Caloriferi d'arredo

I caloriferi più antichi sono in ghisa

Una volta i caloriferi erano solamente in ghisa, un materiale molto pesante che però garantiva un'ottima resa, perché manteneva il calore a lungo. Anche ai giorni nostri in molte abitazioni i caloriferi sono in ghisa e in alcuni casi sono anche belli da vedere. La ghisa è molto pesante e non permette di sbizzarrirsi molto in termini di stile, però ha il vantaggio di continuare ad irradiare calore a lungo anche dopo lo spegnimento della caldaia.

Se si sceglie di installare dei radiatori in ghisa, bisogna tenere in considerazione anche il loro peso, che inciderà sul costo del trasporto e sull'installazione. Inoltre la manutenzione e la pulizia della ghisa sono più difficili rispetto ad altri materiali più moderni. I radiatori rappresentano la soluzione ideale in case molto grandi con soffitti alti oppure con un arredamento antico.

calorifero in ghisa

Newsuner® 900 lumen T6 LED Autodifesa di salvataggio giro Hammer Notte 18650 batterie Tiro dalla distanza ad alta luminosità

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32€


Altri tipi di caloriferi: alluminio, acciaio e polipropilene

calorifero Negli ultimi trent'anni hanno cominciato a diffondersi i caloriferi in alluminio, che sono molto più leggeri di quelli in ghisa e si riscaldano più rapidamente. I termosifoni in alluminio si possono considerare caloriferi d'arredo, perché la forma può essere forgiata in molti modi e colori. Il riscaldamento è molto veloce, però anche il raffreddamento lo è altrettanto.

Un altro materiale molto usato per i caloriferi è l'acciaio, anche se non è tra i più economici. L'acciaio è molto robusto e pesante ed ha un'alta superficie radiante; i caloriferi d'arredo in acciaio sono molto eleganti e trovano la loro collocazione ideale nelle abitazioni moderne ed essenziali, anche se la scelta va sempre fatta comunque dopo la consulenza di esperti del settore.

Recentemente si sta espandendo anche il polipropilene, un materiale molto resistente alle alte temperature e con un'ampia possibilità di lavorazione. Caloriferi d'arredo in polipropilene si trovano in molte abitazioni, sebbene l'alluminio e l'acciaio siano i materiali che vanno per la maggiore. L'unica pecca dell'alluminio è quella di non avere una grande massa irradiante, pertanto questo tipo di calorifero riscalda l'aria nelle vicinanze e una volta spento la temperatura dell'ambiente cala in breve tempo. Questo tipo di caloriferi è ideale per gli ambienti in cui si ha bisogno di avere in breve tempo la temperatura calda senza la necessità che questa rimanga a lungo.

  • stufa Specialmente durante la stagione invernale, in cui il freddo diventa un nemico da combattere in qualsiasi modo, l'importanza di riscaldare bene la casa è risaputa. A tale scopo, esistono in commercio ...
  • radiatori Il sistema di riscaldamento avviene da una fonte energetica, con un radiatore che se viene acquistato in modo frettoloso e sbagliato può incidere sui costi e fornire calore in modo inadeguato. Il migl...
  • pannelli per acqua calda Per scegliere il tipo di pannelli per la produzione di acqua calda più adeguato alle proprie necessità è indispensabile affidarsi all’esperienza e alla conoscenza in materia di un professionista del s...
  • installare scaldabagno Procedere non è difficile, ma dovete prestare attenzione a tutti i vari passaggi. Vi serviranno un tubo per l'acqua, pinze maschio e femmina, pinze registrabile, del teflon e degli stracci per asciuga...

Radialight DAER0001 Raffrescatore evaporativo Aer Domus

Prezzo: in offerta su Amazon a: 149€


Come funzionano i termosifoni

calorifero azzurroLa resa di un termosifone è determinata sia dal materiale con cui è fatto sia dal numero degli elementi, ossia dalle dimensioni totali. Generalmente viene installato un radiatore in ogni stanza, tuttavia negli ambienti molto grandi sono necessari due o più radiatori sempre rispettando le norme di legge e degli esperti del settore, come la distanza dal soffitto, eventuali mensole, ecc.

Nei termosifoni ci sono tre valvole che permettono la regolazione dell'acqua e di togliere eventuale aria dall'interno. Queste valvole servono a controllare la velocità e la quantità di acqua che circola dentro al radiatore, in maniera da avere sempre la temperatura ideale in tutti gli ambienti. Tutti i tipi di termosifone sono alimentati dalla caldaia che può essere a metano o gpl, ma in alcune zone è ancora a gasolio. Negli ultimi anni anche le stufe a legno o pellet e gli impianti a energia solare possono essere collegati ai caloriferi.


Caloriferi d'arredo: Come scegliere l'impianto di riscaldamento

calorifero design La scelta dell'impianto di riscaldamento va fatta fare da un tecnico esperto. Per progettare un impianto bisogna considerare molti fattori e avere conoscenze tecniche che non sono alla portata di chiunque. Recentemente si parla anche di certificazione energetica della casa, un parametro molto importante e determinante per la scelta del riscaldamento. Se la casa è costruita secondo i più moderni criteri di risparmio energetico, ossia con materiali termo isolanti e doppi vetri, questo andrà ad influire in maniera significativa sulla scelta dei caloriferi. Nella maggior parte dei casi il tipo di riscaldamento è a caldaia con i termosifoni, però ultimamente stanno prendendo piede tipi di riscaldamento alternativi, come quello nel pavimento, il caminetto e le stufe. Una volta fatta valutare la situazione dell'abitazione a una ditta competente, sarà possibile scegliere il look dei caloriferi in base ai propri gusti e alle esigenze personali.



COMMENTI SULL' ARTICOLO