Muretti da esterno: schemi di posa dei mattoni

Come realizzare i muretti da esterno

I muretti esterni in mattoni sono impiegati soprattutto in giardino sia per segnare il perimetro dei confini della proprietà che per dividere le aree diverse in base alla loro destinazione d'uso. In base al risultato che si vuole ottenere, ai propri gusti personali e alla collocazione funzionale del muretto si può scegliere tra diversi schemi di posa dei mattoni: in questo modo si ottengono costruzioni personalizzate che possano soddisfare tutte le proprie esigenze specifiche. Ad esempio vi sono i bassi muretti che possono avere una funzione divisoria o servire per delimitare le aiuole. Queste strutture devono avere fondazioni piene e sistemi per la protezione e il rinforzo in modo da garantirne la stabilità e la solidità nel corso del tempo. Infatti, se crollano, possono provocare un gran numero di problemi.
muretti da esterno

Blinky 7970205 Pannelli, Grigliato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28€


I muretti da esterno: schemi di posa dei mattoni

muretti per l'esterno I muretti esterni hanno schemi di posa progettati in funzione della stabilità delle strutture: in questo modo resistono nel tempo. I muretti esterni in mattoni per essere posati in maniera corretta prevedono una costruzione sulle fondazioni continue, cioè su basi piene in calcestruzzo: le loro dimensioni sono legate al peso finale della struttura e alla sua altezza. Per aumentare la stabilità del muretto a volte è necessario stendere sopra il secondo corso di mattoni uno strato impermeabile, realizzato con materiali diversi: in questo modo si blocca la risalita dell'umidità proveniente dal terreno. Allo stesso tempo si riesce a impedire che la solidificazione dell'acqua all'interno della struttura provochi la rottura dei giunti. Infine si protegge il muretto dal rischio di infiltrazioni nei giunti attraverso mattoni di coronamento, posandoli lungo il bordo superiore in senso orizzontale. Lo schema di posa gotico si caratterizza per realizzare un muretto molto spesso: infatti si accostano due blocchi in senso ortogonale. In questo modo si realizza uno sfalsamento simmetrico degli strati; in più si aggiungono a intervalli regolari mattoni mezzi corti, cioè tagliati per lungo. Lo schema è l'ideale per avere muretti portanti molto resistenti.

    vidaXL Set 10 pz Palizzata Recinzione Giardino in Legno 60 cm

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,99€


    Lo schema di posa a nido d'ape

    schema di posa Vi sono anche altre soluzioni progettuali per rendere performanti e attraenti i muri esterni. Ad esempio lo schema di posa dei mattoni a nido d'ape prevede una struttura traforata simile a quella che si ottiene adattando un modello alternato; tuttavia in questo caso si distanziano tra loro i laterizi lasciando uno spazio equivalente a un quarto di mattone. Infine si tagliano alcuni mattoni in quarti e li si usa per riempire i vuoti del corso superiore. Questa particolare messa in posa ha destinazioni d'uso diverse: serve per creare recinzioni decorative, pareti ventilate per magazzini oppure pannelli frangivento tra una villetta a schiera e l'altra o tra le differenti aree del giardino. Infine è l'ideale per realizzare su un terrazzo una quinta ombreggiante che funge anche da supporto per la crescita di piante rampicanti.


    Muretti da esterno: schemi di posa dei mattoni: Lo schema di posa alternata

    muretti Qualunque schema di posa dei mattoni si adotti, bisogna sempre tenere a mente che non si devono mai incolonnare i mattoni gli uni sugli altri: infatti nel caso che le giunzioni verticali fossero continue, la struttura sarebbe molto più debole in quanto ogni movimento della muratura provocherebbe il distacco dei laterizi. Per questo motivo tutti gli schemi di posa si caratterizzano per i giunti verticali sfasati: invece le modalità geometriche, lo spessore e le funzionalità dei muri possono essere diversi così come gli stili e i propri gusti personali. Lo sfasamento dei giunti verticali ha lo scopo di distribuire per tutta la lunghezza del muro i carichi statici: in questo modo i singoli elementi costruttivi sono legati tra loro. In più si ottiene un effetto decorativo. Lo schema a mattoni alternati è quello più semplice da mettere in posa e quindi lo si ritrova più di frequente. I muri sono quindi spessi un solo mattone e si ritrovano con la funzione di elementi divisori nel giardino.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO