ripartitori CONTABILIZZAZIONE RADIATORI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 295€


Caratteristiche ecologiche dei componenti di un edificio

edificio in bioedilizia All'interno di uno stesso edificio è possibile che lo stesso materiale presenti un ciclo di vita più o meno breve a seconda del suo utilizzo. Prendiamo ad esempio un pannello di legno. Se utilizzato per formare il pavimento avrà una durata molto più breve dello stesso pannello posto a rivestimento della parete. Nella sua durata ovviamente incide anche il tipo di trattamento a cui viene sottoposto, ma in linea i massima possiamo presumere una durata media di 50 anni se soggetto a calpestio che si allunga fino a 70 anni se posto a parete. Nella scelta di impiego del legno contribuisce molto anche la sua riciclabilità. Infatti nel momento in cui non sarà più idoneo per la sua funzione originale, potrà essere utilizzato per la produzione di chips e contribuire così alla formazione di nuovi pannelli truciolati. Anche il calcestruzzo ha una seconda vita. Questo materiale che molti pensano non riutilizzabile viene in realtà adoperato come additivo per la produzione di nuovo calcestruzzo.


  • Alcune note Oggi spesso molti parlano di costruire sostenibile o, per lo meno, provano a farlo. A conti fatti, a ben guardare. A ben guardare, però, vi sono alcuni elementi di base che devono essere analizzati co...
  • Alcune note Spesso si sente parlare di edifici sostenibili e di tutto quanto sia legato a questa particolare forma di architettura o meglio, nel caso specifico, forse è più giusto parlare della costruzione di edi...
  • Alcune note Le case bioclimatiche si stanno diffondendo con sempre maggior successo all’interno del nostro Paese o forse, è meglio andarci piano con un’affermazione di questo tipo sottolineando da un lato come è ...
  • Costruire casa in bioedilizia La costruzione in bioedilizia è più economica rispetto ad una struttura convenzionale, diversi studi di settore hanno dimostrato questa tesi appurando che una casa costruita rispettando lo sviluppo so...

Radflek - Pannelli termoriflettenti per termosifoni, con strisce adesive termoriflettenti Radstik, confezione da 3 pannelli + 2 strisce Radstik

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,51€


Calcolo del risparmio energetico futuro nel bilancio ecologico di un edificio

suddivisione bilancio termico edificio Un bravo progettista deve essere in grado, in fase di progettazione di un immobile, di stabilire l'esatta entità delle utenze future di cui l'immobile avrà bisogno. Sapere quanta energia elettrica occorrerà per l'illuminazione e per le varie apparecchiature, quanto sarà il consumo energetico necessario per la climatizzazione, a quanto ammonterà il consumo idrico e di conseguenza valutare la quantità di acqua che verrà immessa nelle fognature consente di sapere con esattezza quale sarà l'impatto ambientale del nuovo edificio. L'emissione di Co2 e di altre sostanze nell'ambiente sono infatti strettamente legate a questi valori. Conoscere il fabbisogno di questi futuri valori aiuterà il progettista a scegliere la soluzione migliore, quella realizzata con i materiali di volta in volta considerati più idonei. Sarà importante ad esempio considerare che i materiali compositi e quelli di rifinitura hanno una durata più breve nel tempo, per cui dovranno essere utilizzati solo in caso di effettiva necessità.