Isolare un pavimento

Isolare pavimento con argilla espansa

Isolare un pavimento spesso è dettato da tre motivi fondamentali: il primo per rimediare all’umidità proveniente dal solaio sottostante (soprattutto se la casa è costruita su terrapiena); il secondo per motivi strettamente acustici per evitare che il calpestio possa infastidire l’inquilino sottostante; il terzo invece è utile quando rimuovendo un vecchio pavimento, non si intende rifare il solaio che appare piuttosto malconcio.

I tre interventi di isolamento, possono essere realizzati con materiali specifici che indipendentemente dalla ragione per cui si decide di posarlo, garantiscono isolamento termoacustico,compattezza e leggerezza. Tra i materiali più indicati e che meglio si prestano per tutte le soluzioni citate troviamo le palline di argilla espansa, che si acquistano in comodi e leggeri sacchetti (presso rivenditori di materiali per l’edilizia) e vanno posati in modo semplice, e fungono anche da massetto per il rivestimento sia con piastrelle che con parquet o moquette.

L’argilla espansa è un materiale che all’origine viene trattato in modo da essere disidratato del tutto dopo la sua composizione diventando vuoto all’interno e simile a delle palline da ping pong. L’applicazione avviene senza eccessivi spessori, ma è sufficiente uno strato compatto che da solo garantisce ottimi risultati sia sotto l’aspetto funzionale che strutturale ai fini del rivestimento finale. Le palline di argilla espansa non richiedono trattamenti preliminari e consentono un risparmio notevole per quanto riguarda i classici materiali aggreganti di norma utilizzati per la realizzazione di massetti (cemento, malta e sabbia). In questa guida seguiamo passo dopo passo le fasi di applicazione e finitura con le palline di argilla espansa.

calcestruzzo leggero con argilla espansa

Impermeabilizzante trasparente per balconi e terrazzi - IMPERMEABILIZZANTE ANTI-PIOGGIA 2,5L - GENIAL SOLVER

Prezzo: in offerta su Amazon a: 43,02€
(Risparmi 4,78€)


Isolamento pavimenti con argilla espansa

argilla espansa Prima di procedere con la lavorazione con le palline di argilla espansa, bisogna innanzitutto rimuovere il vecchio pavimento, senza preoccuparsi eccessivamente se con qualche piastrella si asporta anche un certo quantitativo di cemento sottostante; infatti eventuali avvallamenti o buche, vanno compensate proprio dalle palline.

Se tuttavia il solaio si presenta in condizioni non ottimali, conviene provvedere con l’installazione di una rete metallica che apporta sì un certo peso al solaio, ma teniamo conto che con l’argilla espansa il peso diminuisce tantissimo rispetto al classici massetti di cemento e quindi il peso della rete è cosa trascurabile.

Terminata quindi l’applicazione della rete metallica e della messa in sicurezza del solaio si può procedere con le operazione che conducono all’isolamento del pavimento.

    PROTEX ML.250

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,5€


    Isolare un pavimento: posa dell’argilla espansa

    isolamento pavimento con argilla espansa Dopo aver ripulito il solaio messo a nudo togliendo piastrelle e cemento, eliminando pietre e terriccio superfluo , si inizia in modo semplice con la posa del massetto.

    Apriamo quindi i sacchetti di palline di argilla espansa e le versiamo sul solaio, cominciando da un lato della stanza fino a raggiungere quello opposto. A riempimento ultimato, con un ulteriore sacchetto ci occupiamo di aggiungere palline dove si notano vuoti o aperture tra loro. Ottenuto un fondo compatto con le palline di argilla espansa, si inizia la fase di indurimento. Bisogna quindi irrorare con acqua la pavimentazione, bagnandola in modo uniforme in almeno due fasi. A questo punto si lascia essiccare per almeno 24 ore.

    Trascorso tale tempo, la prima cosa che si nota è che le palline di argilla espansa si sono gonfiate e diventano compattate tra loro, sembrando tanti sassi di eguale misura. Una colata di cemento liquido ed un po’ di terriccio misto a sabbia completa l’opera. Un livellamento con i classici metodi post installazione pavimenti, rendono la superficie idonea al rivestimento prescelto.


    I vantaggi dell’espanso

    isolare con argilla espansa Ad operazione ultimata, le palline di argilla espansa diventate nel frattempo rigide e compatte, donano al solaio resistenza, elasticità e tutte le caratteristiche necessarie per l’isolamento di un pavimento. Con questo metodo di posa di un massetto con palline di argilla espansa, si ottiene in un sol colpo, l’isolamento acustico, la protezione dall’umidità ascendente e quella termica, molto importante per evitare dispersioni di calore o di aria fredda a seconda della stagione in cui si utilizzano in una casa radiatori o climatizzatori. Infine una ulteriore nota di merito da dare alle palline di argilla espansa è quella che da sole garantiscono i risultati descritti senza ricorrere a lana di roccia, guaine o altri materiali che in genere si utilizzano quando si intende isolare un pavimento.


    Coibentazione pavimento

    pannelli termoisolanti per soffitto Procedere con un buon isolamento per il pavimento è un'operazione importante, anzi fondamentale, per migliorare il comfort termico dell'abitazione ed eliminare le dispersioni termiche che fanno incrementare i consumi energetici. Ovviamente, per quel che riguarda il pavimento, la coibentazione andrebbe prevista in fase di posa in opera, in quando, a differenza del soffitto, non è quasi mai possibile intervenire a posteriori. Una soluzione che può aiutare a mitigare le dispersioni può essere quella di posare un nuovo rivestimento al di sopra di quello esistente, magari in parquet o moquette, materiali che garantiscono un isolamento maggiore rispetto alla ceramica e al gres. Naturalmente, la modalità migliore per un buon risultato consiste nell'eliminare il vecchio rivestimento ed intervenire adeguatamente. Se nel locale sottostante è presente un locale non riscaldato, può essere utile intervenire, isolando il soffitto di quest'ultimo applicando pannelli di polistirene o cartongesso e lana di roccia, che consentiranno di diminuire le dispersioni attraverso il pavimento.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO