Vetrocemento dimensioni

Vetrocemento dimensioni

Per quello che riguarda la composizione del vetrocemento, occorre rilevare che si ricava dall'unione di vari mattoni che sono realizzati in vetro. I mattoni stessi risultano essere legati tra di loro attraverso giunti che sono fatti in cemento armato. Per comporre un mattone in vetro, è assolutamente necessario pressare tra di loro due formelle in vetro, facendo in modo di creare un'apposita camera d'aria, la quale deve essere del tutto impermeabile ed altrettanto isolante. Bisogna poi tenere presente che il vetrocemento può essere realizzato in diverse modalità. Per un fatto di design, è possibile farsi fare il vetrocemento colorato, per far sì che chi lo vede dall'esterno, abbia una gradevole sensazione.

In Italia sono presenti tante aziende specializzate nella realizzazione del vetrocemento, le quali vengono incontro a tutte le esigenze del consumatore finale, cercando di far sì che il rapporto fra qualità e prezzo sia competitivo, realizzando un prodotto ad alti livelli.

Il vetrocemento si può benissimo utilizzare per le stanze di casa propria, si pensi ad esempio ad un box doccia, attraverso il quale entra la luce della stanza, ma che al tempo stesso salvaguarda la propria privacy ed intimità. Può al tempo stesso essere una parete divisoria fra le varie stanze della casa, ma anche per gli uffici, questi ultimi in merito ai luoghi di lavoro.

Vetrocemento

Mattonelle in policarbonato ClicBloc come vetrocemento Confezione da 18 mattonelle dimensione 20x20x8 cm (Azzurro)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 205,25€


Storia del vetrocemento

vetrocementoC'è da dire che le origini del vetrocemento si perdono agli inizi del 900, in contemporeanea con lo sviluppo del settore dell'industriale. Tale materiale da costruzione infatti, veniva utilizzato spesso e volentieri per far filtrare la luce solare, illuminando di conseguenza tutti gli edifici adibiti ad uso industriale.

  • vetrocemento Il vetro è un materiale estremamente versatile, che lavorato insieme ad altri materiali, presenta caratteristiche peculiari, sia sotto il profilo strettamente pragmatico, sia sotto il profilo stilisti...
  • Alcune note Il montaggio vetrocemento è ad oggi una questione interessante per molte persone e quindi, a ben guardare, non solo per coloro che fanno parte per forza di cose della stretta cerchia degli addetti ai ...
  • Alcune note La posa del vetrocemento per esterni è ad oggi una questione interessante per molte persone e quindi, a ben guardare, non solo per coloro che fanno parte per forza di cose della stretta cerchia degli ...
  • cartongesso e vetrocemento parete L'abbinamento del vetrocemento con il cartongesso è la soluzione ideale se si vuole, per esempio, dividere una camera in due zone. L'utilizzo di una parete tradizionale, mancando un punto luce, darebb...

8 pezzi Fuchs Vetromattone Incrociato Bianco satinato due lati (vetro opalino) 19x19x5 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 67,6€


Tipi di vetrocemento

Tipi di vetrocemento Va rilevato che esistono vari tipi di vetrocemento. Il primo, ossia il più noto, è quello trasparente, il quale permette il passaggio in modo piuttosto consistente della luce dall'esterno, sia solare che non.

Abbiamo poi quello satinato, dove in questo caso è più opaco e quindi il passaggio della luce esterna, inclusa quella solare, viene notevolmente attenuato.

Il terzo tipo di vetrocemento invece è il liscio, infatti qui la superficie risulta essere del tutto liscia e quindi la relativa parete appare abbastanza omogenea.

Per concludere, ci sono sia il vetrocemento ondulato, che quello colorato, che dal punto di vista del design è senza dubbio il migliore.


Dimensioni del vetrocemento

Prima di parlare delle dimensioni del vetrocemento, occorre fare una precisazione molto importante. Tale opera infatti è considerata una muratura sotto tutti gli aspetti, incluso anche quello legale, sebbene sia apprezzabile dal punto di vista del design.

In merito alle dimensioni, c'è da dire che, per queste ultime, si parte dai mattoni di vetro cemento di tipo standard. In questo caso, gli stessi risultano presentare uno spessore pari ad otto centimetri. Il relativo formato, di regola, è quadrato e va da un minimo di 19 centimetri per 19 centimetri, fino ad un massimo di 24 centimetri per 24 centimetri per fare in modo di coprire un singolo metro quadro. Il formato, oltre che quadrato, può essere anche rettangolare ed in questo caso le dimensioni cambiano, ossia da circa 25 centimetri per 12, oppure 10 centimetri per 20. Si tenga presente che i mattoni di vetrocemento vengono venduti a pezzi, a seconda dei metri quadri di parete che si intendono coprire. Per ciascun metro quadro di parete, possono servire, di solito, una trentina di mattoni di vetrocemento, nel caso in cui si scelgano quadrati ed all'incirca venti, qualora si opti per quelli rettangolari. Il numero di pezzi dunque è un coefficiente che varia a seconda della parete che si vuole creare con il vetrocemento.

Dopo aver calcolato il numero di pezzi effettivi che sono indispensabili per la parete, si dovrà provvedere a realizzare il telaio a sostegno della parete stessa. Il passo successivo da effettuare consisterà nel passare lo strato di malta, utile per creare le varie file di mattoni di vetrocemento. Si concluderà infine con le rifiniture delle linee di fuga, per le quali sarà necessario il silicone. Prima di questo, si dovrà togliere tutta la malta eccessiva, quando ancora la stessa è fresca.




COMMENTI SULL' ARTICOLO