Manutenzione riscaldamento a pavimento

Cosa sono gli impianti di riscaldamento a pavimento

Gli impianti di riscaldamento a pavimento sono sistemi molto funzionali ed efficienti, che garantiscono migliori prestazioni e consumi minori rispetto a quanto avviene con le soluzioni tradizionali. Al tempo stesso permettono di diffondere il calore in maniera omogenea, eliminando l’umidità e creando un ambiente piacevole e accogliente, Questi sistemi di riscaldamento si stanno diffondendo sempre più nelle abitazioni moderne di nuova costruzione in quanto la loro installazione risulta più complessa rispetto agli impianti classici. Il loro funzionamento si basa sul principio della trasmissione radiante del calore. Proprio per le sue caratteristiche la manutenzione riscaldamento a pavimento deve essere fatta da personale esperto perché presuppone conoscenze tecniche superiori alla media. In questo modo si evitano malfunzionamenti e sprechi energetici.
Struttura riscaldamento a pavimento

[neu.holz] Pacchetto risparmio laminato vinilico (4m²) Autoadesivo Wengé - opaco (28 tavole = 3,92 m²) Rivestimento di design per pavimenti / sembra vero / strutturato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 53,9€


Quando fare la manutenzione riscaldamento a pavimento

Esempio di riscaldamento a pavimento In genere la manutenzione riscaldamento a pavimento deve essere fatta soltanto quando si presentano problemi di funzionamento oppure si rilevano prestazioni meno efficienti della norma. Infatti gli impianti si basano sull’installazione di tubazioni a serpentina che trasportano acqua calda durante l’inverno per poter riscaldare efficacemente l’ambiente. Al tempo stesso i tubi mettono in circolo acqua fredda durante l’estate per poter raffrescare le stanze e quindi i sistemi radianti si caratterizzano per combinare due impianti in uno. I problemi più diffusi riguardano le perdite d’acqua, tuttavia bisogna tenere a mente che le tubazioni sono fatte in materiali resistenti, che durano a lungo nel tempo e che molto difficilmente sono interessate da guasti. Inoltre la manutenzione può riguardare anche i pannelli radianti che costituiscono il pavimento stesso in quanto devono garantire una buona estetica.

    Caminetto elettrico da terra Manhattan Chemin'Arte Camino elettrico completo di cornice in MDF color bianco e nero Diffusione calore dalla parte anteriore Potenza 1000W o 2000W Inserto elettrico con effetto fiamma e ciottoli

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 619€


    Quali sono i problemi più diffusi degli impianti

    Manutenzione riscaldamento a pavimento Quando si effettua la manutenzione riscaldamento a pavimento molto spesso si deve intervenire sulle perdite di acqua che si verificano all’altezza delle scatole che contengono i collettori: infatti le tubazioni sono immerse nel massetto e quindi si interviene solo se l’intero impianto funziona male. In questi casi si effettua una termografia a infrarossi per verificare eventuali anomalie e individuare il guasto intervenendo senza dover distruggere l’intera pavimentazione. In questo modo si limita l’invasività dell’intervento. Al tempo stesso bisogna tenere a mente che l’acqua che circola nelle tubazioni rimane sempre la stessa per anni: di conseguenza può accadere che si verifichino fenomeni di corrosione in quanto il liquido deteriora l’intero impianto. Si può anche riscontrare la formazione di depositi di calcare. In genere la resistenza del materiale dei tubi riesce a contrastare in maniera efficace questo problema, tuttavia si tratta di un'eventualità possibile e quindi è bene effettuare un trattamento delle acque.


    Manutenzione riscaldamento a pavimento: consigli utili

    Sistema radiante a pavimento L'obiettivo della manutenzione riscaldamento a pavimento è garantire la completa efficienza dell'impianto e fare in modo che il suo ciclo di vita sia il più lungo possibile. Tuttavia bisogna tenere a mente che gli interventi ordinari in genere non sono necessari se la messa in posa avviene a regola d'arte; cioè se viene effettuata da personale tecnico specializzato ed esperto. In questo modo si riesce a evitare la comparsa di un gran numero di inconvenienti e problemi. In secondo luogo è bene sostituire dopo qualche anno l'acqua in circolo nell'impianto così da evitare il deposito del calcare nelle tubazioni. Si consiglia di immettere acqua addolcita alla quale sono stati aggiunti additivi che blocchino la corrosione e la formazione del calcare e delle alghe. Altri additivi hanno lo scopo di eliminare i fanghi presenti nel liquido. Per ottenere migliori risultati è bene completare questo intervento di manutenzione facendo analizzare il Ph e la durezza dell'acqua e pulendo tutto l'impianto.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO