Il girasole

Caratteristiche del girasole

Appartenente alla famiglia delle Asteraceae, il girasole è una delle cosiddette piante annuali, ovvero una tipologia di pianta che compie il suo ciclo vitale nell'arco di un anno solare o anche nel corso di due stagioni. Il girasole si caratterizza per la sua particolare conformazione. Infatti la pianta in questione è dotata di una base dalla quale spuntano dei grossi fiori, i girasoli. Questi possono connotarsi come fiori singoli, meglio detti fiori solitari, oppure come infiorescenze, presentando cioè un raggruppamento di fiori che si erge dalla pianta stessa. Nella maggior parte dei casi il girasole è costituito da infiorescenze.

Il suo nome scientifico è Heliantus, in quanto in greco helios ha il significato di Sole e anthus vuol dire fiore. Da ciò deriva l'appellativo italiano di Girasole, in riferimento alla particolare caratteristica di questo fiore, che gira letteralmente il proprio corpo, cambiando inclinazione, per seguire i raggi solari ed assorbirne il giusto quantitativo.

I girasole si compongono in primis di un alto busto, il cui fusto raggiunge nei casi più comuni un'altezza di circa due metri. In alcuni paesi, soprattutto in Sud America, esso può invece arrivare sino ai quattro metri d'altezza. Il fusto del girasole può essere considerato come composto di due differenti zone: una sommersa dotata di organi di riserva e l'altra superiore detta parte aerea. Quest'ultima si erge eretta e costituisce il vero e proprio fusto della pianta. Al di sotto del fusto si diramano le radici del girasole, mentre al di sopra del fusto stesso si estende il capolino con le inflorescenze, da cui partono i fiori e le foglie. I fiori del girasole vengono definiti simpetali, in quanto i petali non sono ben separati gli uni dagli altri, ma vanno a formare un'unica corolla intorno alla base del fiore. Inoltre sono zigomorfi, cioè con diversi livelli di simmetria. Le foglie del girasole si costituiscono come picciolate e di ovale, triangolare o cuoriforme. Esse si trovano nella parte bassa del fusto, donando alla pianta nel suo insieme una grazia unica.

Caratteristiche del girasole

Mr Men Mr Tall Kit, Crescere Il Proprio Girasole Gigante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,74€


Diffusione e habitat della pianta

habitat girasoleOriginaria del Sud America, la pianta di girasole è diffusa in particolare nello Stato del Perù, dove è probabile che venisse coltivata già nel 1000 avanti Cristo. A partire dal 1500, in seguito alla scoperta del Nuovo Mondo, i conquistadores la importarono nei propri paesi, regalando così il girasole anche all'Europa.

Anticamente questa pianta veniva utilizzata non solo per abbellire i campi e per il profumo che da essa emanava, ma anche per le sue particolari proprietà alimentari. Gli Incas in America latina utilizzavano i semi di girasole in cucina, in quanto essi erano commestibili. Dagli stessi inoltre era possibile ricavare un olio, quello che attualmente viene definito olio di semi di girasole.

Tipico habitat di questa tipologia di pianta sono gli orti e gli ambienti ruderali, dove è più semplice la sua fioritura. Adatto alla sua diffusione e coltivazione è sia l'ambiente pianeggiante e collinare, sia quello montuoso, dove il clima diviene via via più rigido.

  • Coltivazione Girasole Una leggenda citata da Ovidio nelle Metamorfosi narra che una ragazza chiamata Crizia si fosse innamorata del Dio del sole Apollo e che fissasse sempre il suo carro in cielo.Dopo nove giorni di cont...
  • Coltivare il girasole Già i popoli precolombiani come gli Incas conoscevano le grandi proprietà alimentari del girasole: i suoi semi sono infatti molto utilizzati in cucina ma anche come fiore ed elemento per la decorazion...

SOEKAVIA 30 * 38.5 cm stile vintage farfalla girasole cartello di benvenuto Girasole, decorazione per casa, da appendere alla porta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,89€


Il girasole: Come coltivare e prendersi cura del girasole

Coltivare il girasole non è un'attività complessa, ma necessita comunque di grande attenzione e impegno. Ovviamente, come suggerisce anche il suo nome, il girasole necessita di un grosso apporto solare, ma va notato che esso riesce a crescere bene anche in zone dal clima meno caldo. Esso ha una crescita ottimale soprattutto in terreni umidi e molto fertili, per cui si consiglia di impiantarlo in terreni già ben irrigati. Al fine di assicurarsi una crescita perfetta, i semi di girasole vanno impiantati piuttosto a fondo nel terreno, preferibilmente a una profondità di due centimetri e mezzo. Il girasole ha bisogno come tutte le piante di essere innaffiato, ma, a differenza di tante altre, essa può sopportare facilmente anche condizioni di mancanza d'acqua, per cui un periodo di siccità non necessariamente deve concludersi con la morte del resistente girasole.

All'inizio della primavera inizia la semina, di solito verso la fine di marzo. Si consiglia di piantare i girasoli direttamente nel terreno e di travasare questa pianta in un vaso solo quando sarà abbastanza cresciuta, attendendo i 7 centimentri di altezza.



COMMENTI SULL' ARTICOLO