Coltivazione ciliegio

Ciliegio

Il ciliegio è un albero appartenente alla famiglia delle Rosacee, il cui nome scientifico è Prunus avium. SI tratta di un albero particolarmente presente nelle zone mediterranee, e che vive sulla terra a circa 3.000 anni, probabilmente originario di zone asiatiche, anche se il suo paese di origine ci è sconosciuto. Le prime notizie su questo albero ci giungono dalle coltivazioni egizie, che amavano questo albero. Il ciliegio è una pianta particolarmente apprezzata per i suoi bei fiori e per i suoi frutti, le amate ciliegie, che si dividono in due specie, ovvero le ciliegie dolci e le ciliegie acide. Le prime si dividono in duracine e tenerine, mentre le seconde in marasche, amarene e visciole. Il ciliegio matura in primavera, riempiendosi di fiori rosa che gli conferiscono un aspetto incantevole.

Le ciliegie si raccolgono, di solito, nel periodo compreso tra fine maggio e inizio luglio, a seconda della varietà e della località in cui vengono coltivate.

pianta di ciliegio

SAFLAX - Set per la coltivazione - Ciliegio del Giappone / Sakura - 30 semi - Prunus serulata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


Coltivazione ciliegie

ciliegi Le ciliegie sono composte in prevalenza (80% circa) da acqua, zuccheri, proteine, vitamina A e C, potassio, fosforo, calcio, ferro, sodio e magnesio. Uno zucchero particolare, presente nelle ciliegio, è il levulosio, uno zucchero che non causa problemi ne ha controindicazione per i diabetici, quindi le ciliegie possono essere mangiate anche da questi ultimi, nonostante, secondo le credenze, per chi soffre di diabete siano da evitare perché si tratta di un frutto dolce. Le ciliegie inoltre sono molto utili per prevenire i radicali liberi, in quanto contengono dei flavonoidi, sostanze utilizzate proprio per questo scopo. Inoltre, le sostanze contenute in questo frutto sono anche ottime per prevenire l’ invecchiamento della pelle e di tutte le cellule che compongono il nostro organismo. Le ciliegie fresche sono anche ottime per depurare e disintossicare il nostro organismo, soprattutto hanno delle capacità diuretiche e lassative, quindi si tratta di frutti particolarmente indicati per chi avverte sensi di gonfiore a livello addominale e per chi soffre di stitichezza.

La pelle è beneficiata non solo dai flavonoidi,ma anche dalle vitamine A e C, la cui presenza stimola la produzione di collagene. L’ acido malico è invece capace di favorire la digestione degli zuccheri. Secondo gli studi dell’ Università del Texas, poi, la melatonina presente nelle ciliegie stimoli il sonno. Infine, è bene ricordare che le ciliegio portano molti benefici al sistema circolatorio e, quindi, al cuore, e che il loro consumo riduce la presenza di colesterolo nell’ organismo.

  • ciliegio fiorito Prima di eseguire qualsiasi operazione di giardinaggio, ma anche in qualsiasi altro campo, c'è sempre bisogno di qualche mezzo di cui è necessario munirsi per far si che la pratica sia volta nel migli...
  • Alcune note Nell’ambito della cura del giardino e dell’orto di casa vi sono alcuni elementi che è opportuno conoscere per una lunga serie di ragioni: in primo luogo per evitare di commettere errori assolutamente ...
  • Legno ciliegio L'albero del ciliegio è apprezzato sia come albero da frutta sia come albero ornamentale, ma anche come essenza adatta a diversi tipi di lavorazione di falegnameria. Il ciliegio rientra nella classifi...
  • Mosca La mosca del ciliegio, è un insetto che ha la tendenza ad attaccare questa specifica pianta, danneggiandone i frutti. La si distingue per la caratteristica del colore giallastro delle sue ali, e per i...

SAFLAX - Set per la coltivazione - Ciliegio degli uccelli - 10 semi - Prunus avium

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


Ciliegio coltivazione

ciliegie mature Per quanto riguarda la coltivazione del ciliegio, è bene sapere qual è il clima più adatto e di quale terriccio ha bisogno per crescere in salute. Il ciliegio ama i climi temperati, ma non caratterizzati da una forte densità di precipitazioni, in quanto teme molto i ristagni idrici. Anche i climi troppo freddi possono danneggiarlo, in quanto si tratta di una piante che, data la sua natura e come testimoniano i suoi luoghi di origine, non sopporta né dovrebbe conoscere le gelate. Tuttavia, anche il forte caldo potrebbe danneggiarla, in particolare la siccità.

Per quanto riguarda invece il terriccio per le piante di ciliegio, quello ideale è un medio impasto, che deve prevedere necessariamente anche compost, letame, torba, sabbia e ghiaia, in quanto il ciliegio richiede un terriccio capace di darle tutte le sostanze nutritive di cui necessita ma anche un giusto drenaggio.

E’ consigliabile utilizzare, per la coltivazione, piantine già cresciute, quindi giovani ciliegi. Prima di metterli a dimora, circa una settimana prima, è consigliabile smuovere il terreno n modo da arieggiarlo e da ammorbidirlo. Poi, si scava una buca e ci si mettono le radici del ciliegio, per poi ricoprirle con il terreno rimosso per la creazione della buca, facendo attenzione che il ciliegio sia ben saldato al terreno.


Coltivazione ciliegio

ciliegio in fiore Per quanto riguarda le annaffiature, queste devono essere costanti, ma non devono mai essere troppo abbondanti, in quanto, come è stato già detto, il ciliegio teme molto i ristagni idrici. Quindi, innanzitutto è bene utilizzare un terriccio capace di rendere il terreno ben drenato, e poi è bene evitare sempre di inzuppare il terreno.

Per quanto riguarda la potatura, è meglio evitarle perché il ciliegio è molto delicato da questo punto di vista, quindi al massimo possono essere fatte eseguire da professionisti. Al massimo, si possono eliminare rami vecchi o danneggiati con cesoie ben affilate e disinfettate, effettuando dei tagli netti. Non bisogna dimenticarsi, poi, di disinfettare la cicatrice, spalmando anche polvere fungicida. Un'errata potatura potrebbe anche comportare la morte dell’ albero, e tagli sbagliati potrebbero invece comportare eventuali infezioni.


Malattie del ciliegio

malattia ciliegio Il ciliegio, così come tutte le altre piante, teme alcune particolari malattie, che, se non curate, potrebbero comportare l’ aggravamento della salute della pianta. Una malattia molto temuta dal ciliegio è il marciume radicale, o anche la monilia, che si possono prevenire evitando i ristagni d’ acqua e applicando degli antifungini da comprare presso negozi che trattano prodotti per il giardinaggio. Insetti che poi possono causare particolari problemi al ciliegio sono le afidi, le cocciniglie e le mosche delle ciliegie., Per quanto riguarda questi insetti, è bene informarsi su come prevenirle e combatterle, leggendo gli articoli dedicati a loro sul nostro sito. E ‘ molto importante riconoscere, prevenire e curare le malattie delle proprie piante prima che queste causino danni irreversibili alla pianta.


Gommosi del ciliegio

Gommosi del ciliegio Una patologia piuttosto diffusa tra le piante di ciliegio e altre piante da frutteto, è la gommosi che si manifesta con la presenza sul tronco di bolle di materiale che assomiglia al miele.

Questo fenomeno è un modo che la pianta adotta come autodifesa per chiudere le ferite presenti sul tronco. Di solito, questo tipo di problema si manifesta quando le piante sono sottoposte a particolare stress, che può essere causato da poca e cattiva manutenzione, errato terriccio o potature sbagliate. Questo fenomeno può anche essere causato dalla presenza di particolari funghi che si inserire nei tessuti attraverso i tagli della potatura.

Un metodo per intervenire è quello di procedere con appositi trattamenti con prodotti anticrittogamici a base di sali di rame, nel periodo di riposo vegetativo, ripetendo il trattamento in primavera, prima della fioritura.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO