Utilizzo delle idropitture

Selezionare la tipologia di idropittura

Il test di lavabilità è la differenziazione primaria tra i vari tipi di idropittura presenti in commercio e, a seconda di quest'aspetto, possiamo scegliere quella più adatta alle proprie esigenze. Si può optare per quella traspirante, adatta a pareti che sono soggette a contatto con umidità e muffa come ad esempio la cucina e il bagno o la lavabile adatta un po' a tutti gli ambienti e resistente alle leggeri abrasioni, offrendo un colore alquanto opaco. Un'ottima soluzione per rendere immune alla condensa le pareti può essere l'idropittura termoisolante che crea una sorta di cuscinetto invisibile, formato da microsfere in vetro cave o addirittura l'igienizzante, che risulterà idrorepellente e renderà il colore adattissimo per le pareti di edifici pubblici, come ospedali, mense e scuole.
pittura blu

Telo nylon 4x4 mt 16 metri quadri copritutto multiuso protegge da vernice pittura acqua polvere umidità resistente riutilizzabile telone trasparente

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


L'attrezzatura necessaria per lavorare

pitturaOvviamente dopo aver selezionato la più adatta idropittura per svolgere il proprio lavoro, serve anche una serie di attrezzature che permettano di effettuare al meglio ogni operazione. A seconda della grandezza e della tipologia della parete su cui si andrà a lavorare ovviamente si potrà optare per uno strumento diverso, ma in linea di massima è bene avere un rullo che può essere a pelo lungo per dare una mano generale alla parete, oppure a pelo corto per entrare più nel dettaglio: è importante intingerlo solo occasionalmente quando la pittura si scaricherà e strizzare l'eccesso per evitare di formare zone con diverse intensità di colore. Il pennello è poi il più chiaro e utile strumento per pitturare, anche se come alternativa, nel caso non si tratti di pareti molto grandi, si può acquistare anche un tampone, più semplice da usare, perchè non lascia colare l'idropittura e può essere inserito in una pertica per raggiungere anche zone alte come i soffitti. Prima di iniziare a lavorare col colore è utile però preservare le zone che non dovranno avere contatti con l'idropittura, quindi è essenziale dotarsi di un bel po' di nastro carta, facile da applicare ed altrettanto semplice poi da staccare, per proteggere battiscopa e zone che non dovranno essere macchiate.

  • vernici lavabili Spesso, soprattutto quando si hanno dei bambini piccoli, è possibile che la pittura utilizzata per le pareti si macchi, cosa che può essere antiestetica e sgradevole alla vista. Nel caso si utilizzi...
  • pitturare casa Quando ci si occupa di fai da te spesso e volentieri si iniziano a compiere dei lavori non solo di piccola taglia, ma anche per determinati ambienti, ovvero si inizia a cimentarsi nei lavori di ediliz...
  • Prima di parlare di quelle che sono le caratteristiche dei serramenti in legno, e di tutte le accortenzeche è bene avere affinchè questi siano ben curati e quindi funzionali, non si può che fare un br...
  • pittura per esterno al quarzo Spesso, quando ci si occupa di fai da te, soprattutto nel campo edile, si può avere la necessità di effettuare lavori di manutenzione riguardanti l’estetica di una casa, di un piccolo edificio o di q...

Cafego Dual-Azione Gravità Alimentazione 0,3mm Ugello Set di Airbrush A doppia azione Pistola a spruzzo per Trucco La pittura Art Nail Tatuaggio Arte del corpo Decorazione di torta Verniciatura con Tappo di plastica e Chiave inglese + Attrezzo di riparazione della spazzola dell'aria

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,99€
(Risparmi 15€)


Operazioni da effettuare prima di usare l'idropittura

pittura1 Dopo aver acquistato tutto il materiale necessario, la voglia di mettersi all'opera potrebbe essere irrefrenabile per avere il prima possibile il risultato sperato, ma serve anche svolgere alcune operazioni preliminari che devono essere necessariamente eseguite per non rovinare tutta l'opera: incredibile ma vero, spesso è proprio qualche errore in questa fase che crea poi problemi finali alla colorazione. Serve innanzitutto avere una parete ben asciutta su cui lavorare: nel caso in cui il muro sia stato creato da zero serve almeno una trentina di giorni affinchè possa essere lavorabile a tutti gli effetti e bisognerà iniziare sempre con un'abbondante mano di fissativo per poi scegliere il colore effettivo che si vorrà dare alla parete. Nel caso in cui si vada a lavorare su una parete invece già colorata, servirà valutare bene il suo stato prima di andare a passare il colore: potrebbe essere necessaria una mano di stucco per correggere alcuni dislivelli o delle abrasioni che il muro potrebbe aver avuto nel tempo. Solo dopo aver riparato ogni ferita della parete ed aver atteso la giusta asciugatura si potrà dunque passare alla colorazione vera e propria.


Utilizzo delle idropitture: L'utilizzo effettivo dell'idropittura

Una volta svolte tutte le operazioni preliminari serve dunque solo mettersi d'impegno e lavorare alacremente con l'idropittura. E' molto utile iniziare dalle zone più difficili e poste in alto, quindi angoli e soffitti, per evitare che eventuali gocce di prodotto si versino poi su pareti che hanno già subito il trattamento colorante. Quando si passa l'idropittura su una parete, si potranno anche coprire eventuali piccolissime crepe (si intendono quelle di un paio di millimetri) con un'abbondante mano di prodotto senza dover ricorrere allo stucco. Una seconda passata di idropittura può essere spesso necessaria.



COMMENTI SULL' ARTICOLO