Alberi millenari

Le informazioni di base sugli alberi millenari

Nell’ambito delle discussioni in materia di botanica e di piante e fiori in senso lato un ruolo senza dubbio interessante è quello che da sempre esercitano le riflessioni e le informazioni di varia natura in materia di alberi millenari. Perché avere a che fare da vicino o comunque prendere informazioni su un albero che possiamo vedere e che sappiamo esseri lì di fronte a noi (o quasi) da più di mille anni produce senza dubbio un senso di mistero o, fuori da ogni tipo di romanzizzazione, un senso di interesse che pervade tutti noi. Ovviamente, in maniera intuibile, l’interesse che nasce nei confronti degli alberi millenari e di tutto quanto vi ruota intorno è leggermente differente a seconda di chi li sta studiando nel senso che l’appassionato della materia, l’addetto ai lavori o anche qualcuno che ha inteso documentarsi più o meno approfonditamente capirà di più e storcerà meno il naso di fronte agli alberi millenari di quanto potrebbe fare il neofita della materia o semplice,mente chi si avvicina a un discorso del genere senza la corretta preparazione di base.
Alcune note

ABBACCHIATORE OLIVE JOLLY V34 ASTA TELESCOPICA CM.170-310

Prezzo: in offerta su Amazon a: 672,7€


Le caratteristiche principali degli alberi millenari

Pro e contro Ma, come è nostra abitudine consolidata ormai da lungo tempo, procediamo con ordine e iniziamo a comprendere alcuni degli elementi di base che più potranno esserci di sostegno nell’ambito della nostra analisi, una disanima sintetica la nostra per le ben note ragioni di spazio ma che ci auguriamo rimanga sempre sufficientemente chiara ed esauriente per il nostro lettore, in materia di alberi millenari. Ovviamente, in maniera intuibile, quando sentiamo parlare di alberi millenari il nostro primo pensiero si rivolge a contesti geograficamente e, perché no, anche climaticamente, molto distanti dal nostro clima mediterraneo o comunque dalle condizioni climatiche che possiamo conoscere e con cui possiamo fare i conti all’interno del nostro Paese. E, di fatto, non sbagliamo di tanto perché i classici alberi millenari sono in continenti differenti.

  • Alcune note Gli alberi da giardino a crescita rapida sono un obiettivo degno di nota per una lunga serie di appassionati del settore che, proprio in quanto tali, vale a dire in quanto appassionati di giardinaggio...
  • Alcune note Gli alberi esotici rappresentano da sempre un capitolo a sé stante nell’ambito della botanica e, forse per quanto interessa a noi più da vicino, un capitolo a sé stante per tutto quanto concerne le qu...
  • Alcune note Quando si parla di alberi frangivento ci troviamo in una sorta di terra di mezzo a metà strada tra quello che il mondo della natura, della coltivazioni degli alberi e della botanica in senso lato da u...
  • Alcune note Quando si parla di botanica in senso lato e di alberi in senso più stretto una dose di attenzione specifica è quella che è giusto riservare al concetto di alberi per viali. A leggere tutto insieme “al...

Ulivo Olea Europea nodoso Radice RESISTENTI ALF REDDO Altezza ca 3 m

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1133€


Alberi millenari: Un pò di esempi di alberi millenari in giro per il mondo

Pregi e difettiLa prima considerazione da fare quando si parla di alberi millenari è che il nostro pensiero corre al continente americano e, più precisamente, ai territori interni tipici delle pianure degli Stati Uniti. In altre parole stiamo facendo riferimento essenzialmente a quello che potrebbe essere definito senza tema di essere smentiti come all’esempio per antonomasia di alberi millenari, vale a dire alla sequoia millenaria della California. E c’è anche da tener presente che le sequoie giganti della California sono definite per comodità alberi millenari anche se studi in materia testimoniano che si tratta di alberi in grado di raggiungere anche i 4.000 anni di vita. Ulteriori esempi di alberi millenari sono l’alerce, una conifera della Patagonia cilena, il pino californiano ed esemplari a noi più vicini come il faggio e l’ulivo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO