Finestre in legno

Perchè conoscerle:

Quando ci si occupa di una casa, tra le prime operazioni da compiere dopo la creazione o la ristrutturazione del “grezzo” di una casa, quindi della sua struttura, è molto importante preoccuparsi della scelta degli infissi. Questa scelta comunque non va presa se non tenendo in considerazione vari fattori: ad esempio, per quanto riguarda i colori e lo stile, si preferisce che gli infissi richiamino lo stile della casa e, soprattutto, quello del pavimento: è sconsigliato, infatti, utilizzare degli infissi in stile moderno per una casa classica, in quanto si verrebbe a creare un effetto di contrasto, sicuramente antiestetico. Oltre al carattere estetico bisogna prestare molta attenzione anche a quella che è la funzionalità di questi elementi: gli infissi, infatti, servono anche per “schermare” l’ interno da tutto ciò che avviene all’ esterno, permettendo la comunicazione tra questi due ambienti, in particolare comunicazione visiva, ma comunque dividendoli.

Pertanto, gli infissi devono assicurare un’ottimo isolamento dell’ ambiente interno, sia acustico che termico, e questo anche perché bisogna fare attenzione alle spese che poi si avranno in seguito alla posa di determinati infissi: se un infisso non assicura un ottimo isolamento termico, infatti, sicurametnte durante l’ inverno la casa si dovrà riscaldare maggiormente per assicurare calore, mentre durante l’ estate si soffrirà maggiormente il caldo. Invece, quando un infisso è perfettamente isolante, questo problema non si ha, in quanto dall’ interno della casa non si soffre tanto il freddo o il caldo che invece si avverte fuori, in quanto la casa è “schermata” dagli infissi.

Insomma, la scelta degli infissi deve essere eseguita tenendo in considerazione moltissimi fattori, molti dei quali sono di importanza notevole.

Per assicurare una buona resa estetica, ma anche funzionale, bisogna avere molta attenzione anche ai materiali che si scelgono: alcuni, infatti, sono particolarmente isolanti, altri sicuramente meno, mentre alcuni si degradano maggiormente se esposti al sole (come ad esempio il pvc), altri invece sono maggiormente resistenti e duraturi.

Tra le tante tipologie di infissi, o meglio di materiali che si scelgono, uno tra i più conosciuti è sicuramente il legno. Il legno è scelto anche per gli infissi per le sue notevoli caratteristiche, di capacità isolanti, di robustezza e di resistenza. In effetti,per queste sue caratteristiche, il legno è un materiale largamento utilizzato dall’ uomo.

Il legno è un materiale costituito da fibre di cellulose, tenute insieme da una matrice di lignina. Oltre a queste due componenti, ovvero cellulosa e lignina, vi è anche l’ emicellulosa, ma non è stato ancora scoperto quale sia il suo ruolo all’ interno della struttura del legno.

Dalle caratteristiche di questo materiale, derivano ovviamente anche le caratteristiche degli infissi che sono composti tramite esso.

finestre in legno

FINESTRE in PVC da €85.00 AL MQ

Prezzo: in offerta su Amazon a: 110€


Cosa sono:

finestra in legno lavorata Le finestre, secondo una descrizione “ufficiale” e generale, sono degli elementi utilizzato in architettura per consentire l’ ingresso della luce all’ interno di una casa, e anche una certa comunicazione tra l’ interno e l’ esterno di un’ abitazione, in quanto si tratta di un’ apertura praticata all’ all’ interno di una parete. Questa struttura, permette quindi passaggio di aria e di luce dall’interno verso l’esterno e viceversa, ed è quindi ottimo affinchè in una casa, almeno fin quando è giorno, si possa godere della luce naturale senza dover ricorrere all’ elettricità. Pensando poi che le finestre sono antiche più o meno quanto le case vere e proprie, si può ben capire quale fosse la loro utilità e il grande ed importante ruolo che svolgevano sin dall’ antichità.

Una finestra è composta da vari elementi,che si possono dividere, in base alla loro funzione, in due tipologie principali: gli elementi di chiusra e gli elementi di protezione. Gli elementi di chiusura sono molto importanti e sono: il telaio, le ante, le vetrate e il cassonetto copri rullo. Gli elementi di protezione, invece, sono suddivisi a seconda del tipo di protezione che forniscono: alcuni assicurano protezione dal sole, come la tapparella avvolgibile, la persiana a ventola, il frangilose o le semplici tende, e sono anche ottimi elementi di arredo (non a caso in molte case è possibile trovare tende in pizzo o con colori e fantasie particolari, in grado di arredare una sola parete in modo superbo); altri elementi assicurano protezione dall’ intrusione, come ad esempio le inferriate, comode in particolare per chi risiede al piano terra ed ha costantemente timore di un’ intrusione da parte di malviventi. Nel caso invece la casa si voglia proteggere da animaletti, le finestre si possono completare con l’ aggiunta di zanzariere, ovvero con maglie di fil di ferro così fitte che non permettono il passaggio nemmeno agli insetti più piccoli. Vi sono poi elementi utili per la protezione della pioggia o dalla neve, come il davanzale o anche il piccolo tetto di cui molte finestre sono munite, in particolare nei Paesi con un clima particolarmente freddo. Infine, vi sono gli elementi di una finestra che servono per l’ abbellimento della stessa, della casa vista dall’ esterno e dall interno, come ad esempio la cornice (in genere di cartongesso e particolarmente elaborata per le case, o meglio, per i castelli, le regge o le cattedrali in stile barocco ), e le fioriere, all’ interno delle quali si dispongono i fiori o comunque delle piante da balcone.

Le finestre, secondo una descrizione “ufficiale” e generale, sono degli elementi utilizzato in architettura per consentire l’ ingresso della luce all’ interno di una casa, e anche una certa comunicazione tra l’ interno e l’ esterno di un’ abitazione, in quanto si tratta di un’ apertura praticata all’ all’ interno di una parete. Questa struttura, permette quindi passaggio di aria e di luce dall’interno verso l’esterno e viceversa, ed è quindi ottimo affinchè in una casa, almeno fin quando è giorno, si possa godere della luce naturale senza dover ricorrere all’ elettricità. Pensando poi che le finestre sono antiche più o meno quanto le case vere e proprie, si può ben capire quale fosse la loro utilità e il grande ed importante ruolo che svolgevano sin dall’ antichità.

Una finestra è composta da vari elementi,che si possono dividere, in base alla loro funzione, in due tipologie principali: gli elementi di chiusra e gli elementi di protezione. Gli elementi di chiusura sono molto importanti e sono: il telaio, le ante, le vetrate e il cassonetto copri rullo. Gli elementi di protezione, invece, sono suddivisi a seconda del tipo di protezione che forniscono: alcuni assicurano protezione dal sole, come la tapparella avvolgibile, la persiana a ventola, il frangilose o le semplici tende, e sono anche ottimi elementi di arredo (non a caso in molte case è possibile trovare tende in pizzo o con colori e fantasie particolari, in grado di arredare una sola parete in modo superbo); altri elementi assicurano protezione dall’ intrusione, come ad esempio le inferriate, comode in particolare per chi risiede al piano terra ed ha costantemente timore di un’ intrusione da parte di malviventi. Nel caso invece la casa si voglia proteggere da animaletti, le finestre si possono completare con l’ aggiunta di zanzariere, ovvero con maglie di fil di ferro così fitte che non permettono il passaggio nemmeno agli insetti più piccoli. Vi sono poi elementi utili per la protezione della pioggia o dalla neve, come il davanzale o anche il piccolo tetto di cui molte finestre sono munite, in particolare nei Paesi con un clima particolarmente freddo. Infine, vi sono gli elementi di una finestra che servono per l’ abbellimento della stessa, della casa vista dall’ esterno e dall interno, come ad esempio la cornice (in genere di cartongesso e particolarmente elaborata per le case, o meglio, per i castelli, le regge o le cattedrali in stile barocco ), e le fioriere, all’ interno delle quali si dispongono i fiori o comunque delle piante da balcone.


  • bricolage Il bricolage, comunemente chiamato anche “fai da te”, consiste nell' occuparsi di tanti vari lavori manuali senza vestire le vesti di un professionista. Il bricolage può, infatti, essere annoverato tr...
  • tronchi di albero Il fai da te permette di occuparsi di operazioni in tutti i settori, cosa che permette a sempre più persone di avvicinarsi al mondo del fai da te, in quanto tutti possono trovarvi un buon modo per tra...
  • esempio di cassapanca in legno La cassapanca in legno è una tipologia di mobile utilizzata sin dai tempi antichissimi, che unisce in se più di una funzione, e che quindi può essere utilizzata in vari modi, per più di uno scopo. La ...
  • tavolino in legno d' ebano Sempre più persone scelgono di dedicarsi al fai da te, perchè comprendono che in quest' occupazione vi sono moltissimi vantaggi da ottenere. In primis, il fai da te comprende occupazioni in ogni setto...

CSL - Ventilatore USB | ventilatore da tavolo / ventola | PC / notebook | in nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€


Pro:

finestraMa quali sono i pro e contro di questi infissi? Cosa comporta la scelta di questo tipo di finestre, in questo particolare materiale?

Sicuramente il legno è un materiale molto utilizzato, “classico”, se così lo si può definire, ma è anche vero che si tratta di un mateirale che, come anche tutti gli altri, non sempre è idoneo per tutti i tipi di esigenze e di situazioni, e pertanto a volte va evitato. E’ quindi molto importante informarsi su quelle che sono le sue caratteristiche e i vantaggi, ma anche e soprattutto gli svantaggi, che potrebbero derivare dal suo utilizzo.

come è stato già detto prima, le caratteristiche delle finestre in legno derivano soprattutto dalle caratteristiche del materiale di cui sono composte, quindi sono le stesse del legno.

Quindi, è semplice dedurre che come vantaggio , utilizzando le finestre in legno, si avrà sicuramente che si tratta di finestre in materiale molto resistente e robusto, particolarmente indicato anche per le soluzioni, quindi per gli edifici, in cui si ha bisogno di infissi molto resistenti: sono infatti molto difficili da rompere o da compromettere in qualche modo. Allo stesso tempo, si tratta anche di un materiale molto pregiato, tra i migliori per chi volesse compiere una scelta tenendo in particolare considerazione il design e lo stile di una casa, valorizzando nel miglior modo possibile anche le zone dove sono posizionati gli infissi.

Gli infissi in legno sono poi elementi che è possibile sistemare un po’ ovunque, quindi in qualsiasi edificio, indipendentemente dallo stile che la casa avrà: questa soluzione, infatti, è ottima sia per le case classiche che per quelle in stile moderno, e sicuramente è ottima anche per gli ambienti in cui è stato scelto uno stile rustico.

Si tratta poi di infissi che è possibile personalizzare a seconda delle proprie esigenze e dei propri gusti: infatti le finestre in legno possono essere facilmente decorate con delle incisioni in particolari fantasie, oppure possono essere scelte varie tonalità di colori, ovviamente variando l’ essenza del legno che si sceglie per il proprio infisso: essa può infatti avere un colore più scuro o più chiaro, a seconda del tipo di legno che si sceglie.

Come se non bastasse, si sa che il legno è un ottimo materiale isolante, ma che comunque non impedisce l’ aereazione. Grazie alle nuove tecnologie, gli infissi in legno permettono di godere di un’ ottimo isolamento termico, ma anche di una buona aereazione, cosa che permetterà, in futuro, di risparmiare anche moltissimo sulle spese riguardanti il riscaldamento della casa durante l’ inverno o il “raffreddamento” durante l’ estate.

Insomma, è davvero un materiale molto versatile e vantaggioso, in quanto è chiaro che i suoi “pro” sono davvero tanti


Finestre in legno: Contro:

finestra in legno Tuttavia, non bisogna dimenticare anche quelli che sono i “contro” che si presentano quando si scelgono delle finestre in legno, quindi quelli che sono gli svantaggi.

Sicuramente le finestre in legno pregiate, se troppo esposte al sole, potrebbero mostrare dei segni di degenerazione del legno, o anche segni di cambiamento di quest’ ultimo, come ad esempio un cambiamento di colore o la presenza di macchie. Proprio per questo, le finestre in legno devono essere molto ben curate, per evitare qualsiasi degenerazione o semplice alterazione del legno qualora esse siano particolarmente esposte al sole. Per questo scopo, è bene utilizzare dei prodotti appropriati, da utilizzare secondo quelle che sono le indicazioni che appaiono sulle confezioni.

Gli infissi in legno potrebbero poi perdere tono, quindi apparire un po’ matte, con il passare del tempo, e un po’ “spente”: in questi casi, è molto importante ricordarsi di lucidarle con prodotti adeguati, e con delle cere appropriate.

Inoltre, è bene preservare le finestre dalla presenza di tarli in caso di legno puro, anche qui effettuando un’ ottimo rivestimento appropriato.

Bisogna ricordarsi che le finestre in legno devono essere ben trattate attraverso prodotti specifici anche quando si vuole semplicemente lavarli: diversamente dagli altri infissi, come ad esempio quelli in pvc, è necessario utilizzare dei detergenti neutri che non danneggino il materiale e non creino macchie ne siano particolarmente aggressivi.

Infine è bene ricordarsi che, per quanto riguarda la spesa, gli infissi in legno sono sicuramente più pregiati rispetto alle altre tipologie di infissi, proprio perché il legno è un materiale pregiato e più costoso. Quindi, all’ aumentare del pregio della specie di legno che si sceglie, aumenterà anche il costo degli infissi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO