Isolamento acustico pareti

Valutazione

La difficoltà è ascrivibile soprattutto alle abitazioni di costruzione recente, per esempio a quelle in condominio, dove si sente il rumore dei vicini di casa, quello delle apparecchiature che usano, il suono semplicemente della voce, quando chiacchierano o discutono. Purtroppo ciò si verifica, perché i muri che separano gli appartamenti confinanti non sono più "quelli di una volta", ma evidenti motivi di risparmio li hanno declassati a tramezzi di dimensioni decisamente ridotte.

Altra esigenza poi è quella di chi ha bisogno di creare intorno a sé un ambiente insonorizzato acusticamente, allo scopo di poter esercitare un'attività (studio di uno strumento musicale, ascolto di musica, prove di canto...) o comunque emettere rumori, senza infastidire il prossimo. Fatta questa premessa importante prima di decidere come procedere, per proteggersi dagli altri o per non infastidire, si può cercare il modo più opportuno, per neutralizzare quei rumori che si propagano per via aerea, perché, contro il fastidio di un trapano che buca una parete o contro quelli causati da eventuali lavori sulle strutture, nulla è possibile fare, se non augurarsi che finiscano presto.

Isolamento acustico pareti

Laminato per pavimenti e pareti ideale per l'isolamento acustico, da 10 m, con potere fono-isolante e funzione Bass Stop, in MLV

Prezzo: in offerta su Amazon a: 158,72€


Ipotesi d'intervento

Isolamento Per impedire che i suoni arrivino all'interno o si propaghino verso l'esterno va da sé che è necessario interporre una barriera idonea a bloccare questo flusso, per cui è necessario ricorrere a una completa coibentazione delle pareti interessate, posizionando pannelli idonei a bloccare il percorso delle onde sonore. Si tratta di schermi che, una volta sistemati, possono migliorare sensibilmente la vivibilità di un ambiente e le modalità operative sono simili, sia che si voglia procedere all'interno che all'esterno dei locali interessati. In commercio esistono materiali vari con capacità fonoassorbenti differenti in relazione al risultato da conseguire e l'intervento risolutore consiste nell'individuare la parete o le pareti da isolare e quindi procedere.

Nel caso di un solo muro confinante con altro ambiente da cui proviene il disturbo, sarà importante schermare a dovere quella parete. Se invece lo scopo da perseguire è quello di impedire ai suoni generati all'interno di uscire all'esterno, l'isolamento riguarderà tutte le pareti e anche le eventuali finestre presenti.

  • guaina ardesiata stesura Attraverso il fai da te è possibile svolgere moltissime attività, di qualsiasi tipo: sotto il nome di bricolage le attività per il giardinaggio, per la creazione di piccoli bijou di bigiotteria, la cu...
  • isolamento Una delle varie operazioni che è possibile imparare a compiere grazie al fai ad te è quella di isolare determinati ambienti da altri, effettuando quella che comunemente viene chiamata "coibentazione"....
  • L’ isolamento acustico nasce come una soluzione per tutti coloro che vivono in città e che molto spesso devono sorbirsi i rumori caotici di quest’ ultima, o per chi vive in un condominio, e deve senti...
  • L’ isolamento termico, anche chiamato coibentazione termica, è un sistema che serve per “isolare”, appunto, una struttura dall’ esterno per quanto riguarda la temperatura. Principalmente, si parla di ...

Paracolpi per Pareti Garage e box Auto, Set da 4 x pannelli autoadesive - 45 x 16,5 x 1,0 cm di spessore - ANTRACITE colore TONALITà RAL 7016 in Polietilene - protezione fiancata portiera auto, anche tampone paraurti, massima protezione. (Antracite 7016)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€
(Risparmi 10,91€)


Isolamento acustico pareti: Messa in opera

Come per l'istallazione del cappotto, generalmente esterno, per ottenere la coibentazione termica, anche l'isolamento acustico va perseguito con l'utilizzo di materiali idonei.

Il metodo più rapido, praticabile anche da parte di chi si diletta nel fai-da-te, è quello dell'utilizzo di mattonelle autoadesive di lana di legno opportunamente compressa. Le stesse, di varia forma e colore, devono essere posizionate accostandole accuratamente e battendo più volte sopra, perché l'adesivo si ancori bene sulla superficie muraria. Sarà abbastanza facile modellarle, tagliandole, per adeguarle alle zone da isolare, in modo da ottenere infine una parete un po' diversa, ma anche esteticamente bella da vedere.

Volendo procedere a un isolamento che rispetti la situazione precedente dei muri interessati, bisognerà prima coibentare opportunamente le pareti. Per conseguire tale scopo, si potrà inserire uno strato di lana di vetro o di sughero o polistirolo, ma sono presenti in commercio anche lastre di piombo (perfette, se si presentasse la necessità di limitare lo spessore) o strati di gomma isolante... Alla fine basterà coprire e ripristinare la situazione preesistente con la messa in opera di pannelli fonoassorbenti da stuccare.

Se sui muri interessati si trovano finestre o porte, per ottenere un risultato ottimale, si dovrà operare diversamente. Per le finestre la soluzione definitiva e funzionale è quella della sostituzione dell'infisso, avendo cura di sceglierne uno nuovo in PVC con l'inserimento di vetri camera, cioè doppi. Anche per le porte la soluzione principale è quella della sostituzione con altre che siano opportunamente isolate, per non far passare i rumori. L'alternativa nei casi di porte tamburate o che comunque permettano l'apertura almeno da un lato lungo (= il verticale), è quella di togliere il listello di legno esterno, forare in senso trasversale il vespaio di cartone presente all'interno e procedere quindi a inserirci materiale isolante (schiuma poliuretanica, fibra di vetro e simili). Se ciò non è fattibile, si potrà almeno fissare una guarnizione autoadesiva lungo tutto il perimetro della battuta della porta.



COMMENTI SULL' ARTICOLO