Piante da appartamento

Piante da appartamento quali scegliere

Le varietà di specie arborre che possono essere coltivate all'interno delle abitazioni sono innumerevoli, e spesso,hanno caratteristiche, ed esigenze molto diverse tra di loro.

Chi ama il verde, ma non ha molto tempo, può scegliere delle piante grasse o dei cactus: di facile manutenzione, sono molto decorative.

Molto apprezzato è il Ficus benjamina. Originaria dalle aree tropicali dell'Asia, questa pianta incantevole (capace di filtrare gli agenti inquinanti più comuni), non necessità di particolari attenzioni: basta annaffiarla regolarmente e collocarla in una posizione soleggiata.

Altra pianta molto bella, ma non particolarmente impegnativa è l'aloe. Appartenente alla numerosissima famiglia delle succulente, presenta foglie carnose, caratterizzate da un margine seghettato. Richiede poca acqua (tollera incredibilmente bene la siccità), ma non resiste in ambienti troppo freddi.

Chi ama le varietà più classiche può scegliere una sempre bellissima orchidea. Per crescere sana e rigogliosa avrà bisogna di un po' di luce filtrata e di una temperatura di almeno 10 C.

Infine, l'edera. E' una pianta da appartamento piuttosto sottovaluta, ma capace di regalare infinite soddisfazioni. Robusta e poco esigente, ama la luce, ma non il sole diretto e ha bisogno di un terreno costantemente umido.

orchidee phalaenopsis

BOUGANVIL Artificiale - Rossa - H.175cm - Tronco vero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,99€
(Risparmi 15,63€)


Di cosa hanno bisogno le piante d'appartamento

ficus benjamin Coltivare delle piante in casa non è difficile. Basta tener presente che le diverse varietà necessitano della giusta temperatura, della giusta luce e della giusta dose d'acqua.

Le specie che possono essere coltivate all'interno, essendo spesso di origine tropicale (pensiamo, ad esempio, ai comuni ficus) hanno bisogno di temperature costanti e piuttosto elevate, ed un discreto livello di umidità.

Ciò nonostante, è bene non posizionare gli esemplari vicino a termosifoni o altre fonti di calore: l'aria diventerebbe troppo secca. Meglio posizionarle vicino a finestre o a porte d'ingresso.

Attenzione, però a non esporle in maniera diretta alla luce del sole. Il vetro, infatti, può creare un "effetto lente" ai raggi solari, capace di ustionare le foglie. Ogni pianta da appartamento, dunque, necessita della giusta quantità di luce.

  • piante appartamento-1 Le piante da appartamento sono così definite perché si prestano alla coltivazione in ambienti chiusi. Le specie adatte a vivere all’interno sono tante. Alcune sono arbusti; altre, specie fiorite; altr...

Vivai Le Georgiche Strelitzia (Uccello del Paradiso)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,3€


Piante per interno

aloe Se avete una bella stanza, luminosa, in cui la luce viene filtrata da alcune tende, potete impreziosirla con un ficus, l'aloe o con le sempre splendide orchidee. Esistono anche piante da interno che vivono benissimo con pochissima luce. L'edera e le felci crescono benissimo anche in ambienti poco luminosi. L'importante è garantire loro un terreno umido. Semplice da curare è lo Spatifillo; è una pianta d'origine tropicale capace anche di purificare l'aria.

Per quanto riguarda l'annaffiatura, è bene considerare che ogni pianta necessita di una diversa quantità d'acqua. La regola generale per le piante da appartamento è toccare, in superficie, il terreno. Se questo è umido, o fresco, la pianta non necessita di acqua. Ricordatevi, poi, che come regola generale è meglio fornire poca acqua che non molta, in quanto i ristagni idrici possono provocare marciumi radicali, che nei casi più gravi, possono portare alla morte della pianta.


Cura delle piante da appartamento

edera variegata Spesso quando si hanno delle piante in casa si commettono dei piccoli grandi errori che rischiano di rovinare irrimediabilmente l'angolo verde. Di solito, si preferisce collocare la pianta in un angolo della stanza in grado di offrire un forte impatto estetico. Sarebbe meglio, però, tenere in considerazione le esigenze della pianta. E' fondamentale sistemare la pianta in un punto dove può svilupparsi senza problemi. Inoltre, una volta scelta la posizione, è bene non continuare a spostarla senza alcun motivo: per gli esemplari sarebbe un'inutile sofferenza. Le varietà da interno hanno bisogno di luce, ma non bisogna esporle al sole diretto. Soprattutto durante i mesi più caldi. Sistematele in prossimità di finestre e vetrate, in posizione però riparata. E' bene, anche, mantenere la temperatura della stanza sopra i 15 gradi. Per annaffiare le vostre piantine, poi, non utilizzate mai acqua fredda. L'ideale sarebbe l'acqua piovana a temperatura ambiente. In mancanza, potete far decantare per almeno un giorno l'acqua del rubinetto. E' buona cosa svuotare regolarmente il sottovaso. In primavera, effettuate il rinvaso, scegliendo un vaso più grande del precedente ed utilizzando del terriccio specifico. Cercate di assecondare il ritmo di crescita al fine di favorire un equilibrato sviluppo.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO