Caminetti elettrici

Caratteristiche:

I caminetti sono tra gli impianti di riscaldamento maggiormente utilizzati. Ne esistono di varie tipologie: quelli tradizionali posseggono un cavedio nel quale posizionare la legna da ardere, è fondamentale in particolare in quelle zone in cui il clima è particolarmente rigido durante l’ inverno, perché riscalda l’ ambiente in maniera del tutto naturale. Si tratta di una soluzione, però, adattata in moltissime case, anche nelle zone mediterranee, dove si sa che il clima è abbastanza mite, dal momento che si tratta di un metodo di riscaldamento che è particolarmente rilevante anche dal punto di vista estetico: solo il camino, infatti, è in grado di creare un ambiente particolarmente accogliente e un’ atmosfera calda e particolare. Lo scoppiettio del fuoco, infatti, è sempre particolare ed è un valore aggiunto ad una casa già bella di per se, ma anche un metodo per arricchire un ambiente altrimenti spoglio.

Gli svantaggi, però, riguardano in particolar modo la gestione e la manutenzione: avere un camino in una casa significa doverlo sottoporre, una volta l’ anno, ad una pulizia accurata da parte di un esperto del mestiere, operazione abbastanza esosa e difficile, dal momento che molto spesso personale privato che si occupi di questi lavori scarseggia, quindi i costi della manodopera sono abbastanza alti.

Inoltre l’ ambiente in cui è installato il camino elettrico va pulito frequentemente a causa della dispersione di ceneri e fumi e della presenza della legna da ardere. Questo motivo è uno di quello che ha spinto molti ad optare per le nuove tecnologie, senza rinunciare alla presenza del camino per questi motivi.

Altri motivi, ovviamente a sfavore dei camini tradizionali, è l’ impianto di areazione: tutti sappiamo che il camino è dotato di una canna fumaria che serve per incanalare verso l’ esterno i fumi che si sprigionano dall’ incenerimento della legna; Spesso installarla è impossibile, specialmente nei condomini nei quali, in fase di progettazione, non è stata prevista la presenza di una canna fumaria.

Con i caminetti elettrici, invece, la canna fumaria è un problema al quale si può ovviare facilmente.

I caminetti elettrici, infatti, non si servono più di legna o carbone, quindi non necessitano di canna fumaria, ma semplicemente di una presa elettrica, cosa fondamentale per permettere la loro accensione: si tratta, infatti, di caminetti che sfruttano l’ energia elettrica per funzionale.

Il camino elettrico fa parte di quella linea di camini che non necessita di canna fumaria composta da camini elettrici e biocamini alimentati a bioetaolo, alcool biologico ricavato dalla fermentazione delle biomasse e da elementi ricchi di glucosio.

In pratica, i caminetti elettrici contengono delle lampadine che si azionano all’ interno e simulano l’ effetto ella fiamma, mentre le resistenze generano calore.

Melchioni Wallflame Caminetto elettrico a parete

Prezzo: in offerta su Amazon a: 114,04€


Vantaggi:

il fatto che i caminetti elettrici non utilizzino la legna per la combustione non deve far pensare che non sia in grado di provocare la stessa atmosfera che i caminetti tradizionali sono in grado di creare, dal momento che anche i caminetti elettrici sono in grado di riprodurre la fiamma,e quindi di dare all’ambiente un ‘atmosfera di calma e serenità.

Il camino elettrico , quindi, non perde il suo valore come elemento d’ arredo, anzi, spesso ne guadagna dato il suo design, particolarmente curato dalle case produttrici.

Ovviamente, anche se si tratta di argomenti già trattati, non possiamo non annoverare tra i vantaggi dei caminetti elettrici la mancata necessità di una canna fumaria, cosa che spesso fa si che molti rinuncino al sogno di un caminetto, in particolare se non si ha lo spazio per l’ installazione della canna fumaria o se si abita in condomini. Il caminetto elettrico, inoltre, ha bisogno di molta meno manutenzione rispetto ai caminetti tradizionali, proprio in quanto quest’ ultimi hanno bisogno della pulizia della canna fumaria per evitare che quest’ ultima si ostruisca, cosa che potrebbe comportare gravissimi problemi.

Non ci saranno, con i caminetti elettrici, nemmeno problemi di odori o cenere per la casa, cosa che invece capita per i camini alimentati a legna: in questi ambienti molto spesso l’ odore della legna bruciata si sente particolarmente, e può essere sgradevole, in particolare per chi non è abituato al fumo oppure è asmatico.


    Homcom – Camino Elettrico a Parete Potenza 900W /1800W con Timer in Ferro e Vetro Temperato 66 × 52 × 13.5cm Nero

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 89,95€
    (Risparmi 170,04€)


    Caminetti elettrici: Tipologie:

    Ci sono varie tipologie di camini elettrici presenti sul mercato, in grado di assecondare i gusti più diversi. Per quanto riguarda lo stile, infatti, i caminetti elettrici sono molto versatili, perché possono essere inseriti tanto in una cornice di pietra, come quelli antichi, tanto in cornici di metallo, magari intercambiabili. Inoltre, i caminetti elettrici possono essere a parete, ad incasso o ad angolo, a seconda di dove si vogliono, anche se particolari sono le nuove tipologie di caminetti elettrici, costituiti da strutture dal design innovativo, che sono anche mobili, o installabili al centro di una stanza ed essere quindi a più facce.

    Per quanto riguarda le aziende leader nella produzione di caminetti elettrici, vi possiamo consigliare Maison FIre, capace di realizzare ottimi prodotti sia per quanto riguarda i camini a bioetanolo che per quanto riguarda caminetti elettrici e stufe. Addirittura quest’ azienda mette sul mercato un caminetto che, con un litro di acqua di rubinetto è in grado di creare un effetto fumo e brace per ben otto ore.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO