Costruire un recinto

Recinzioni abitazioni

Ogni abitazione che si rispetti ha degli opportuni mezzi di sicurezza, utili per tenere lontani malintenzionati che vorrebbero entrare nella propria casa o in qualsiasi altro edificio. In genere, il tipo di mezzo di sicurezza che viene scelto è per lo più indicato dalla tipologia di casa e dal “dove” questa casa, o quel determinato edificio, si trovi: nel caso si tratti di appartamenti in città, in genere si provvede con l’ installazione di portoncini blindati e porte di metallo per l’ esterno,mentre se si tratta di case con giardini e cortili, magari pi+ù verso la periferia della città, in paese o in campagna, si scelgono cancellate, portoni e recinzioni in metallo o in muratura.

Anche queste recinzioni sono tra loro molto varie, sia per materiale scelto che per il loro stile, ma in particolare per il grado di protezione che assicurano.

Per quanto riguarda i materiali, in genere questi sono: muratura o alluminio per definire i confini di tutto lo spazio di suolo che è in proprio possesso e legno o metallo per recinti di giardinetti, utili per differenziare uno spazio interno dall’ altro, o meglio, per dividere un ambiente dall’ altro.

Per quanto riguarda lo stile, ce n’è davvero per tutti i gusti: da quelli classici in muratura a quelli essenziali in metallo, da quelli particolarmente protettivi provvisti di aste con punte aguzze per impedire ai malviventi di scavalcarle, a quelli lavorati con decorazioni particolari, per abbellire maggiormente l’ ambiente.

Ovviamente, a seconda del cancello o della recinzione che si sceglie (in commercio ve ne sono davvero tante tipologie) il grado di protezione su cui si può contare è molto vario.

recinto giardino in legno

Rete per recinzioni a maglia Esagonale + Paletti | Rotolo di 25m | Altezza Rete 1m | Dimensione Maglia 25x25mm | Incl 20 Paletti alti 140cm | Rete metallica rivestita di plastica verde per animali e piante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 87,76€


Il recinto

recinzione in ferro In genere, il recinto è un elemento di separazione, più che di protezione, o anche di “delimitazione”. In altre parole, si tratta di un elemento che serve per lo più a fare in modo che un determinato spazio sia delimitato e protetto dagli altri spazi. Il recinto può essere ottimo sia per delimitare un orticello o un frutteto, sia per tenere separati due ambienti interni, come ad esempio il giardino dal cortile, sia per fare in modo che i propri animali siano al sicuro e non scappino via. E’ una soluzione, infatti, adottata sia da coloro che posseggono dei cani che da coloro che allevano cavalli, polli, galline, conigli e animali di ogni specie. L’ importante è che questo recinto sia adeguato alla tipologia di animali che si allevano: sicuramente un cavallo avrà bisogno di un recinto più alto rispetto ai conigli, che però dovranno godere di un recinto munito non solo degli elementi in metallo o in legno, ma anche di retine molto fitte, per impedire loro di intrufolarsi tra i vari elementi del recinto e fuoriuscire.


  • recinto per cani I recinti per cani fai da te rappresentano una buona soluzione di risparmio invece di acquistare una delle tante soluzioni proposte dai negozi specializzati, che, pur essendo molti interessanti, hanno...
  • muro Nella maggior parte dei casi un muretto di recinzione può essere realizzato in uno spazio esterno ma può rendersi necessaria la sua realizzazione anche in un terrazzo come in un'area coperta. Può anch...
  • recinzione giardino Il fai da te è un hobby che stà riscuotendo sempre più successo, e che è sempre più praticato nel mondo, in particolare per i vantaggi che esso offre a chiunque lo pratichi. Prima di parlare dei vanta...
  • recinzione giardino in legno Attraverso il fai da te è anche possibile occuparsi di giardinaggio, un’ operazione che molti scelgono per i molteplici vantaggi che questa operazione è in grado di apportare a chi se ne occupa. Colti...

vidaXL Rete metallica per recinzione a maglia esagonale rivest. PVC 0,8 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,99€


Tipologie recinzioni

recinto per il giardino Esistono varie tipologie di recinzioni, ognuna della quale permette di provvedere alla recinzione di un determinato ambiente in un modo diverso.

Esistono, come già accennato, recinzioni in legno, ma anche in muratura, in rete o con cancellate metalliche, ma anche recinzioni aventi vari metodi di protezione, come quelle che prevedono unalinea di limite forte e particolarmente alta, o quella che non deve essere particolarmente resistente ne protettiva, ma serve soltanto per delimitare due aree.

Una prima tipologia di recinzione per il giardino è quella rappresentata dalla staccionata. SI tratta di una recinzione che si avvale di elementi naturali, come appunto dei filari di sempreverdi. Questa è utile per delimitare uno spazio, ma non per proteggerla: in questo caso, sia se si vuole proteggere uno spazio dall’ intervento di malintenzionati che dagli sguardi dei vicini, alla staccionata va aggiunta una ringhiera di ferro molto robusta, e preferibilmente non levigata nella parte superiore, o anche un vero e proprio muro di cinta.

Una seconda tipologia di recinzione è la ringhiera. SI tratta di un tipo di recinzione che assicura il passaggio della luce e dell’ aria, cose molto importanti, in particolare quando si coltivano piante che necessitano di luce, ma anche quando si vuole delimitare uno spazio in cui si trascorre del tempo e non si vuole finire per soentirsi “chiusi in gabbia”. Con la ringhiera, poi, è anche possibile tenere lontani i malintenzionati creando delle assi appuntite superiormente, in modo che eventuali ladri non possano scavalcare, almeno non senza farsi male. Tuttavia, essendo un elemento di metallo, potrebbe causare un contrasto con l’ ambiente naturale che va a delimitare, se si tratta di un giardino. Questo problema, però, può essere risulto utilizzando delle piante rampicanti in grado di coprirla.

La muratura è un’ ulteriore metodo di recinzione. Si tratta di un tipo di recinzione molto rigida che è destinata a durare molto nel tempo mantenendo sempre lo stesso aspetto e la stessa funzionalità: glie lementi in legno potrebbero, col tempo, corrompersi, mentre quelli in materiale metallico potrebbero arrugginirsi. Con la muratura, invece, questi problemi non esistono!

Ovviamente esistono anche altri tipi di recinzione che uniscono la ringhiera alla muratura: alcuni spazi, infatti, sono in muratura, mentre altre parti sono in materiale metallico. Si tratta di una soluzione bella da vedere e anche funzionale, in quanto unisce l’ efficienza del muro alla protezione che solo una particolare ringhiera può assicurare.


Materiali per costruire un recinto

recinzione in legno In questa guida è possibile vedere come costruire un recinto in legno con piantoni verticali di 12 cm di diametro e di 150 cm di altezza , di cui 110 cm fuori terra, con tre correnti orizzontali di 8 cm di diametro, in modo da poter recintare con un recinto quadrangolare un perimetro i 50 ml circa. I pali saranno fissati in buche di 30 x30x40 cm di profondità.

Per realizzare questo tipo di costruzione, la prima cosa da fare è munirsi degli attrezzi e dei materiali necessari.

Gli attrezzi necessari sono: rotella metrica, picchetti metallici, mazzuolo, corda, vanga, piccone, secchio muratore, badile, martello carpentiere, frattazzo di legno;

Per quanto riguarda invece i materiali di cui bisogna munirsi, essi sono:

1. 24 piantoni (ovvero pali verticali);

2. 60 correnti (ovvero traverse orizzontali):

3. 48 listelli da 70-80 cm con sezione di 2x3 cm;

4. Chiodi;

5. Cemento;

6. Sabbia;

7. Ghiaia;

8. Acqua.

Si ricorda che, qualsiasi siano le dimensioni dello spazio che si vuole recintare, per determinare il numero di piantoni verticali tutto ciò che bisogna fare è dividere il perimetro del recinto per la lunghezza dei passanti e aggiungere altri 4 piantoni al numero che risulta da tale divisione. Per determinare il numero di piantoni orizzontali di cui si necessita, invece, bisogna dividere il perimetro del recinto per la lunghezza del passante e moltiplicarlo per il numero delle file dei correnti orizzontali.

Per quanto riguarda i costi di tale materiale, bisogna considerare che ogni piantone con dimensioni e caratteristiche di quelli sopra indicati come necessari, è di circa 15 euro , mentre per il corrente bisogna spendere 8 euro circa. La spesa complessiva per il lavoro preso ad esempio dovrebbe essere di circa 850 euro, più precisamente, di 16-17 euro al ml ,a cui vanno aggiunti i pochi euro necessari per il calcestruzzo.


Costruire un recinto: Come costruire un recinto

recinzione in legno Ecco una semplice e pratica guida su come costruire il recinto sopra descritto.

1. Il Primo passo, è quello di informarsi, presso l’ ufficio tecnico del proprio comune, se vi sono dei limiti da rispettare per quanto riguarda l’ altezza, le distanze, il materiale

2. A seconda della risposta, procurarsi tutto il materiale e gli attrezzi sopra indicati, rivolgendosi ad una ditta specializzata o presso negozi che vendono materiale edile.

3. Il passo tre consiste nel fissate i quattro paletti per gli angoli della recinzione e di unirli l’ uno all’ altro tramite una corda.

4. A questo punto bisogna segnare i punti delle altre 24 buche utilizzando una rotella metrica, e bisogna interrare per ognuna di queste buche un paletto.

5. A questo punto bisogna delimitare il perimetro delle buche (che dovranno essere di 30x30 cm), in corrispondenza di ognuno di 24 picchetti.

6. Le buche dovranno essere scavate per 40 cm di profondità utilizzando una vanga e un piccone nel caso il terreno sia molto duro e compatto.

7. Per ogni buca va sistemata un piantone, facendo in modo che ognuno di questi sia puntellato con una coppia di listelli di 70-80 cm, che saranno fissati al palo tramite un chiodo. Bisogna assolutamente ricordarsi che i due travetti vanno posizionati uno di fronte all’ altro, quindi in modo frontale tra di loo, in modo tale da formare due angoli di 45 gradi per ogni palo.

8. A questo punto va preparato il calcestruzzo che sarà impastato utilizzando anche la ghiaia, il cemento, la sabbie e l’ acqua, nelle proporzioni: 4: 1: 2: 1. Esso si può impastare a terra utilizzando un normale badile per muratore, anche se, ovviamente, sarebbe meno faticoso e più veloce utilizzare una piccole betoniera, magari affittata o prestata.

9. Ora va effettuata la colata di cemento in ogni buca, che sarà poi livellata con un frattazzo di legno. Trascorreranno almeno trentasei ore (di più in condizioni climatiche avverse), prima che il lavoro possa essere ripreso.

10. A questo punto i listelli di sostegno appaiono completamente inutili e quindi devono essere rimossi . Vanno quindi posizionati i passanti orizzontali, da fissare ai pali utilizzando dei chiodi. Nei quattro angoli, poi, le 24 traverse orizzontali vanno unite con un taglio a 45 gradi in modo da formare un angolo retto.

Il lavoro è completato! Non resta che utilizzare il recinto che è stato creato, sia per delimitare il proprio giardino, che per separare un’ aria “hobby” dal resto dell’ ambiente, sia per sistemarvi all’ interno degli animali , come ad esempio dei piccoli cavalli o dei pony, almeno se sono state rispettate le indicazioni sopra indicate: in altri casi, è possibile sistemarvi qualsiasi tipo di animale, a seconda delle dimensioni scelte.



COMMENTI SULL' ARTICOLO