Come eliminare i pidocchi dalle piante?

Come eliminare i pidocchi dalle piante?: Come eliminare i pidocchi dalle piante

afidi

Le piante, possono contrarre diversi tipi di malattie, la maggior parte delle quali, è causata dalla presenza di insetti e parassiti. Questi piccoli animali, si sviluppano in ambienti particolarmente umidi, facendosi spazio nel terreno, dove attaccano le radici della pianta, per poi risalire alle foglie e alle inflorescenze. Alcuni tipi di piante, tendono ad appassire a seguito del contagio parassita, che succhiandone la linfa vitale, porta la pianta ad un rapido deperimento, alla perdita di vigore, e alla perdita di foglie e fiori. La soluzione più immediata, è quella di utilizzare prodotti antiparassitari, che possono essere acquistati in un qualsiasi punto vendita specializzato in giardinaggio. Gli antiparassitari, eliminano tutti gli afidi, ma comportano delle spiacevoli conseguenze alla pianta, che tende comunque ad assorbire la tossicità del prodotto. I parassiti più comuni sono apostrofati come afidi: essi possono essere di colore verde, di colore rosato, di colore grigio-nerastro. Sono insetti che fanno parte del naturale ciclo vitale di piante e animali, infatti essi nutrono gli insetti, fanno risalire i minerali dal terreno, favoriscono il drenaggio, ma allo stesso tempo, possono causare il deperimento della pianta. Esistono rimedi naturali, particolarmente efficaci, per eliminare gli afidi e i pidocchi dalle piante, salvaguardandone cosi la salute e l’integrità: gli afidi possono essere rimossi manualmente (se visibili), con un batuffolo di cotone del sapone neutro, indossando dei guanti; nel caso in cui i parassiti non siano visibili, è possibile eliminarli con un getto d’acqua fredda che sia direzionato direttamente sulle foglie e sui fiori. Altra soluzione naturale, è miscelare scaglie di sapone di marsiglia e acqua, da nebulizzare direttamente sulle zone interessate. La pianta colpita, può essere irrorata con un composto naturale come aceto, ortica, aglio e assenzio. Questo composto, non è tossico, e si comporta come un naturale antifungino; il composto va triturato e poi miscelato e nebulizzato sulla pianta al mattino presto. Se il danno dei pidocchi è notevole, bisogna necessariamente eliminare la parte infestata, tagliando il ramo o la parte che risulta essere maggiormente danneggiata. Altra naturale soluzione è il piretro, una sostanza di origine vegetale, estratta da alcuni fiori, che nebulizzata sugli afidi, li paralizza portandoli alla morte. Questo trattamento, non va eseguito durante il periodo della fioritura, poiché potrebbe danneggiare le api che iniettano nettare.
afidi

TRAPPOLA A FEROMONI PER COLEOTTERI DELLE FARINE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,9€


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO