Regolare manubrio bici

La regolazione avviene in genere a mezzo di cuscinetti che sono snodabili e consentono tale intervento. Indipendentemente dalla posizione, è sempre opportuno tenerli ben lubrificati attraverso periodici interventi di manutenzione. Esistono tuttavia due tipi di manubrio per bicicletta, ma su quelle un pò vecchiotte è infatti frequente trovare il sistema in cui il cannotto della forcella è ancora filettato. Il cuscinetto superiore a forma di cono viene infatti avvitato al cannotto a forcella e viene regolato attraverso un dado; mentre l'attacco del manubrio si infila nel cannotto a forcella, su cui poi viene bloccato tramite un expander. La maggior parte delle moderne bici è invece costruita con manubri dove il tubo della forcella non è filettato, ma è più lungo di circa tre centimetri e si attacca con un semplice sistema a morsetto.
regolazione manubrio bici

T6 laptop L2 torcia LED, Ledeak CREE 1200 lumen LED torcia ,5 modalità torcia Zoomable torcia tattica con caricatore USB e batteria ricaricabile da 18650 e impermeabile ciclismo manubrio e telefono

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,54€


Regolare manubrio bici: smontaggio cuscinetti

I cuscinetti delle bici di vecchio tipo vengono regolati a mezzo di un tirante chiamato in gergo "ragnetto" inserito nel tubicino della forcella, e la cui regolazione avviene con una chiave inglese. Il tirante genera in questo caso una tensione contro il cuscinetto superiore non prima di aver allentato il dado di bloccaggio. Per smontare il manubrio e lubrificarlo per rendere più agevole la regolazione necessaria e disincrostarlo da grasso essiccato, bisogna rimuovere la vite, il tappo e gli eventuali spessori posizionati nella parte superiore dell'attacco del manubrio. A questo punto bisogna controllare che la forcella sia ancora in posizione, dopodiché vanno allentate le viti che stringono l'attacco del manubrio al cannotto a forma di forcella. Soltanto adesso, si può sfilare l'attacco dal cannotto rendendo la forcella libera. L'anello di forma conica di compressione della forcella può tuttavia rimanere attaccato al cannotto per cui, potrebbe essere necessario picchiettare il tubo con un martello di legno o di gomma per liberarlo. Alcuni modelli di manubrio hanno invece un anello fatto di gomma che una volta smontato è soggetto a deformarsi quindi è meglio averne uno nuovo in sostituzione. Con il manubrio staccato, c’è quindi l’opportunità di pulire e di lubrificare i cuscinetti con grasso in pasta (abbondante).

  • La potatura è una pratica molto particolare che ovviamente non è naturale, ma è imposta dall’ uomo alle piante, e quindi, se non viene eseguita bene, si possono causare gravi danni alla pianta. E’ mol...
  • La potatura è un ‘operazione molto importante per chi si occupa di giardinaggio, perché permette di migliorare la produzione e l’ estetica della propria pianta, ma al tempo stesso è particolarmente ...
  • pulire bicicletta La pulizia della bicicletta è una delle operazioni che vanno effettuate in maniera periodica per eseguire la corretta manutenzione del proprio veicolo a due ruote: così come ogni mezzo di locomozione ...
  • manutenzione catena bici La cara, vecchia bici, magari quella dei nonni, gelosamente custodita in cantina o nell'angolo più sicuro del garage, è stata rimessa a nuovo con poca spesa, riportata agli antichi splendori e rimessa...

Karcher 1.602-605.0 Pulitore ad Alta Pressione K 3 Full Control Home

Prezzo: in offerta su Amazon a: 249,98€


Regolare manubrio bici: assemblaggio cuscinetti

Dopo gli interventi di pulizia e lubrificazione, come tutti gli oggetti meccanici si procede con il percorso a ritroso per il montaggio della struttura. Durante questa fase, si posiziona il tutto in direzione uguale a quella precedente allo smontaggio senza stringere eccessivamente i dadi di bloccaggio in modo da poter intervenire in occasione della fase finale di regolazione. Soltanto dopo aver regolato quindi a fondo i cuscinetti si può stringere o allentare la vite di bloccaggio per eliminare ogni gioco anomalo. La verifica da fare in questo caso è quella di tenere il freno premuto e spostare la bici un po’ in avanti e un po’ indietro.


Regolare manubrio bici senza cuscinetti

regolare manubrio bici La tecnica di regolazione dello sterzo senza i cuscinetti filettati è praticamente simile a quello che invece li contiene, con la differenza che la regolazione del manubrio non essendo collegato allo sterzo non è necessario rimuoverlo per manutenzione o per la semplice regolazione in verticale in base all’altezza preferita. In questo modo, si può regolare il manubrio, sedendosi sul sellino, e provare man mano le varie posizioni, fin quando non si ottiene quella ottimale. Al termine il morsetto va bloccato con l’aiuto di un colpetto di martello per evitare che appoggiandosi con forza possa rientrare nel tubicino telescopico. Per ottenere tuttavia una regolazione del manubrio ottimale conviene sempre agire contemporaneamente sia su di esso che sul sellino per evitare uno sbilanciamento eccessivo in avanti, che caricherebbe il peso corporeo sulle braccia a discapito di una postura non adeguata per bacino e schiena.Quindi, regolare il manubrio della bici è fondamentale per riuscire a pedalare con una certa comodità e soprattutto non danneggiando la schiena.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO