Come sturare i lavandini e le tubazioni

Sturare lavandini e tubazioni con prodotti naturali

L'uso di prodotti naturali per sgorgare le tubazioni ostruite risulta essere molto vantaggioso per varie e diverse ragioni. In primis, i prodotti naturali, contrariamente alle sostanze artificiali e ai prodotti chimici, permettono una liberazione poco aggressiva e sicura, anche se, allo stesso tempo, efficace, delle tubazioni intasate, eliminando ogni possibile pericolo di corrosione e deterioramento dei materiali.

In secondo luogo, l'uso dei prodotti naturali, al posto dei nocivi e tossici prodotti chimici (spesso molto pubblicizzati e consigliati, al di là dei loro effettivi benefici), si rivela una soluzione attenta alla salute personale e al rispetto dell'ambiente, data la natura non inquinante delle sostanze utilizzate. Infine, l'impiego di prodotti naturali si presenta indubbiamente molto vantaggioso da un punto di vista pratico-economico, perché ciò vi permetterà di non acquistare costosi prodotti chimici e, soprattutto, perché potrete eliminare l'ingorgo del lavandino evitando sia di svitare il sifone e le tubature sottostanti a esso (un'operazione davvero complessa per chi non è non è abituato o non è abile coi lavori manuali), sia di chiamare l'idraulico, che, come purtroppo sappiamo, spesso non è facile da trovare e si fa pagare profumatamente, per la nostra inesorabile e grande disperazione, un lavoro di pochi minuti.

sturare lavandino con prodotti naturali

Cff Bronzo verde, acciaio inossidabile, bagno, ciondolo, portaoggetti, lega di zinco, modello, cremagliera cff: Colore: Bronzo verde: dimensioni: 600mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 82,46€


I prodotti naturali per sturare lavandino

sturare lavandino Per sturare le nostre tubazioni intasate e liberarci senza problemi di un grosso fastidio, che rischia di rovinarci la giornata, occorrono alcuni prodotti di origine naturale, di uso comune e poco costosi, e pochi attrezzi, facilmente reperibili, ossia, volendo elencarli:

• 5 litri di acqua bollente

• 100 grammi di sale grosso

• 150 grammi di bicarbonato di sodio

• un grande bicchiere di vino bianco o di aceto

• una grande spugna

• un bicchiere vuoto o un piccolo recipiente vuoto

• uno sturalavandini (nel caso di un ingorgo ostinato e persistente)

  • grondaia in plastica La raccolta delle acque piovane avviene mediante le grondaie, un sistema che permette la raccolta ed il convogliamento della pioggia. Senza il sistema a gronda, le acque meteoriche scorrerebbero diret...
  • pala eolica Da molto tempo ormai, sempre più persone scelgono di dedicare il proprio tempo libero al fai da te. Questo perchè riconoscono i molti vantaggi che il fai da te è capace di dare loro, le soddisfazioni ...
  • cavi di terra Casa. Una parola che vuole dire tanto, che forse vuol dire tutto, caratterizzata da centinaia e centinaia di accezioni. Si può parlare di casa come di luogo in cui ci si sente a proprio agio, oppure c...
  • impianto elettrico Sappiamo benissimo che avere un impianto elettrico in una casa, ai nostri tempi, è fondamentale e imprescindibile: pensate a vivere senza luce, senza televisore, senza computer, cose ormai assolutamen...

Zhixie universale rotazione ° sul manubrio della bicicletta Mount LED torcia supporto della clip del morsetto staffa grip

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


Come sturare lavandino

sturare il lavandino L'operazione che permette di liberare le tubazioni intasate con prodotti naturali risulta davvero semplice e facile da realizzare, richiedendo non molto tempo e presentando pochi passaggi fondamentali, ossia 3 in totale (se l'ingorgo non risulta ostinato). Tenendo conto di ciò e dell'esiguo costo dei prodotti e degli attrezzi richiesti, tale operazione appare davvero irrinunciabile quando ci accorgiamo, preoccupati, che l'acqua del nostro lavandino non defluisce:

• Per prima cosa, bisogna togliere l'acqua non defluita dalla vaschetta del lavandino otturato. A tal fine, bisogna procedere con un bicchiere vuoto (o un piccolo recipiente), servendosi poi di una grossa spugna per asciugare ed eliminare l'acqua rimasta.

• Dopo che si è svuotata per bene la vaschetta del lavandino, si deve versare un grande bicchiere di aceto. Passati circa 15 minuti, aggiungiamo anche 100 grammi di sale grosso e 150 grammi di bicarbonato di sodio.

• Dopo circa 30 minuti, bisogna versare nel lavandino 5 litri di acqua, portata a ebollizione in una grande pentola. Si dovrà aspettare, senza in alcun modo intervenire, che l'acqua bollente defluisca completamente. Defluita l'acqua, la tubazione dovrebbe essere libera dell'ingorgo e, quindi, il lavandino dovrebbe funzionare perfettamente, per la vostra gioia.


Come sturare i lavandini e le tubazioni: Sgorgare lavandino

sturalavandino Nel caso in cui, nonostante l'applicazione minuziosa dei passaggi illustrati, il problema continui a presentarsi e il lavandino appaia ancora intasato, non bisogna perdersi d'animo.

Quasi certamente, infatti, sarà sufficiente, per ottenere il risultato desiderato e finalmente liberarsi del problema, rifare il procedimento illustrato una o più volte, lasciando passare circa 15 minuti fra i diversi tentativi e servendosi anche di uno sturalavandini.

Nel caso in cui il problema sia ricorrente, è possibile, con funzione preventiva, versare all'interno dello scarico del sale grosso seguito da aceto bianco e acqua calda, anche se lo scarico non risulta ostruito. in questo modo è possibile mantenere sgrassate e pulite le tubazioni, rendendo più difficile il formarsi di tappi che non consentirebbero all'acqua di defluire correttamente.


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO