La begonia

La begonia: preparazione alla crescita

Ci sono due tipi di begonie: quelle ottenute da semi e quelle da bulbi. Le begonie da seme, tendono a crescere un po' più piccole e sono abbastanza difficili da coltivare, mentre quelle nate da bulbi, sono piante robuste e più grandi.

Entrambe le varietà sono disponibili in molti colori tra cui tonalità di rosa, bianco, viola, giallo e rosso. Le begonie sono piante annuali, anche se i bulbi possono essere salvati e ripiantati negli anni successivi e in rare occasioni, è possibile anche trovare un tipo di begonia perenne. Le begonie sono solo alcune delle piante da fiore, che possono essere coltivate con successo sia all'interno sia all'esterno. Prediligono l'ombra, che le rende quindi perfette come piante d'appartamento, e se si decide di piantarle in vasi o cassette, bisogna scegliere una posizione accanto ad una finestra o collocarle su un portico ombreggiato, purché ottengano abbondante luce.

Se invece si decide di piantarle in un giardino, bisogna posizionarle in una zona ombreggiata sotto altre piante più grandi. Infine, nel caso non ci sia luce sufficiente, è possibile in un appartamento, aggiungere una lampada con un temporizzatore, in grado di garantire almeno sei sette ore al giorno di luce.

begonia

Semi Batlle – Begonia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,71€


La begonia: preparazione del terreno

begonia La begonia, cresce molto bene in un terriccio misto, con l'aggiunta di torba sminuzzata e muschio, che è possibile trovare già miscelato nei negozi di articoli per il giardinaggio e nei vivai. Se è necessario arricchire ulteriormente il terreno, conviene incorporare un sacco intero di torba associato a materia organica. Acquistando una miscela già composta, bisogna inoltre immergerla in acqua bollente per farla ammorbidire, poi lasciarla raffreddare e inserirla nel terreno prima di piantare le begonie.

Essendo piante annuali, le begonie vanno seminate di solito a metà primavera, perché non gradiscono freddo e gelo, quindi conviene attendere almeno una settimana dopo l'inizio della stagione primaverile, per piantarle. Se non altro, è possibile anticipare l'operazione, mettendole in un vaso in un ambiente caldo e poco ventilato, per poi trapiantarle all'aperto quando il clima si riscalda definitivamente.

  • coltivare begonia Il giardinaggio è ormai un hobby sempre più diffuso, al quale si affezionano sempre più persone. I vantaggi che esso comporta, infatti, sono moltissimi e ormai anche conosciuti. Ciò che però non biso...
  • Alcuni vasi di begonie La begonia pianta appartiene alla famiglia delle Begoniaceae: la maggior parte delle varietà sono di origine tropicale, tuttavia questi esemplari sono diffusi ovunque, anche nelle regioni temperate. I...
  • photos Con questo nome ci si riferisce ad un genere comprendente alcune piante rampicanti sempreverdi, il nome scientifico è Scindapsus e appartiene alla famiglia delle Araceae. Queste piante si prestano si...
  • Fiori e piante Per essere definita tale una pianta deve essere un vegetale capace di vivere in una casa con luminosità e temperatura medie, in modo permanente quindi riuscendo a conservare il proprio ciclo vitale ed...

CARRELLINI LEGNO BLINKY MOD.BEGONIA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,52€


La begonia: manutenzione e cura

La maggior parte delle piante hanno bisogno d’irrigazione, e la begonia è una di queste, soprattutto dopo piantata, al fine di evitare uno shock da trapianto. I fiori dovranno essere innaffiati successivamente a giorni alterni, manualmente o con un sistema d’irrigazione. Le begonie non tollerano le annaffiature pesanti, quindi non c'è da preoccuparsi di mantenere il terreno costantemente bagnato. Se tuttavia piove molto nella zona, potrebbe essere necessario spostare le begonie sotto un portico, in casa, o realizzare una copertura con teloni trasparenti, per impedire di bagnarsi eccessivamente.

Se si è amanti del fai da te, in tema di giardinaggio c'è da aggiungere che per evitare la crescita di erbacce infestanti, la coltivazione in vasi è ideale. Se tuttavia, si decide di piantarle in un giardino, bisogna verificare costantemente la presenza di erbacce ed eliminarle. La cura adatta per le begonie è a base di fertilizzanti liquidi da somministrare almeno una volta al mese, mescolandoli con un compost di torba per aggiungere sostanze nutritive. È possibile inoltre scegliere una pacciamatura, molto utile per tenere costantemente il terreno umido, che aiuta a prevenire la formazione di nuove erbacce, e consente anche di diminuire la frequenza delle innaffiature.

Tutte le piante, sia coltivate all'aperto sia all'interno di appartamenti sono a rischio malattie, per cui bisogna tenere lontano dalle begonie, lumache e chiocciole con un sistema pratico ed efficace cioè la frantumazione di gusci d'uovo da mettere intorno alla base della pianta.

Quando si acquistano in un vivaio, i rischi di ottenerle malate sono elevati, quindi periodicamente, si può prevenire o combattere eventuali infestazioni utilizzando dell'alcool diluito al 70% in acqua, e somministrarla attraverso uno spruzzino. Tuttavia, ci sono anche insetticidi non particolarmente aggressivi che sono molto efficaci per tenere la pianta libera da parassiti, e sempre in buona salute per una fioritura rigogliosa e costante.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO