Piano cottura in vetroceramica

Piatto cottura in vetroceramica: di cosa si tratta?

Innanzitutto si deve comprendere cosa sia il vetroceramica. Esso è un materiale derivante dalla lavorazione di particolari vetri, definiti in termini tecnici 'instabili'. L'elaborata procedura alla quale vengono sottoposti da vita ad un materiale molto resistente, sia alle alte temperature che alle escursioni termiche. Il vetro così lavorato diventa inoltre infrangibile e immune dalle sostanze corrosive. Queste caratteristiche sono votate a realizzare piani che possano sopportare con facilità delle temperature altissime e quindi rendersi ideali alla cottura dei cibi. Il piano cottura in vetroceramica si basa, infatti, sull'impiego di questo materiale, sotto il quale viene posizionata una resistenza alimentata con l'energia elettrica. Il principio di funzionamento è molto semplice, in quanto la resistenza riscalda il piano in vetroceramica, il quale lo veicola alle pentole che sono posizionate sulla sua superficie. La dispersione rilevata in questa tipologia di piani è molto elevata, in quanto non vi è contatto diretto tra fonte di calore e il fondo delle pentole. Si stima che solo il 50% del calore arrivi al pentolame, mentre il rimanente venga disperso, sia nel piano che nell'ambiente.
Piano cottura in vetroceramica

Klarstein VariCook Domino • Piano Cottura • in Vetroceramica • Da Incasso • Alogeno • 3000 Watt • 9 Livelli di Potenza Regolabili • Sensore Touch • Timer impostabile • Segnale Sonoro • Spegnimento Automatico • Nera

Prezzo: in offerta su Amazon a: 129,99€


Piano cottura in vetroceramica: quali i vantaggi

vantaggi piano cottura in vetroceramica Come per tutti i ripiani elettrici, il piano cottura in vetroceramica non richiede l'impiego di gas, quindi niente fiamme e niente pericolo di fughe o intossicazioni. La sicurezza si estende ad un impiego molto facile, in quanto non vi sono differenze di livelli che possano far cadere pentole o utensili da cucina. Anche la pulizia trae beneficio dall'aspetto pianeggiante del piano, in quanto non esistono particolari ugelli o barriere metalliche che devono essere pulite a parte. Solamente uno straccio con del comune detergente e il piano risulta pulito e immediatamente impiegabile. A queste buone caratteristiche merita di essere aggiunto il fattore estetico, in quanto il piano cottura in vetroceramica offre delle linee molto eleganti e pulite. Non a caso esso viene impiegato nelle cucine di fattura moderna, dove gli elementi minimalisti ben si accordano a veicolare lo stile generale. Il piano cottura in vetroceramica presenta solitamente quattro postazioni, dove si possono appoggiare le pentole in base al loro diametro. La regolazione avviene mediante dei pulsanti e, nei modelli più sofisticati, presenta un pannello di controllo digitale o touch screen. Ciò si traduce in una semplicità d'uso davvero notevole, in quanto non servono movimenti combinati come nel caso del piano cottura a gas. In definitiva il piano cottura in vetroceramica può essere considerato come il piano più semplice ed esteticamente piacevole disponibile in commercio.

  • Piano cottura elettrico Il piano cottura elettrico è un sistema presente da molti anni nel mercato italiano. Di base si compone di quattro piatti, ognuno dei quali offre una potenza e una resistenza regolabile con delle mano...
  • Piano cottura e forno Se si sceglie di inserire nella cucina un piano cottura forno, esso può essere incassato nella struttura oppure presentarsi come elemento autonomo. E' questo il caso delle cucine più spartane oppure d...
  • Coperchio piano cottura A volte basta abbassare il coperchio del piano cottura per dare alla cucina un senso di ordine maggiore. Perché a meno di non avere il piano cottura a piastre ad induzione, la presenza dei bruciatori,...
  • Piano cottura 4 fuochi Il piano cottura a 4 fuochi è disponibile sia su strutture fisse che da incasso, e di diverse larghezze che oscillano tra i 60, 70, 75 e 90 cm con una profondità di 50. Il foro per l' incasso come ad ...

PIANOCOTTURA ELETTRICO 6600W, PIANO COTTURA IN VETROCERAMICA, 4 PIASTRE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 195,99€


Piano cottura in vetroceramica, esistono dei fattori negativi?

Se si desidera acquistare un piano cottura in vetroceramica bisogna considerare innanzitutto il suo costo, piuttosto elevato rispetto al piano a gas, ma simile ad un piano di cottura alogeno o ad induzione. Esso non può essere ammortizzato come avviene nel caso delle altre tipologie di piani, in quanto durante la cottura si presenta una notevole dispersione di calore. Il piano cottura in vetroceramica presenta quindi dei costi di mantenimento notevoli e da ciò consegue che un suo eventuale acquisto chiede di esser valutato anche per questo aspetto futuro. Il piano in vetroceramica si riscalda in modo omogeneo, per cui l'intera superficie è interessata dalla diffusione del calore. Ciò può tradursi in una richiesta di attenzione maggiore durante le fasi di cottura, in quanto può risultare facile scottarsi. Anche i residui di cibo che possono fuoriuscire dalle pentole devono essere eliminati con l'apposito raschietto, per non rovinare il piano. A differenza del piano cottura a induzione, il quale riscalda solamente la superficie dove viene appoggiata la pentola, questa tipologia di piano richiede quindi un'attenzione maggiore durante l'utilizzo, sia da parte di chi cucina che delle eventuali persone che si accostano ad esso. Si deve infine considerare l'aspetto della fornitura elettrica, in quanto il piano cottura in vetroceramica funziona con il normale voltaggio a 3.3 kw, ma l'impiego di altri elettrodomestici in concomitanza può causare l'avvento di blocchi dell'elettricità.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO