Pittura per esterni

Tipologie di pitture per esterni

Le vernici per esterni hanno caratteristiche un po' differenti rispetto a quelle che utilizziamo normalmente per le pareti interno, in quanto devono essere di gran lunga più resistenti a causa della continua esposizione agli agenti atmosferici. Esistono in commercio differenti tipologie di pitture per esterno. In genere per verniciare con pitture per esterni si può scegliere tra l'acquistare: pitture a olio, pitture gliceroftaliche, le emulsioni e le pitture cellulosiche. Le pitture a olio possono essere utilizzate sia per interni che per esterni ma ingialliscono velocemente e non sono molto resistenti. Le pitture gliceroftaliche sono impermeabili e resistenti all'usura, così come quelle cellulosiche. Anche quelle ad emulsioni sono vernici molto adatte agli esterni ma sono molto difficili da applicare, e quindi non si prestano al fai da te.

pittura per esterno

QUARZO-PLEIN 2816 PITTURA AL QUARZO RIEMPITIVA BIANCA PROTETTIVA PER ESTERNI 4 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,8€


Idropittura per esterni

idropittura per esterno Le idropitture sono ad oggi il modo più conveniente di verniciare con pitture per esterni, in quanto più economiche e resistenti delle classiche tempere. L'idropittura per esterni è una tipologia di pittura che prima dell'uso deve essere diluita in acqua. Generalmente sono bianche e per ottenere la colorazione che si vuole, bisogna aggiungere il colore nel corso della diluizione. Può essere traspirante, lavabile, superlavabile, igienizzante e termica. Ad ogni modo le idropitture lavabili e igienizzanti sono sconsigliate per verniciare le pareti esterne. L'idropittura generalmente è composta da pigmenti, di solito biossido di titanio col quale si ottiene la colorazione bianca, antimuffe che servono a proteggere le mura dall'umidità, resine e addensanti vari. Le idropitture sono una soluzione pratica e facile per tinteggiare le nostre pareti e possono essere applicate direttamente a freddo, senza preoccuparsi di preparare le pareti. L'unica cosa a cui bisogna far attenzione è l'eventuale presenza di muffe, che devono essere rimosse, e la precedente colorazione delle pareti, che possono influire sul risultato finale.


    Sikkens Cetol Hls Extra Rm - Speciale Vernice Alchidica Per Esterni, Colori E Dimensioni Assortiti 2,5 Litri Trasparente

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 53,1€


    Pittura per esterni

    pitturare l'esterno di casa Quando si decide di verniciare con pitture per esterni le mura della nostra abitazione, e soprattutto quando optiamo per il fai da te, bisogna far molta attenzione a comprare prodotti di qualità. In caso contrario il risultato finale potrebbe essere molto lontano da quello immaginato, costringendoci a ritinteggiare di nuovo con ulteriore dispendio di denaro. Ma mediamente quali sono i prezzi delle pitture per esterni? La pittura per esterni, e più nello specifico l'idropittura, ha un costo base di circa cinquanta euro per una latta di quindici litri circa. Tuttavia le vernici di qualità superiori, considerando sempre lo stesso numero di litri, possono arrivare a costare anche oltre i cento euro. Per ritinteggiare un esterno dunque bisognerà preventivare una spesa di almeno trecento euro.


    Verniciare con pitture per esterni. come fare?

    pitturare all'esterno Se è sconsigliato e sconsigliabile verniciare con pitture per esterni di scarsa qualità, si può invece pensare di risparmiare sulla manodopera ricorrendo al fai da te. La prima cosa da fare è procurarsi una scala sufficientemente alta e soprattutto sicura, dal momento che dovremo scendere e salire più volte.Bisogna poi acquistare una spazzola in saggina, un raschietto, una spatola per lo stucco, una pennellessa o meglio ancora un rullo soprattutto se si utilizza idropittura. Una volta che avremo acquistato tutto il materiale, sarà necessario procedere alla preparazione del muro rimuovendo con il raschietto tutto il precedente strato di intonaco e passandoci poi sopra la spazzola a saggina. Una volta eseguita questa operazione sarà necessario procedere alla stuccatura (se non abbiamo acquistato l'idropittura). Facciamo asciugare il muro appena stuccato per un giorno o due. A questo punto, dopo aver provveduto a proteggere porte e finestre, possiamo passare alla tinteggiatura vera e propria. Prima di procedere, tuttavia, è necessario proteggere le mani con guanti monouso e indossare occhiali e mascherine per evitare il contatto con le sostanze tossiche contenute nelle vernici.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO