Radiatori

Il sistema di riscaldamento avviene da una fonte energetica, con un radiatore che se viene acquistato in modo frettoloso e sbagliato può incidere sui costi e fornire calore in modo inadeguato. Il migliore modo per scegliere un radiatore efficiente è quello di valutare le condizioni climatiche del luogo in cui si abita, la struttura dell’appartamento in cui si vive e lo spessore delle pareti. Qui di seguito ci sono alcune delle domande che bisogna porsi quando si è alla ricerca di un radiatore per riscaldare gli ambienti di casa. Ci sono diversi tipi di radiatori che funzionano in modo diverso, per cui la scelta va fatta in base alla fonte di alimentazione che può essere a gas fornito da una società erogatrice, da bombole di piccola media e grande dimensione (serbatoi) o da energia elettrica che però richiede radiatori con all’interno olio combustibile che si riscalda con una resistenza posizionata all’interno della struttura metallica. Se la casa è di nuova costruzione e si trova in una zona dove si è raggiunti dal servizio degli enti erogatori di gas, allora la scelta per l’istallazione di radiatori può essere limitata a due tipi vale a dire quelli in ghisa e in alluminio. Entrambi consentono di accumulare calore però quelli in ghisa sono sicuramente migliori, in quanto trattengono maggiormente il calore una volta che raggiungono la temperatura ottimale.
radiatori

De'Longhi TRRS0920 Radiatore ad Olio Elettrico, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 77,18€
(Risparmi 17,82€)


La grandezza dell’ambiente

radiatoreLa cosa fondamentale da valutare attentamente prima di effettuare l’acquisto e l’istallazione di un radiatore è quella di determinare la dimensione della zona che si vuole riscaldare. Se si tratta di una piccola stanza o di un monolocale allora il radiatore deve essere di piccola dimensione, per evitare un eccesso di calore che certo bene non fa ai fini della salute. Un radiatore elettrico (con olio all’interno) è l'ideale per riscaldare uno spazio limitato e per brevi periodi. Spesso, il riscaldamento di una piccola zona con questi sistemi non è però sufficiente. In particolare nei climi più freddi (soprattutto se ci sono più di un paio di persone in casa), può essere necessario un radiatore maggiore, ecco che in questo caso se ne possono installare due di media e piccola dimensione da collegare ad un impianto centralizzato in grado di gestirlo separatamente o in contemporanea. E' tuttavia meglio ottenere anche il parere di un tecnico specializzato che può consigliare un contemporaneo investimento in qualche efficace sistema di isolamento termico.


  • esempio di radiatore elettrico I termosifoni o radiatori, come tutti ben sapranno, sono dei tradizionali sistemi di riscaldamento presenti un po’ in tutte le abitazioni, in particolare, se si pensa ai modelli in ghisa, diffusissimi...
  • termosifoni in acciaio Sicuramente il tipo di riscaldamento più diffuso nelle case europee, principalmente in quelle degli italiani, è quello formato dai radiatori. Esistono in realtà varie tipologie di riscaldamento, ad ...
  • I radiatori per il bagno oggi come oggi sono davvero vari: ci sono sia i radiatori comuni, quelli che vengono utilizzati per qualsiasi tipo di ambiente, che quelli particolari e innovativi, in partic...
  • radiatore Ci sono motivi e motivi per odiare l’inverno, ma ce ne sono altrettanti per amarlo. C’è chi ha a cuore la stagione più fredda dell’anno semplicemente perché è tale, magari non ama il freddo e le tempe...

Biasi TUB4-060-12 - Radiatore tubolare orizzontale a 4 colonne

Prezzo: in offerta su Amazon a: 164,98€


Il budget

La scelta del radiatore proprio per il prezzo è una cosa difficile. I più economici tendono ad usare più energia, ed hanno bisogno di lavorare maggiormente per fornire calore in modo soddisfacente. Quando si valuta il costo è necessario considerare non solo quello dell'unità ma anche l’installazione, ed il pagamento dell'energia elettrica, la legna o il gas. Identificare i tipi di combustibili che sono disponibili aiuterà anche a restringere la scelta. Per esempio, se non è possibile utilizzare combustibili solidi (carbone e legna) e non ci sono tubazioni per il gas, allora conviene installare i pannelli solari (fotovoltaici).


Radiatori: Efficienza e manutenzione

I radiatori differenti tra loro, producono diversi livelli di calore ma consumano anche a ritmi diversi e sono responsabili per i vari livelli di CO2 rilasciati nell’ambiente. Scegliere il giusto riscaldamento soprattutto dopo aver utilizzato per anni una stufa elettrica può fare una grande differenza per entrambi i costi e le emissioni di anidride carbonica nella casa. Per alcuni radiatori non è necessaria quasi nessuna manutenzione, mentre per altri (caldaie a combustibile solido in particolare), c'è un bel po’ lavoro di manutenzione. I radiatori in ghisa, sono attualmente i migliori disponibili sul mercato e costituiscono la soluzione ottimale per riscaldare gli ambienti di casa indipendentemente dalla fonte energetica. La differenza tra il riscaldamento a gas e quello ottenuto con lo scambio energetico generato dai pannelli fotovoltaici è praticamente nulla per cui, se si opta per la soluzione iniziale di alimentare i radiatori con gas, il futuro cambio di fonte energetica non comporta necessariamente la loro sostituzione quindi, l’acquisto iniziale dei radiatori può ritenersi appropriato e a lungo termine. Con questa guida i lettori avranno le idee più chiare per poter scegliere il radiatore in grado di soddisfare il proprio fabbisogno giornaliero di calore senza un esborso economico eccessivo, e soprattutto il prodotto giusto senza incorrere in un acquisto sbagliato e poco appropriato.



COMMENTI SULL' ARTICOLO