Cassapanca in legno

Cassapanca in legno

La cassapanca in legno è una tipologia di mobile utilizzata sin dai tempi antichissimi, che unisce in se più di una funzione, e che quindi può essere utilizzata in vari modi, per più di uno scopo. La cassapanca è un vero e proprio mobile, in genere più sviluppato in larghezza che in altezza o caratterizzata da un certo equilibrio fra queste due caratteristiche, quindi che si può trovare o in forma di rettangolo o come quadrato. La cassapanca è nata anticamente con lo scopo di contenere oggetti di qualsiasi natura, quindi come una sorta di "mobile-recipiente".

In vecchie strutture è possibile trovare cassapanche generalmente sistemate ai piedi del letto: venivano utilizzate per conservare la biancheria della sposa. Con il tempo, la superficie liscia e livellata della cassapanca ha fatto si che fosse utilizzata anche come vera e propria panca su cui sedersi, o addirittura su cui sdraiarsi, nel caso si possegga una cassapanca dalle dimensioni che lo consentano e sulla quale siano disposti dei cuscini.

esempio di cassapanca in legno

Blinky 7971707 Cassapanca Legno Ibisco con Coperchio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,31€
(Risparmi 4,89€)


Costruire una cassapanca

costruire cassapanca in legno Costruire una cassapanca di legno non è un' operazione particolarmente impegnativa anzi, si tratta di un' operazione abbastanza semplice, che non presenta troppe difficoltà.

Vi sono due tecniche per assemblare i quattro pannelli che costituiranno i lati della cassapanca con il fondo e il coperchio, ovvero l' assemblaggio a coda di rondine e quello della spinatura.

Il primo garantisce una migliore resa estetica e un assemblaggio più solido,ma è più difficile da eseguire, mentre il secondo è più semplice, ma che comunque consente di ottenere una panca solida e bella da vedere. In generale, per assemblare i pannelli laterali servono viti che però non devono essere visibili dal di fuori, mentre il coperchio sarà fissato con cerniere, mentre il fondo con l' ausilio di viti autofilettanti avvitate dall' esterno. Qualsiasi sia la tecnica che si sceglierà di utilizzare, bisogna sapere che il risultato sarà sempre ottimale, ma solo se tutte le operazioni andranno eseguite tenendo bene a mente le istruzioni, ed utilizzando i giusti materiali che saranno descritti, qui di seguito, insieme alle tecniche da utilizzare.

  • porta La porta è un elemento fondamentale di una costruzione, sia quest'ultima adibita ad abitazione che ad edificio con qualsiasi funzione. Il suo compito, inutile dirlo, è quello di permettere la comunica...
  • muratura Occuparsi di fai da te vuol dire, da sempre, fare due cose utili: divertirsi e rilassarsi dedicandosi ad un hobby e, allo stesso tempo, fare qualcosa per migliorare se stessi o l' ambiente in cui si v...
  • utensili Chi si occupa di fai da te non è mai un professionista del settore, ma è semplicemente una persona che sceglie un hobby che unisce l' utile al dilettevole, rilassante ma anche creativo e producente. ...
  • pennelli Il fai da te comprende tutta quella serie di operazioni che una persona compie in modo autonomo, per diletto, volte alla creazione e alla modifica di oggetti o strutture. Per quanto effettuare la mo...

CASSAPANCA IN LEGNO 90x35x50h noce scuro ANCHE SU MISURA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 79€


Come costruire una cassapanca a mezzo spinatura

spinette per legno La tecnica di assemblaggio a mezzo spinatura è una delle tecniche maggiormente diffusa, perchè tutti possono praticarla: consente di ottenere una struttura solida e resistente, ma sopratutto è possibile svolgerla senza troppe difficoltà e in modo abbastanza veloce.

Il risultato in genere dipende dalla precisione dei fori che vengono praticati per ospitare le spinette. Per effettuare dei fori, bisogna servirsi di morsetti per spinatura, i quali guidano la punta del trapano nella creazione dei fori su entrambi gli elementi da assemblare. Si tratta di un metodo abbastanza sicuro, ma per essere ulteriormente sicuri di evitare errori si può utilizzare la tecnica della spinatura passante, in cui i fori vengono effettuati sui due elementi contemporaneamente direttamente, grazie al passaggio interno della spinetta.

I fori devono essere, per quanto riguarda il diametro, leggermente più piccoli della spinetta la quale deve essere incastrata con il mazzuolo di gomma. Prima di essere inserite nella struttura, inoltre, le spinette vanno cosparse di colla. proprio per garantire una migliore presa, queste ultime sono rigate lateralmente.


Costruire cassapanca in legno con incastro a coda di rondine

incastro a coda di rondine L' incastro a coda di rondine è una tecnica più particolare di assemblaggio rispetto a quella descritta nel capitolo precedente, che permette una migliore resa estetica ed una maggiore solidità, ma che è anche molto più impegnativa e difficile da svolgere. Per eseguire l'incastro a coda di rondine, c'è bisogno che i tenoni e le mortase siano di forma trapezoidale,e tale forma può essere eseguita soltanto con apposite dime metalliche, utilizzando per i tagli diritti il seghetto alternativo, e per quelli laterali o obliqui il seghetto manuale. Infine, vi è bisogno di concludere l' operazione con scalpello e carta vetrata.

Per quanto riguarda i materiali per costruire la cassapanca vi è bisogno di:

- 4 montanti (dimensioni: 4x4x50 cm).

- 2 pannelli da 110x50x2.5 centimetri, a comporre i lati lunghi della cassapanca,

- 2 pannelli 45x50x2,5 cm, ovvero i due pannelli laterali

- 2 pannelli da 110x50x2,5 cm che costituiscono il fondo ed i coperchio,

- viti autofilettanti per legno da due, cinque e sei centimetri,

- carta vetro a grana sottile,

- due cerniere.


Cassapanca in legno fai da te

Cassapanca in legno fai da te Ma vediamo come procedere per costruire una cassapanca con la tecnica con incastro a coda di rondine.

1. Disporre due pannelli formando un angolo retto: il primo deve avere delle dimensioni di 110x50cm e il secondo deve essere di 45x50cm. Il secondo deve essere convergere con l' altezza di 50 cm del primo.

2.Assemblare i due pannelli disponenti, all' interno dell angolo, un montante 4x4x50cm e utilizzando viti autofilettanti (quattro o cinque circa) aventi un massimo di sei centimetri di lunghezza e sfalsate prima dell' uso.

3. Ripetere l'operazione del punto due per assemblare gli altri due lati, utilizzando la stessa tecnica e gli stessi materiali.

4. Dopo aver ottenuto una struttura formata da quattro lati, fissare il fondo utilizzando viti da cinque centimetri che uniscano il fondo alla struttura negli angoli.

5. Allo stesso modo in cui è stato fissato il fondo, fissare anche il coperchio, ma utilizzare viti da due centimetri piuttosto che da cinque e le cerniere.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO