Manutenzione dei sanitari

Manutenzione lavandino e rubinetto

La pulizia del lavandino è solo una dei tanti interventi di manutenzione dei sanitari. Per quanto riguarda il lavandino in marmo, se non si effettua una pulizia regolare col tempo tenderà a macchiarsi, incrostarsi e ingiallirsi. Uno dei tantissimi problemi sono le macchie e il formarsi di una patina composta per la maggior parte di sostanze grasse che con il passare del tempo penetrano in profondità e avendo come risultato un’estetica poco piacevole. Per rinvigorire il sanitario basta utilizzare l’acido muriatico. Si applica e lascia agire per qualche minuto, successivamente si lava per bene e si leviga con della pomice in polvere. A pulizia terminata il lavandino tornerà bello lucido, pulito e brillante. Il rubinetto che perde è una delle tantissime cose tanto odiate, non soltanto perché apporta a uno spreco d’acqua ma anche perché risulta essere molto fastidioso all’udito. Questa perdita è generata da un deterioramento della guarnizione che chiude l’apertura attraverso la quale passa l’acqua. Il problema si risolve sostituendola con una guarnizione nuova.

manutenzione lavandino

GEB - Impermeabilizzazione e manutenzione sanitari, guarnizione sottoporta tubolare per box doccia, 1,00 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,07€


Alcuni tipi di manutenzione: il water

manutenzione lavandino Il water è un sanitario che tende a dar maggior problemi, non soltanto per quanto riguarda gli intasamenti ma anche per le frequenti incrostazioni a cui è soggetto. Per risolvere il problema di un water otturato: prendi una pentola d’acqua e lasciala sul fuoco finché non arriva a ebollizione, a questo punto spegni il fuoco e aggiungi del detersivo per piatti; versa il tutto nel water e lascia agire per qualche minuto e tira lo sciacquone. Per quanto riguarda le incrostazioni a cui sono maggiormente soggetti i water, la loro eliminazione è molto semplice e veloce. Bagna le pareti del sanitario tirando lo sciacquone e applica all’interno una miscela composta da bucce e succo di limone; lascia agire per almeno due ore e successivamente strofina l’area interessata.

    Nido del Bimbo 1169 - [VERDE] Copri Fontana per Bambini a forma di Elefante - Previene il rischio di scottature o aperture accidentali dell'acqua - In materiale morbido EVA e isolante - Facile da inserire

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


    Manutenzione del bagno: i sanitari

    sanitari Nella manutenzione dei sanitari rientra la pulizia di tutti gli accessori, soggetti a macchie, intasi e incrostazioni di calcare. Per quanto riguarda le macchie, esse possono essere rimosse fregando sulla zona mezzo limone. Se le macchie sono molto scure basta applicare succo di limone e del borace, fregare vigorosamente e poi risciacquare per bene. Davanti a un lavabo ingiallito basta applicare del sale e trementina. Anche il problema calcare può essere eliminato senza dover ricorrere ad agenti chimici o alla sostituzione del sanitario. Con un po’ d’acqua e aceto o acqua e acido acetico si risolve tutto. Anche la vasca deve essere soggetta a frequente manutenzione affinché non subisca i danni del tempo. In presenza di macchie si miscela acqua, cremor di tartaro e si strofina con uno spazzolino. Se le macchie sono profonde versa la miscela precedente sulla zona, aggiungi qualche goccia di ammoniaca per uso domestico, lascia agire per qualche ora prima di strofinare e infine risciacqua per bene tutta la vasca.


    Manutenzione dei sanitari: Manutenzione sanitari: la doccia

    sanitari manutenzione Anche la pulizia della doccia rientra nella manutenzioni dei sanitari perché avere tutti gli accessori lucidi e splendenti e sinonimo di igiene, oltre a giocare un ruolo fondamentale per quanto riguarda l’estetica. uno tra gli innumerevoli inconvenienti riscontrati nella doccia è l’accumulo di calcare nel soffione che porta a una diminuzione del flusso d’acqua. In questo caso basta svitare il soffione stesso e immergerlo in acqua e aceto tiepidi, lasciare agire per qualche ora e successivamente strofinare con uno spazzolino, poi si risciacqua e si monta nuovamente. Eventualmente si può utilizzare uno spillo per pulire ogni singolo foro. Il box doccia è un ottimo sostituto della tenda che grazie alle pareti traslucide garantisce alla zona una certa luminosità e tenuta. Ciò che lo rende il preferito rispetto alla tenda è la facilità nella pulizia e la totale assenza di muffa. La tenda è soggetta alla formazione di muffa e per eliminarla si mette in lavatrice (30°) e si aggiunge all’acqua dell’ultimo risciacquo un bicchiere di aceto.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO