Resinare gli infissi in legno

La valutazione delle operazioni

Ovviamente è opportuno valutare caso per caso l'azione più opportuna da intraprendere. E' ovvio che la completa situzione degli infissi è preferibile laddove questi ultimi siano davvero malandati; questo per evitare di sostenere dei costi elevati e di danneggiare le parti comuni del nostro stabile. Pertanto il trattamento con resina, che rafforza il nostro infisso, rappresenta la soluzione migliore.

La prima fase del nostro trattamento deve prevedere lo smontaggio di tutte le parti che possono facilmente essere rimosse come persiane, scuri, ante, lasciando il telaio dell'infisso libero. Tutto ciò che abbiamo smontato sarà trattato con delle resine consolidanti e successivamente dovranno essere preparate per le successive mani di resina protettiva che saranno date con più mani di pennello.

La valutazione delle operazioni

Hailo 5_8503-001 - Scaletta per eseguire i lavori domestici in tutta sicurezza, L60, in alluminio, con 3 gradini

Prezzo: in offerta su Amazon a: 45,8€


Consolidamento degli infissi

infissi Dopo aver terminato questa operazione, sarà opportuno procedere con l'applicazione di guarnizioni per proteggere ulteriormente tutte le parti dell'infisso dall'azione degli agenti atmosferici, in particolare vento e acqua. In questa fase di trattamento degli infissi può ritornare utile anche sostituire i vecchi vetri con un vetrocamera di ultima generazione che permette anche un sensibile miglioramento dal punto di vista isolante dei nostri ambienti. Tutto questo riguarda le parti che siamo riusciti a rimuovere.

Tutto ciò che invece non è stato possibile rimuovere, dovrà parimenti essere consolidato, anzi forse anche in modo più vigoroso. Quindi si valuterà attentamente il grado di usura del telaio, le eventuali spaccature che aumentano il grado di umidità, la tenuta delle strutture in metallo e così via. Prepareremo quindi le nostre parti riempendo le eventuali cavità con delle resine specifiche in modo da rinforzare le parti più deboli; in tal modo sarà possibile procedere poi al trattamento vero e proprio con delle resine specifiche bicomponenti.

    Batteria 7Ah 12V AGM Syrio Power Fotovoltaico nautica camper veicoli elettrici

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,34€


    Quali resine usare

    Quali resine usare In commercio esistono una varietà di resine adatte allo scopo che vogliamo ottenere, ovvero il consolidamento degli infissi in legno ed una loro maggiore durata. La casa Heco Italia ha ad esempio delle resine capaci di impregnare il legno e di essere assorbite in profondità dai pori del legno in modo da riparare anche crepe, fori e così via. La particolarità di queste resine è il loro adattamento a qualsiasi tipo di legno.

    Dopo l'applicazione di una resina di questo tipo, bisogna trattare l'infisso con un altro tipo di resina che permetta di ridurre ulteriormente le microporosità, aumentando quindi la compattezza dell'infisso ed avendo come ulteriore vantaggio la riduzione dell'assorbimento dell'acqua piovana.

    Applicando questi prodotti sul nostro infisso, otteniamo anche ulteriori vantaggi.

    Aumento della stabilità senza alterare la flessibilità, mancata attrazione della polvere, mancate deformazioni della struttura. E' ovvio che questo ci permette di ottenere dei risultati davvero eccellenti.


    Resinare gli infissi in legno: Come si presentano le resine

    resine La maggior parte delle resine commercializzate sono sotto forma di cristalli che devono essere sciolti in appositi diluenti, ottenendo così un liquido che sarà apposto sulle superfici da trattare attraverso successive spennellature. Le operazioni consecutive effettuate permetteranno di far penetrare in profondità le resine.

    L'applicazione delle resine dovrà essere effettuata sempre su strutture asciutte e prive di umidità interna per non vanificare i risultati attesi. In caso di infissi esterni in legno di grosse dimensioni, si dovranno preventivamente sverniciare gli stessi. Poi per far aumentare la robustezza di questi infissi dovremo applicare uno strato di resina bicomponente unita a piccoli tagli di tessuto composti in fibra di carbonio. In questo modo nel momento in cui si applicherà nuovamente la vernice non saranno visibili le riparazioni effettuate e l'infisso apparirà come nuovo. Dall'insieme delle nozioni descritte si evince come l'operazione di posa di resina sugli infissi in legno è un'operazione semplice ma allo stesso tempo che richiede molta maestria e soprattutto attenzione.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO