Legno mogano

Il fascino del legno

Il fascino dei mobili in legno certamente non è eguagliabile da altri tipi di materiali utilizzati, come il metallo, la paglia o tutti gli altri materiali, tuttavia di essenze ve ne sono davvero tante, ognuna delle quali è diversa dall’ altra per composizione, colore, robustezza, spessore, durevolezza ecc ecc.

A seconda della tipologia che si sceglie, ovviamente variano anche i prezzi: ve ne sono di economici ma anche di molto pregiati e quindi costosi, come ad esempio l’ ebano. In genere il valore di un'essenza piuttosto che di un'altra tipologia dipende dal fatto che è particolarmente robusto e duro, e quindi per levigarlo e lavorarlo bisogna sottoporlo a delle lavorazioni particolari, per le quali si necessita di macchinari specifici e molto costosi. Questo fa si che il prodotto ottenuto abbia un prezzo sicuramente superiore a quello dei legni teneri, più semplici da lavorare. Tuttavia, i legni pregiati sono anche particolarmente belli da vedere, come è giusto che sia. In genere essi hanno colori molto forti e decisi, abbastanza scuri, che danno un senso di austerità e di lusso. Anche sul piano della funzionalità, i legni pregiati sono in genere più sicuri e robusti di quelli normali, e quindi anche più resistenti alle intemperie e sicuramente molto più duraturi.

mogano tavolo

Veleca Coloralegno, Impregnante per Legno, Mogano

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,68€
(Risparmi 3,22€)


Legni duri

essenze legno Per quanto riguarda i legni duri, anche chiamati forti, ve ne sono di varie specie, e si tratta di legni molto nobili, in genere utilizzati nei lavori di ebanisteria insieme ad altri di minor pregio, ma caratterizzati da un’ altissima resistenza alle sollecitazioni e un’ ottima consistenza.

Le essenze dure sono varie, e sono: l’ acero, il bosso, il castagno, il ciliegio, l’ ebano, il faggio, il frassino, il mogano, il nome, l’ olmo, il palissandro, il rovere e l’ ulivo.

Per quanto riguarda l’ acero, ovviamente si tratta del nome comune con cui viene chiamata una specie di piante arbustive o arboree che sono diffuse nelle zone temperate dell’ emisfero boreale. Queste piante hanno foglie caduche dalle colorazioni molto belle, in particolare in autunno. Spesso vengono coltivate per scopi ornamentali e per ottenere dell’ ottimo legno, dello zucchero e degli sciroppi (come il noto sciroppo d’ acero). Le foglie di questi alberi sono opposte e lobate. I fiori, invece, sono senza petali e riuniti in grappoli, pendenti o anche eretti. E' in genere di colore rosso con venature ondulate, ma può essere anche bianco giallastro, a occhio di uccello.

Il bosso, invece, è una pianta proveniente dalle zone meridionali dell’ Europa e dell’ Asia. E’ un arbusto molto coltivato nei giardini come pianta da siepe. E’ caratterizzato dalla presenze di foglie piccole ed ovali, opposte e coriacee, di colore verde scuro. I fiori non hanno petali e le foglie contengono alcaloidi.

  • bricolage Il bricolage, comunemente chiamato anche “fai da te”, consiste nell' occuparsi di tanti vari lavori manuali senza vestire le vesti di un professionista. Il bricolage può, infatti, essere annoverato tr...
  • tronchi di albero Il fai da te permette di occuparsi di operazioni in tutti i settori, cosa che permette a sempre più persone di avvicinarsi al mondo del fai da te, in quanto tutti possono trovarvi un buon modo per tra...
  • esempio di cassapanca in legno La cassapanca in legno è una tipologia di mobile utilizzata sin dai tempi antichissimi, che unisce in se più di una funzione, e che quindi può essere utilizzata in vari modi, per più di uno scopo. La ...
  • parete divisoria in vetro Il fai da te è un' occupazione a cui sempre più persone aderiscono, perchè ritrovano in esso un buon modo per trascorrere il proprio tempo libero, investendolo in operazioni utili per se stessi, per l...

Veleca Stuccolegno, Stucco in Pasta per Legno, Mogano

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,65€
(Risparmi 1,25€)


Ciliegio, ebano e frassino

Il ciliegio è un albero da frutto appartenente a più specie, o al Prunus avium o al Prunus cerasus. Il primo produce le famose ciliegie, un frutto saporito e molto apprezzato e conosciuto. Il secondo, invece, è meno conosciuto e ha dimensioni più ridotte, e produce dei frutti più amari, chiamati amarene. I prunis avium non superano i 15 metri , mentre gli amareni sono più piccoli. Il legno di ciliegio ha un colore chiaro tendente al rosa, delle fibre dritte o spiralate, di durezza media, ma di bassa resistenza all’ urto.

L’ ebano, già citato, è una pianta del genere Diospyros. La specie più nota è il diospiro ebenum, diffusa in India, Indocina, Malaysia e Ceylon. E’ un albero molto alto, con foglie semplici ed ovali, ed ha una corteccia grigia e dei frutti di bacca. Il legno è molto scuro e molto duro, ed è conosciuto ed apprezzato proprio per queste sue caratteristiche. E’ ritenuto pregiato sin dall’ antichità.

Il frassino è una pianta arbustiva proveniente dalla famiglia delle oleacee.Si tratta di piante diffuse nelle zone temperate dell’ emisfero boreale, molto imponenti, che vanno dai 25 ai 40 metri.Le foglie dei frassini sono composte, disposte in modo opposto lungo i rami. I fiori sono molto piccoli, di forma tubolare, bianchi e viola. Il legno ottenuto è robusto e flessibile, più buono che bello. Ha una colorazione molto chiara, che va dal bianco al marrone.


Mogano

blocchi in mogano Il mogano è una di queste essenze pregiate. La parola mogano è, ovviamente, il nome comune che sta ad indicare una specie di alberi tropicali appartenenti alla famiglia delle meliacee, molto diffusi nella foresta pluviale africana. Sno caratterizzati da foglie pennate e composte, con 3-5 sepali e petali, 5-10 stami fusi e una struttura tubolare. Il mogano si è cominciato ad utilizzare alla metà del XVIII secolo in Inghilterra, ma è diventato molto utilizzato nel XIX secolo, in particolare in Francia, dove questa essenza fu impiegata per ricreare lo stile Luigi XVI nei mobili. Oggi come oggi, questo legno viene importato principalmente da Paesi quali Cuba e dall’ Honduran, anche se,fino a poco tempo fa, il legno cubano era molto difficile da trovare, mentre il secondo era esageratamente costoso, e quindi i maggiori esportatori divennero l’ Africa e le Filippine. Ovviamente queste essenze non sono uguali a quelli di Cuba e dell’ Honduras, in quanto la loro qualità è sicuramente di molto inferiore, e infatti mancano anche di venature, tuttavia sono molto simili. Per distinguere il vero mogano, comunque, basta inumidire la parte non lucidare : se la gradazione che il legno assumerà sarà molto scura, si tratterà di legno di mogano cubano, mentre quello filippino diventerà chiaro o rsato, e l’ africano di un colore intermedio.


Legno mogano

particolare porta in mogano Il legno di mogano è un materiale molto duro e compatto, abbastanza lavorabile e molto resistente alla ruggine e anche ai tarli. Proprio per questo è molto utilizzato per fabbricare mobili e impiallacciature, anche se in passato veniva utilizzato anche per la costruzione vera e propria di interi edifici, mentre il legno, gli oli, gli insetticidi e i frutti commestibili venivano ricavati da altre specie.

Il colore di questo legno è giallo-rosato, anche se diventa rosso scuro- dorato se viene esposto all’ aria e alla luce del sole. La tessitura che può avere è variabile, le fibre in genere sono intrecciate fra loro ed ondulate, e hanno un effetto molto decorativo.

Si tratta di legni molto semplici da segare, con una buona e semplice stagionatura e piallatura. Se deve essere unito a chiodi non garantisce una buona tenuta, anche se l’ operazione in se è semplice, mentre l’ unione a colla è sia agevole che sicura.


Tipologie mogano

legno di mogano per quanto riguarda le tipologie, o meglio le specie di legni mogano in commercio, ve ne sono tre esistenti, molto diverse fra loro. La prima è la Swietenia mahagoni , ovvero il legno di mogano cubano, la seconda è la Swietenia macrophylla , ovvero il legno di mogano dell’ Honduras, e la Swietenia humilis, ovvero il legno di mogano messicano.

La tessitura del mogano in genere è stretta e regolare, e le fibre sono in genere intrecciate fra loro per formare un disegno striato. Il colore è bruno- rossiccio e permette un’ ottima finitura.

Vi è poi il genere Khaya, dei quali sono molto famose le specie K. anthotheca, il K. ivorensis, il K. senegalensis, , spesso noti anche con il semplice nome di mogano khay, o con il nome più generico di mogano africano. Questi legnami sono ottimi e simili al mogano per molti aspetti, anche se il peso specifico è inferiore.

Del genere Entandrophragma, invece, il più utilizzato è il mogano sapelli, che ha un colore molto chiaro e rossiccio, più simile al vero mogano. Anche al tiama (E. angolense), al kosipo (E. candollei) e al sipo viene spesso attribuito il nome di “mogano”, anche se la somiglianza è poca cosa.


Usi legno di mogano

colore mogano Per quanto riguarda gli usi, il mogano è un legno molto utilizzato per la sua buona lavorabilità e per la finitura di altissima qualità. Proprio per queste sue caratteristiche,si tratta di un legno tra i più utilizzati per la costruzione di mobili e nell’ ebanisteria. Esso viene utilizzato per impiallacciature, falegnameria d ‘ interni, tornitura e strumenti musicali.

L’ uso del mogano è diffuso anche nella liuteria: le chitarre Gibson Les Paul sono costruite soltanto con il egno di mogano sin dalle prime chitarre, ma anche altri importanti prodotti sono realizzati con questo legno, come le Paul Reed Smith. Questo legno, infatti, conferisce alle chitarre un timbro molto caldo, corposo, bilanciato e ricco di sostegno. Il suono che trasmette è simile all’acero, ma vi sono maggiori presenze di bassi, di circa il 20%.



Guarda il Video
  • mogano Il legno di mogano, è un materiale pregiato, che richiama le essenze di un design vintage, ma sempre attuale e di tenden
    visita : mogano
  • legno mogano Il mogano è un tipo di albero che cresce esclusivamente in America e viene considerato l'albero simbolo della Repubblica
    visita : legno mogano

COMMENTI SULL' ARTICOLO