Pareti rivestite

Le pareti rivestite per gli esterni

Le pareti rivestite per l'esterno della casa sono in grado di proteggerla dalle intemperie e di isolarla dal freddo e dalle infiltrazioni. Le coperture per il tetto sigillano la sua superficie e la riparano dall'umidità. I modelli più evoluti sono progettati per riflettere la luce del sole. I materiali più comuni per il rivestimento del tetto sono costituiti da elastomeri acrilici a base d'acqua che possono essere utilizzati su metallo, cemento, legno, PVC e bitume. Scegliete un rivestimento che resista alla corrosione di acqua e ruggine, come gli elementi a base di oli agricoli e uretano biologico.

Le pareti della casa invece, vengono rivestite solitamente con pannelli in fibra gommata. Essi le proteggono dai danni causati dalla ruggine, dalla muffa, dal muschio e dall'acqua. Le pareti e i tetti

dovrebbero essere completamente asciutti prima di ricevere qualsiasi rivestimento. Evitate quindi di effettuare l'applicazione dei pannelli se piove o vi è una forte umidità. Pulite le superfici a fondo e lavatele con una idropulitrice per rimuovere i residui, in modo che venga garantita una buona applicazione. Coprite gli infissi con dei teli plasticati e procedete con il montaggio dei pannelli, seguendo le istruzioni del produttore.

pareti rivestite

Acolor

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Un rivestimento elegante: la vernice strutturata

rivestimento esterni Se in casa avete una o più pareti rovinate, dopo averle riparate con lo stucco, potete rinnovarle completamente applicando un rivestimento che si adatti allo stile dell'arredamento. Le varie texture aiutano a nascondere le imperfezioni e impediscono alla luce di riflettersi sulle pareti, evidenziando ancora di più le imperfezioni. Un metodo di texturing molto semplice ma che garantisce un bellissimo effetto è semplicemente quello di applicare della vernice strutturata (ovvero un mix di vernice regolare e di addensanti solidi) con un rullo di gomma apposita. La superficie del rullo presenta dei decori in rilievo che verranno poi riportati sulla parete tramite la stesura della vernice strutturata. Procuratevi tutto il materiale necessario prima di iniziare. Vi serviranno dei teli pesanti plastificati, una scala, un cacciavite, un primer e il kit per l'applicazione della vernice strutturata, che potete reperire in un colorificio o in un negozio di bricolage.

Posate i teli di plastica sul pavimento, fissandoli con del nastro da pittore accanto alla parete da trattare. Rimuovete con un cacciavite tutte le placche degli interruttori e delle prese dal muro con un cacciavite. Raschiate accuratamente la superficie con una spatola, in modo da eliminare l'intonaco. Se necessario, stuccate le aree danneggiate, livellando la pasta con una spatola. Quando lo stucco si è completamente asciugato, sabbiate poi tutta l'area con della carta vetrata a grana 400, per renderla liscia ed uniforme. Levate la polvere con un panno morbido e privo di lanugine.

Ora applicate il primer per la base con un rullo. Il primer deve coprire tutta la superficie, senza formare gocce o increspature. Lasciatelo asciugare per otto ore. Trascorso il tempo necessario, stendete la vernice strutturata sulla parete con il rullo specifico. Iniziate a lavorare da un angolo superiore e muovetevi da sinistra a destra in orizzontale. Passate più volte il rullo, impregnandolo ogni volta di una quantità sufficiente di vernice. Quando siete soddisfatti del risultato, passate ad eseguire la sezione successiva, con il medesimo metodo. Una volta completata tutta la parete, lasciate asciugare la vernice per 24 ore e stendete il top coat finale.

  • parete attrezzata in cartongesso Come si può facilmente dedurre dal nome, il cartongesso è ottenuto dal gesso minerale, un materiale molto diffuso nel campo dell’ edilizia fin dai primi tempi dell’ architettura, e infatti molte sono ...
  • parete divisoria in vetro Il fai da te è un' occupazione a cui sempre più persone aderiscono, perchè ritrovano in esso un buon modo per trascorrere il proprio tempo libero, investendolo in operazioni utili per se stessi, per l...
  • parete stucco veneziano Quando ci si occupa di fai da te nel campo edile, spesso può essere necessario apportare delle modifiche alle pareti della propria abitazione, come la realizzazione della finitura delle murature con t...
  • Quando si vuole rendere migliore esteticamente parlando una casa, sia per quanto riguarda l’ interno che l’ esterno, non si può evitare di pitturarla. In questo modo è possibile renderla più colorata ...

Profili facciata ventilata Nastro PVC morbido, nero, larghezza 100 mm, spessore 0,5 mm, imballo 50 m, sottostruttura, facciata ventilata, guarnizione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 69€


Pareti rivestite: Il più classico dei rivestimenti: la carta da parati

rivestire una parete La carta da parati è molto semplice da utilizzare e rinnova il look di una stanza con poche e semplici mosse. E' perfetta sia quella monocolore che quella fantasia.

Tagliate in misura la prima striscia di carta. Rovesciatela sul piano di lavoro e stendete sul retro la colla apposita, aiutandovi con un rullo di adeguata dimensione. Se acquistate la carta da parati pre-incollata, questa operazione non sarà necessaria. Sollevate la striscia e appoggiatela delicatamente alla sommità della parete. Premete bene l'area, quindi fatela aderire a tutta la sezione cercando di non formare piegoline o bolle d'aria. Ripetete lo stesso procedimento con le altre strisce, fino a completare tutta la parete. Tagliate con un cutter la carta in eccesso e rifinite per bene tutti gli angoli.



COMMENTI SULL' ARTICOLO