Impatiens nuova guinea

Impatiens Nuova Guinea pianta

L’Impatiens Nuova Guinea è una pianta molto particolare e molto caratteristica che ha una serie di peculiarità che spesso sono poco note ai più, se non anche a coloro che le hanno comprate e che quindi usano le Impatiens Nuova Guinea come strumento di arredamento e abbellimento del proprio giardino o anche del proprio terrazzo di casa.

C'è da dire che al genere Impatiens appartengono circa 500 specie differenti di piante provenienti principalmente da Africa e Asia. La varietà Nuova guinea, la più conosciuta e apprezzata come pianta decorativa alle nostre latitudini, si chiama Impatiens hawkererii. Si presenta con foglie di dimensioni grandi, dalla forma allungata, caratterizzate da una colorazione scura. I fiori, che si presentano dall'inizio della primavera fino a quando le temperature autunnali non iniziano a scendere, sono di media dimensione e, di solito, di colore rosso, rosa o bianco.

fiori nuova guinea

FONTANA con 1 rubinetto completa di impianto (CICLAMINO)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 159,9€


Impatiens Nuova Guinea

Impatiens Nuova Guinea Facciamo però anche un’altra considerazione in merito alla diffusione delle Impatiens Nuova Guinea. Senza dubbio, infatti, possiamo affermare che, seppure sono soli pochi decenni che questo tipo di pianta è stato introdotto all’interno del nostro Paese sotto forma di pianta decorativa, la sua diffusione e, è proprio il caso di dirlo, la sua capacità di attecchimento, è stata molto notevole in quanto tra le sue principali caratteristiche al primo posto vi è senza dubbio la resistenza sia in terra che all’interno dei più comuni vasi da giardino. Dato il clima, però, questa pianta perenne, alle nostre latitudini viene coltivata come annuale, in quanto le Nuova Guinea non sopportano le temperature inferiori ai 5 °C. Quindi, se si vogliono mantenere le proprie piante per l'anno successivo, è bene sistemarle in luogo protetto o in appartamento durante la stagione invernale.

    OFFERTA 150 BULBI MUSCARI ARMENIACUM BULBES BULBS

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


    Nuova Guinea coltivazione

    nuova guinea Come detto, le piante di questo tipo non amano le basse temperature, ma mal sopportano anche il sole diretto, soprattutto nel corso delle giornate più calde, fattore che potrebbe portare rapidamente ad un rapido deperimento. Per questo motivo, è bene sistemare le Impatiens in luoghi semiombreggiati o all'ombra.

    Per quanto riguarda la fornitura d'acqua, nel corso della stagione vegetativa, è importante fornire annaffiature regolari, controllando che il terreno non si asciughi troppo tra una e l'altra e, al contempo, non si formino ristagni idrici che portano spesso all'insorgenza di marciumi radicali. In inverno, se la Nuova Guinea viene coltivata come perenne e sistemata in appartamento, le annaffiature vanno diradate, avendo cura di controllare che la pianta non sia sistemata troppo a ridosso dei termosifoni.


    Impatiens nuova guinea: Cura Impatiens

    nuova guinea bianca Per mettere a dimora le proprie piante di Nuova Guinea è bene scegliere un terreno ben drenato, soffice e ricco di sostanze organiche che consentano un migliore sviluppo.

    Queste piante vanno messe a dimora all'inizio della primavera, quando le temperature sono più miti e non si corre il rischio di gelate tardive. Di solito, data la facilità con cui questa varietà può essere riprodotta, la Nuova Guinea viene coltivata come pianta annuale e si procede con la sua riproduzione per seme, nel corso del periodo invernale, per avere nuove piantine all'arrivo della primavera. I semi vanno sistemati in appositi contenitori da mantenere in luogo caldo e protetto.

    Sono una varietà piuttosto resistente e difficilmente vengono colpite da parassiti e malattie, anche se gli afidi, i comuni pidocchi, possono colpire i germogli e le lumache possono mangiare le foglie degli esemplari posti in giardino. Per contrastare il problema degli afidi è possibile ricorrere a metodi maturali, che prevedono l'utilizzo di macerati a base di ortica o di aglio, che va fatto bollire in acqua, che andrà poi filtrata e vaporizzata sulle piante colpite.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO