Conto energia

Il nuovo sistema incentivante introdotto dal Conto Energia

Il Conto Energia ha introdotto alcune novità nella modalità di ricevimento degli incentivi, istituendo un meccanismo paragonabile ad un finanziamento in conto esercizio, nel quale i contributi vengono contabilizzati continuativamente secondo la competenza economica, a prescindere dall’effettivo incasso. Le somme ricavate possono infatti andare ad integrare i ricavi dell’esercizio di riferimento o coprire totalmente, o in parte, i costi dell’energia consumata.

Il proprietario dell’impianto fotovoltaico percepisce, con cadenza mensile, gli introiti dell’energia solare trasformata col suo sistema ecocompatibile. Questo avviene per almeno 20 anni consecutivi, utilizzando sempre lo stesso impianto. Col nuovo sistema, quindi, la spinta a produrre energia elettrica risulta al primo posto, mentre, prima dell’introduzione del Conto Energia, esistevano unicamente incentivi assegnati a fondo perduto, pertanto la quantità di energia ottenuta era determinata dalla quota di investimento. I cittadini italiani hanno potuto accedere agli incentivi del Conto Energia a far data dal 19 settembre 2005, tramite istanza inviata all’attuale Gestore dei Servizi Energetici, GSE, inizialmente denominato GRTN, Gestore del sistema elettrico. Il criterio indispensabile per poter accedere agli incentivi era che l’impianto fosse connesso alla rete elettrica e che avesse una dimensione nominale maggiore di 1 kWp. Per questa ragione gli impianti ad isola, detti anche stand alone, non sono stati compresi nelle categorie incentivate.

Conto energia

Lifetime-Home - Numero civico con illuminazione a 2 LED ad energia solare in acciaio inox

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,89€
(Risparmi 4,98€)


I programmi del Conto Energia

Dal 2005 si sono succeduti in Italia 5 diversi programmi che hanno via via ridefinito i parametri e le modalità di incentivazione, adeguandosi ai repentini cambiamenti della tecnologia e del mercato. L’ultimo di questi programmi, attivato nel 2012, è stato il 5° Conto Energia.

La novità del Primo Conto Energia è stata la modalità di incentivazione che riguardava solo l’energia prodotta e consumata in loco. La particolarità invece dal Secondo Conto Energia è stato il fatto di estendere la tariffa incentivante a tutta l’energia prodotta, indipendentemente dal consumo. Esso ha anche introdotto la differenziazione delle tariffe in base alla tipologia e alla dimensione dell’impianto. Questa diversificazione è un elemento che è stato ulteriormente definito e precisato col Terzo Conto. Col Quarto Conto le tariffe hanno avuto una significativa riduzione e l’incentivo è stato adeguato ai costi delle tecnologie. Infine il Quinto Conto Energia ha ridefinito le modalità di incentivazione, catalogandole in base a due categorie principali di impianti: i fotovoltaici destinati agli edifici e tutti quelli installati in altro loco.

Il Quinto Conto è cessato il 6 luglio del 2013 e, dopo quella data, i programmi incentivanti sono stati sostituiti da sgravi fiscali. Oggi chi desidera realizzare un impianto entro il 31 dicembre 2014 può usufruire delle detrazione fiscale IRPEF pari al 50% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 96.000 euro di spesa. La detrazione viene ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

  • guida al conto energia Il conto energia, è un programma volto alla produzione di elettricità tramite meccanismo fotovoltaico. Questa nuova modalità di sfruttamento dell’energia, viene approvata in Italia nel duemilacinque d...
  • Quinto conto energia Il Quinto Conto Energia ha trovato applicazione dal 27 agosto 2013 e, rispetto ai diversi programmi incentivanti che l’hanno preceduto, ha stabilito nuove modalità e nuovi requisiti per accedere alle ...
  • Conto energia fotovoltaico Una delle più importanti agevolazioni attuate in Italia, in favore del fotovoltaico, è la detrazione d’imposta del 55% sulle spese sostenute, fruibile entro il 6 giugno 2013. La ripartizione della quo...
  • Le principali caratteristiche I controtelai per infissi sono una voce di spesa importante nell’ambito della realizzazione della nostra nuova abitazione. O, perché no, rappresentano in ogni caso un aspetto di notevole rilevanza nel...

Timer da cucina, Senhai conteggio up / down grande Display LCD elettronico Timer Memoria-2 Pack

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


Riferimenti normativi

La direttiva europea 2001/77/CE sul Conto Energia è stata approvata dal governo italiano col Decreto legislativo 387 del 2003. Ma solo nel 2005 con il D.M. del 28 luglio sono stati fissati i tempi ed i termini di attuazione e, con la Delibera 188 del 14 settembre, sono state definite le modalità di erogazione degli incentivi. Il decreto 6 agosto 2010, ha avviato il Terzo Conto Energia, il decreto del 5 maggio 2011, il Quarto Conto Energia ed infine il Decreto Ministeriale del 05 luglio 2012 ha attivato il Quinto Conto Energia.