Agevolazioni prima casa

Perchè le agevolazioni sulla prima casa

Per gli italiani la casa di proprietà è un bene irrinunciabile ed è incoraggiata dalla stessa Costituzione per i suoi effetti economici e sociali; tuttavia a causa delle conseguenze della crisi il mercato delle compravendite è ancora in piena recessione. Per questo motivo lo Stato italiano cerca di supportare il mercato immobiliare e di incentivare l'acquisto di immobili abitativi tramite riduzioni del prelievo fiscale. Questi incentivi vanno sotto il nome di agevolazioni prima casa e sono applicati in presenza di alcuni specifici requisiti: chi ottiene le agevolazioni può risparmiare sull’acquisto della prima casa dato che vengono applicate aliquote ridottissime sia sull’imposta di registro che su quella catastale e ipotecaria. L'erogazione delle agevolazioni prima casa è legata anche alla resa di apposite dichiarazioni nell’atto notarile e in caso di sottoscrizioni fraudolente sono previste sanzioni.

agevolazioni casa

Foscam FI9803EP Telecamera IP da Esterno, HD, 1 Megapixel, POE Funzione P2P, 4 mm, 70 Gradi, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 91,24€
(Risparmi 3,66€)


Quali sono le agevolazioni prima casa con compravendite da privati

quali sono le agevolazioni casa Le agevolazioni prima casa consentono numerosi benefici fiscali attraverso l’applicazione di aliquote in misura ridotta sul prezzo di vendita. Inoltre, l'articolo 10 del decreto legislativo 23/2011 ha introdotto a partire dal primo gennaio 2014 importanti novità, riducendo ulteriormente il valore delle aliquote applicate alle imposte di registro pagate sulla prima casa. In questo caso, l'imposta di registro sulle cosiddette unità locali non di lusso acquistate da privati passano dal 3 al 2%. Tuttavia, nei casi in cui non sono applicabili le agevolazioni prima casa le aliquota passano dal 7 al 9%. In ogni caso, l’imposta di registro deve essere di almeno 1.000 euro. Comunque è sempre meglio consultare un notaio per accertare se la base imponibile possa essere valutata a seconda della rendita catastale rivalutata (si tratta del meccanismo prezzo/valore). Sempre nel caso di acquisti da privati, le agevolazioni prima casa fissano a 50 euro l'importo dell'imposta catastale e ipotecaria (precedentemente erano di 168 euro oppure esenti).


  • Alcune note Se volessimo o se fossimo chiamati ad individuare una dei primi dieci argomenti, argomenti di ampio respiro, che si stanno diffondendo con crescente successo all’interno del nostro Paese negli ultimi ...
  • mutuo La legge prevede che si possano detrarre dalla dichiarazione dei redditi le spese relative agli interessi e all'accensione di un mutuo ipotecario, purchè vengano rispettati alcuni criteri fondamentali...
  • agevolazioni prima casa Tutti coloro che acquistano una casa possono, se posseggono determinati requisiti, usufruire di alcune agevolazioni fiscali, se non posseggono altri immobili e quindi quello in questione possa essere ...
  • arredamento casa Il provvedimento prevede 4 punti salienti: Detrazione del 50% sulle spese sostenute nell'anno 2016 fino al tetto massimo di 16000 euro; l'agevolazione è recuperabile in un perido massimo di 10 anni da...

NN Lampada Della Barra Della Lampada Ristorante Moderno Lampadario Vetro Singolo Capo Personalizzato Bolla Creativo Bracci Della Sfera Di Vetro Trasparente , 20Cm,20cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 50€


Le agevolazioni prima casa negli altri casi

prima casa Esistono numerosi altri casi in cui possono essere applicate le agevolazioni prima casa in maniera diversa a seconda delle circostanze. Ad esempio, se si acquista da un costruttore o da un'impresa, l’aliquota IVA sul prezzo di vendita è del 4%, mentre è stata fissata a 200 euro l’imposta ipotecaria e quella catastale (d.lgs. 23/2011).

Se invece l'acquisto della prima casa avviene tramite agenzia immobiliare, le agevolazioni prevedono una detrazione Irpef del 19% sui compensi spettanti all'agenzia o comunque fino ad un massimo di 1.000 euro. In ogni caso la detrazione finale massima è di 190 euro e, se sono presenti più proprietari, deve essere ripartita in base alle percentuali di proprietà.

Per quanto riguarda le cosiddette pertinenze della casa, sono interessate dalle stesse agevolazioni. Rientrano nella categoria delle pertinenze i box, i posti auto, le tettoie e le cantine; vale comunque il limite per cui si possono usufruire delle agevolazioni solo per una pertinenza di ogni classe.


Agevolazioni prima casa: I requisiti per le agevolazioni prima casa

avere agevolazioni prima casa Per usufruire delle agevolazioni prima casa è necessario che siano presenti alcuni requisiti. Innanzitutto, è necessario che l'acquisto riguardi un immobile abitativo non di lusso e che sia, appunto, una prima casa. Per questo motivo il beneficiario non può possedere un altro immobile ad uso abitativo nello stesso comune, non può essere titolare di un altro immobile (nemmeno in parte) per il quale abbia già ricevuto le agevolazioni prima casa e non può avere diritti di alcun genere su altro immobile del comune. Inoltre, l'immobile per cui si richiedono le agevolazioni prima casa deve essere nel territorio del comune in cui è residente o svolge la propria attività il beneficiario, oppure in cui stabilirà la propria residenza nel giro di 18 mesi dalla data dell’acquisto. Per ricevere le agevolazioni prima casa ci si deve rivolgere ad un notaio per stipulare l’atto e le dichiarazioni.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO