Camini bifacciali

Camini bifacciali: nozioni generali

Installare un camino bifacciale significa fondamentalmente avere la fiamma ben visibile, anche per un fattore estetico, soprattutto se di tipo a legna.

Questa tipologia di camini, non presenta inconvenienti rilevanti, se non quello di richiedere più spazio rispetto ai tradizionali monofaccia. La posa di un camino bifacciale è ideale per esempio su una parete che divide un ambiente soggiorno, con una camera da letto.

La soluzione, consente di godere del calore nelle ore diurne, ed accumularlo sulla parete opposta per quelle notturne. In commercio, se ne possono trovare di diverse forme persino triangolari, con appositi vetri laterali che riescono a diffondere il calore, anche in questa posizione.

Camini bifacciali

Mattone Marmo Click Orologio - LED bianchi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 56,28€


Camini bifacciali: il design rustico

Camini bifaccialiIl camino bifacciale rustico è in assoluto quello più richiesto, soprattutto in ambienti arredati con questo stile o in una taverna. La caratteristica strutturale è facile da individuare in quanto il mattone refrattario del suo tipico colore arancio, la fa da padrone, ma c'è tuttavia da aggiungere che numerose sono le variazioni sul tema.

Possiamo infatti trovare quelli in pietra o in marmo, anche se la prima tipologia è ideale per un design marcatamente rustico, che può essere un salotto o un soggiorno. Un esempio di questa struttura può essere un angolare, rivestito con mattoni ma soltanto parzialmente; infatti, l'aggiunta di profili in legno ed un rivestimento di cemento bianco, soprattutto in direzione della canna fumaria, lo rendono adatto per ambienti arredati con questo stile.

Anche l'arredo in una taverna, con un bifacciale rustico, è ideale per avere una funzionalità più specifica, che va aldilà del fattore estetico; infatti, l'uso oltre a garantire calore e propagazione nella stanza adiacente, si presta per tradizionali cibi con cottura a legna. Anche in questo caso, non manca di certo il design e pur con la prevalenza di mattoni, si possono trovare in legno, rifinito però in stile arte povera.

    La Nordica - Caminetto a Legna Inserto 60 Ventilato da 59,5cm

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 862,9€


    Camini bifacciali: il design antico e moderno

    Camini bifacciali Il camino bifacciale rustico può tranquillamente essere abbinato al design moderno, nonostante si presenta da incasso e con strutture per la ventilazione.

    I camini rustici possono anche essere personalizzati dagli amanti del fai da te, per cui si acquistano prefiniti, magari tutti in muratura, per poi decorarli con legno, vetro o ferro battuto. Anche quelli antichi o in stile, si possono tuttavia posizionare in una casa con la funzione bifacciale; infatti, i primi, pur essendo monofacciali possono avere la duplice funzione apponendo semplicemente sulla parete opposta (soprattutto se non molto spessa), delle lamiere di zinco che riescono ad accumulare calore, e ad irradiarlo nell'ambiente interessato. La posa di camini bifacciali in stile antico, ma con una struttura già completa per ottimizzarne l'uso, sono ideali per ambienti anche di grandi dimensioni come possono essere ville e tenute, arredate in stile classico, dove l'impostazione del design è particolarmente curato. Quando si parla di camini antichi si pensa subito a quelli rifiniti in marmo o pietra; infatti, l'eleganza, prevede strutture simili dove il pregio dei materiali, soprattutto il marmo di Carrara, la fa da padrone per modanature, cornici e fregi.


    Camini bifacciali: i combustibili

    Questa tipologia di camini propone diverse versioni anche dal punto di vista di combustibili; infatti, è possibile cambiare completamente il design, scegliendo materiali un po' più spartani, ma tendenti a valorizzare soprattutto la funzionalità ed ottimizzarne il calore, utilizzando diversi tipi di combustibile. Ci sono infatti strutture a pellet o ibride (funzionano anche a legna), che sono la soluzione ideale per un risparmio energetico usando nel contempo la legna quando si desidera arricchire l'ambiente, con l'effetto tipico della sua fiamma. Il pellet è tuttavia un combustibile che non inquina, non necessita di una canna fumaria molto grande, e in proporzione si possono utilizzare camini bifacciali di dimensioni ridotte, tenendo conto dell'elevata caloria che riescono a distribuire nei due ambienti, pur essendo strutturalmente più piccoli. Oltre al pellet i camini bifacciali, sia grezzi che già rifiniti, possono tuttavia essere trasformati ed alimentali anche a gas, collegandoli direttamente alla fonte energetica, e considerarli parte integrante di un riscaldamento autonomo.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO