Rendimento energetico

Come avere un casa ad alto rendimento energetico

Iniziate ad esaminare la zona climatica e territoriale nella quale sorgerà l'abitazione, per determinare ciò che potrebbe essere maggiormente funzionale a livello energetico.

Non esagerate con le dimensioni, specie se la vostra famiglia non è numerosa. Ovviamente, più piccola la casa, meno spazio si dovrà riscaldare o refrigerare.

Limitate le pareti a vista. Edifici come villette a schiera, bifamiliari, appartamenti o semplicemente nuclei unifamiliari eliminano le pareti rivolte verso l'esterno, per ottenere una maggiore protezione dalla dispersione di aria e per mantenere stabile la temperatura interna. Se invece vivete in un appartamento questo problema non si pone. La pecca dei condomini è che spesso utilizzano il riscaldamento centralizzato, che non è sicuramente un buon metodo per agevolare e potenziare il rendimento energetico. Un'ottima soluzione è quella di (previo accordo condominiale obbligatorio) slacciarsi dal sistema centralizzato e di installare a proprie spese un impianto di riscaldamento a pavimento. L'ostacolo maggiore è ottenere il permesso dal proprietario dello stabile, ma una volta che avete l'autorizzazione, noterete da subito le differenze, sia a livello di diffusione uniforme del calore che di resa e risparmio. Il riscaldamento a pavimento va benissimo anche per le altre tipologie abitative, e non richiede grosse opere di muratura, essendo molto veloce da installare.

Rendimento energetico

SIMBR Illuminazione Acquario montato sulla parte superiore del`acquario adatto a 95-115cm acquario 25W 120 LED bianco +24 LED blu

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,99€


Quali elettrodomestici inserire per un ottimo rendimento energetico?

ottimo rendimento energeticoAcquistate apparecchiature ad alta efficienza energetica e meccanica. Tra essi sono basilari lo scaldabagno o la caldaia, l'aria condizionata e gli elettrodomestici di uso comune.

Selezionate un frigorifero efficiente, dato che dovrà rimanere sempre acceso. La lavatrice ideale per risparmiare energia è quella a carico frontale. Attenzione anche alla disposizione delle finestre e dei punti in cui entra la luce. Finestre posizionate con cura possono infatti ridurre di molto la necessità di illuminazione elettrica durante il giorno. Se avete un buon budget, prendete in considerazione l'idea di acquistare dei pannelli isolanti. Scegliete materiali ecologici e funzionali come le guaine in compensato strutturale, che sono perfette sia per l'isolamento termico che per il controllo dell'umidità e della condensa. I serramenti devono essere dotati di doppi vetri, a basso emissivo o rivestiti con argon a riempimento gas. Sì assoluto al fotovoltaico: lo Stato, in linea con le politiche legate alla salvaguardia dell'ambiente e dell'ecosostenibilità, offre a chi installa nella propria abitazione pannelli solari ed altri sistemi fotovoltaici degli interessanti incentivi. Informatevi quindi sulle modalità e sull'iter da seguire presso il vostro Comune di residenza.

  • pannelli solari Attraverso il fai da te è possibile prendersi cura della propria abitazione e di qualsiasi altra struttura, o anche di oggetti e di piante. Occuparsi di fai da te permette di trascorrere del tempo div...
  • risparmiareenergia In tempo di crisi il risparmio è d’obbligo e riguarda tutti gli aspetti della vita quotidiana. Uno dei principali ambiti del risparmio è quello energetico. I costi delle forniture di energia elettric...
  • I serramenti in legno lamellare vanno bene in quasi tutte le case I serramenti in legno lamellare stanno trovando una diffusione maggiore all’interno delle nostre abitazioni soprattutto negli ultimi tempi. Le ragioni di un fenomeno del genere quale per l’appunto la ...
  • caldaia a condensazione L’inquinamento ambientale, ha sollevato negli ultimi tempi, una fortissima sensibilizzazione nei riguardi della salvaguardia del pianeta e delle specie, incentivando alla progettazione di nuove forme ...

Klarstein Grenoble

Prezzo: in offerta su Amazon a: 154,99€


Rendimento energetico e risparmio: il combo perfetto

Esistono molti modi di praticare il risparmio energetico nelle case, e possono essere messi in atto fin da subito, con una notevole riduzione sulle bollette.

Ispezionate l'ambiente circostante per vedere quali elementi andrebbero ristrutturati perché lasciano penetrare aria fredda, o al contrario permettono la dissipazione del calore: i principali responsabili sono finestre, porte e sfiati. Non esagerate con il termostato: una temperatura di 22-23 gradi è salutare e più che sufficiente a riscaldare l'abitazione. Isolate la soffitta se presente, calcolando alla perfezione il R-valore corretto o la resistenza al flusso di calore per il tipo di riscaldamento che avete in dotazione.

Se avete la fortuna di possedere un giardino, piantate alberi in grado di fornire refrigerio e ombra a costo zero. Quando fate il bagno, cercate di non consumare troppa acqua riempiendo fino all'orlo la vasca, e se vi rilassate sotto la doccia, non eccedete con il tempo. Durante la notte, è importante spegnere il riscaldamento, che oltre a non essere necessario, fa molto male alla salute, rendendo l'ambiente secco e privo di aria pulita.

Dotate i vostri apparecchi elettronici di una multipresa, che dissiperà la corrente e non creerà sovraccarichi potenzialmente pericolosi. Tutti questi accorgimenti, semplici e alla portata di tutti, permettono di diminuire il consumo degli elettrodomestici e di ridurre la dispersione energetica.




COMMENTI SULL' ARTICOLO